Teramo. MAGGIOFEST XXVI edizione VideA-filmakers abruzzesi

7 Maggio 2017 20:590 commentiViews: 39

18157560_699796783514764_914620200839277496_n

VideA Filmakers abruzzesi

MARTEDÌ 9 MAGGIO

Multisala Smeraldo – Sala 2

 

ore 20:45 Con il vento (2016)9’

                 La memoria lunga (2016) 60’

          Scherzo (2015)5’

    Bang Utot (2015)27’

 

In sala Claudio Romano, Stefano Saverioni e Gianfranco Spitilli, Fabio Scacchioli e Vincenzo Core

presenta Leonardo Persia

 

Carissimi,

il prossimo appuntamento della XXVI edizione di Maggio.Fest, è con VideA – filmakers abruzzesi.

In programma, nella sala 2 dello Smeraldo, dalle ore 20.45 verranno proiettati:

Con il vento (2016) di Claudio Romano

La memoria lunga (2016) diStefano Saverioni e Gianfranco Spitilli

Scherzo (2015) di Fabio Scacchioli e Vincenzo Core

Bang Utot (2015) di Fabio Scacchioli e Vincenzo Core

Incontro con gli autori.

Presenta Leonardo Persia

L’ingresso per le proiezioni è GRATUITO

VideA

Filmakers abruzzesi

 

MARTEDÌ 9 MAGGIO

Multisala Smeraldo – Sala 2

ore 20:45 Con il vento (2016) 9’

                 La memoria lunga (2016) 60’

          Scherzo (2015) 5’

    Bang Utot (2015) 27’

 

In sala Claudio Romano, Stefano Saverioni e Gianfranco Spitilli, Fabio Scacchioli e Vincenzo Core

presenta Leonardo Persia

 

 

VIDEA – Filmakers abruzzesi: Claudio Romano, Stefano Saverioni e Gianfranco Spitilli, Fabio Scacchioli e Vincenzo Core

 

CON IL VENTO (Italia, 2016) – Regia, fotografia e montaggio: Claudio Romano; sceneggiatura: Claudio Romano, Elisabetta L’Innocente – Interpreti: Marco Casolino, Solidea Ruggero – Produzione: Minimal Film; durata: 9’

Il cemento cancella le persone, la città è un luogo dal quale fuggire. Dove non soffia il vento tutto si fa plumbeo, muore. Una donna, stesa all’ombra dei tigli, si rifugia lontano, nei luoghi d’infanzia. Il primo giorno di scuola, la cartella gialla, il cappottino rosso; un bimbetto tira calci ad un giocattolo. É ora di andare con il vento, è ora di scomparire.

CLAUDIO ROMANO Nasce a Novara nel 1982, riceve un’educazione religiosa molto rigida che lo segnerà nel profondo. Il padre, pittore e amante della musica classica, lo introduce alle arti mediante lo studio del violino. Il suo desiderio di seguire le orme del padre e divenire un pittore sfocia nel fallimento, a causa delle sue scarse attitudini pittoriche. Si appassiona così alla fotografia e al cinema, che inizia a studiare da autodidatta all’età di 18 anni. Si laurea all’Accademia Internazionale per le Arti e le Scienze dell’Immagine (AQ) nel 2010 e fonda Minimal Cinema (che tuttora porta avanti con Betty L’Innocente). Il suo cinema è minimalista e indipendente, spesso autonomo. Fervente sostenitore del cinema Fervente sostenitore del cinema povero, concentra la sua ricerca nel campo dell’etica dello sguardo e della non-dualità. Il suo lungometraggio Ananke e il corto Con il vento sono stati presentati, rispettivamente nel 2015 e 2016, al Festival del Nuovo Cinema di Pesaro.

 

 

 

 

LA MEMORIA LUNGA (Italia, 2017): documentari di Stefano Saverioni, Gianfranco Spitilli – Regia, fotografia, montaggio: Stefano Saverioni; ricerca, interviste: Gianfranco Spitilli; musica: Emiliano Dante

Il format La memoria lunga. Eredità culturali abruzzesi è pensato come uno strumento per favorire la conoscenza del patrimonio culturale del territorio montano e rurale d’Abruzzo. Nasce dalla confluenza di ricerca antropologica e cinema, di indagine sul campo, relazione umana e tecnologia audiovisiva, dall’unione di testimonianze, documentazioni di attività, di vita quotidiana, di ambiente e di paesaggio. Girate in Full HD, le prime sei puntate raccontano aspetti poco noti del vasto patrimonio culturale materiale e immateriale della provincia di Teramo, con un taglio autoriale che cerca di coniugare la narrazione divulgativa e la profondità di osservazione.

I sei documentari brevi:

Un pastore poeta (10’25’’)

Pensare la pietra (10’55”)

Prima del suono (10’20”)

Filo dopo filo (8’46”)

Il dolce che lacrima (10’19”)

Arriva la banda (9’00”)

 

STEFANO SAVERIONI E’ regista e direttore della fotografia. Il suo film Diario di un curato di montagna ha ricevuto la nomination ai David di Donatello 2009 come miglior documentario di lungometraggio. I suoi lavori sono stati trasmessi dai più importanti broadcasters nazionali ed internazionali (Rai, La7, BBC World, FOX, RSI, Arte France, Planet TV, TV Catalogna).

 

GIANFRANCO SPITILLI E’ antropologo e documentarista, dottore di ricerca in Etnoantropologia (Università “La Sapienza” di Roma). Svolge ricerche nel campo dell’etnologia religiosa, dell’etnomusicologia e dell’antropologia della memoria. Conduce ricerche audiovisive dal 2002, realizzando filmati, allestimenti museali e video di documentazione in particolare sulle feste e le processioni dell’Italia centro-meridionale.

 

 

 

 

 

 

 

SCHERZO (Italia, 2015) – durata: 05’,15” – Formato originale: Digital Files, HD

O, wonder!/ How many goodly creatures are there here! / How beauteous mankind is! O brave new world, / That has such people in’t!” (William Shakespeare, The Tempest)

O meraviglia! / Quali creature mirabili! / E come è bello l’umano genere! Oh dolce nuovo mondo, / pieno di un tal popolo!” (William Shakespeare, La Tempesta)

 

BANG UTOT (Serbia / Italia, 2015) – durata: 26’30” – Formato originale: Digital Files, HD

«Bang-utot, letteralmente: “tentare di alzarsi gemendo…”. La morte sopraggiunge nel corso di un incubo… A Manila ogni anno si segnalano circa dodici casi di morte per Bang-utot. Un uomo che era riuscito a guarire disse che aveva un “omino” sul petto che cercava di strangolarlo.» (William Burroughs, Pasto nudo). Una donna dall’ombra diafana siede oltre la curva di mille notti liquefatte, scrive il suo segreto in un biglietto, e muta domanda al cielo scoperchiato se è vero quel che si dice, che al di là delle maree vivono esseri fatti solo di sogni.

 

FABIO SCACCHIOLI (1979) e VINCENZO CORE (1982) collaborano dal 2009. La loro ricerca si concentra sulla relazione immagine/suono, e sui concetti di “audiovisione” e “cinema espanso”.  Realizzano film, video, installazioni, live performance. I loro lavori hanno partecipato a diversi festival in Italia e nel mondo (Mostra d’Arte Cinematografica di Venezia, Torino Film Festival, BFI London Film Festival, tra gli altri) ricevendo numerosi riconoscimenti.

 

 

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi