MAGGIOFEST XXVI edizione 2017 – RICORDO DI MARCO PANNELLA

17 maggio 2017 21:510 commentiViews: 33

3 caricatura-pannellaEVENTO

Provincia di Teramo presenta

 

VENERDÌ 19 MAGGIO ore 18.15

Giardini Marco Pannella

 

RICORDO DI MARCO PANNELLA

intervengono

Benedetto Marcello – Quartetto Saramago

Alba Riccioni mezzosoprano

 

Scuola di Teatro Spazio Tre presenta

Pericolosamente di E. De Filippo

 

Letture Vincenzo Macedone, Mauro Di Girolamo

 

 

Carissimi,

Maggio.fest XXVI edizione 2017prosegue con l’appuntamento dedicato agli EVENTI.

La Provincia di Teramo presenta, Venerdì 19 maggio ore 18.15 nei Giardini Marco Pannella

RICORDO DI MARCO PANNELLA

Intervengono:

Benedetto Marcello – Quartetto Saramago con Alba Riccioni mezzosoprano .

Scuola di Teatro Spazio Tre presenta Pericolosamente di E. De Filippo.

Letture Vincenzo Macedone, Mauro Di Girolamo

Ingresso GRATUITO

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

EVENTO

Provincia di Teramo presenta

 

VENERDÌ 19 MAGGIO ore 18.15

Giardini Marco Pannella

 

RICORDO DI MARCO PANNELLA

intervengono

Benedetto Marcello – Quartetto Saramago

Alba Riccioni mezzosoprano

 

Scuola di Teatro Spazio Tre presenta

Pericolosamente di E. De Filippo

 

Letture Vincenzo Macedone, Mauro Di Girolamo

 

 

 

 

 

 

 

 

Quartetto Saramago

 

Programma*

 

 

 

 

SCHOENBERG                                da „Brettl Lieder“ (Cabaret Songs)

Galathea

Gigerlette

  1. BERIO da “Folksongs”

Ballo

Donna Ideale

 

  1. P. TOSTI First Waltz

Ask me no more

 

  1. PIAZZOLLA Milonga sin palabras

 

  1. GERSHWIN “I got rhythm” variations per pf, vlno e cb (arrang. di M. Caporale)

 

  1. BERNSTEIN I have a love

Somewhere

America

 

  1. GERSHWIN Someone to watch over me

Summertime per canto, vlno e cb (arrang. di M. Caporale)

The man I love

 

  1. PIAZZOLLA Milonga de la Annunciacion

 

 

 

Alba Riccioni mezzosoprano

 

Gianfranco Lupidii violino

 

Roberto Della Vecchia contrabbasso

 

Massimiliano Caporale pianoforte

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

* Tutti i brani sono stati trascritti o arrangiati da M. Caporale e R. Della Vecchia  per canto, violino, contrabbasso e pianoforte

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ALBA RICCIONI – mezzosoprano

Ha studiato Canto presso l’Istituto Musicale “G. Braga” di Teramo, l’Accademia Musicale Chigiana, la Scuola Superiore “H. Wolf’ di Acquasparta e l’Accademia Musicale Pescarese.

Ha cantato per importanti organizzazioni e manifestazioni musicali italiane e straniere (Festival “Eco e Narciso” di Venezia, RAI di Torino, “Fondazione Walton” di Ischia, Istituto Nazionale Tostiano di Ortona, Sagra Musicale Umbra, Estate Musicale Frentana, “I Solisti Aquilani”, Festival di Edimburgo, “Royal Academy of Music” di Londra, “Colombus Centre” di Toronto, I.M.C. di Melbourne, …) e in diversi teatri ( Regio di Torino, Comunale di Ferrara, Comunale di Treviso, “Morlacchi” di Perugia, Comunale di Messina, Sociale di Rovigo, …).

Ha all’attivo due incisioni discografiche (Cesare Tudino da Atri e Suite di Natale ) realizzate dall’ Associazione Musicale “A. Zaccaria da Teramo”, con cui collabora per la produzione di concerti, corsi e manifestazioni.

Attualmente è docente di Canto presso il Conservatorio “L. D’Annunzio” di Pescara.

 

 

 

 

 

 

GIANFRANCO LUPIDII    

Teramano si diploma in violino presso il Conservatorio di Musica “L. Cherubini” di Firenze sotto la guida del Mo Edoardo Perpich perfezionandosi in seguito a Milano con il Mo Paolo Borciani e a Roma con il Mo  Riccardo Brengola.

Nel 1984 fonda, insieme ad alcuni strumentisti ad arco della sua città, l’Orchestra da Camera “Benedetto Marcello” nella quale ricopre dal 1984 il ruolo di violino di spalla e direttore artistico collaborando con  artisti quali Dindo, Petracchi, Manara, Rossi, Di Rosa, Piovano, Ettorre ecc

Sia con l’orchestra che con l’Ensemble Barocco “Benedetto Marcello” tiene concerti ed effettua tournée in Germania, Austria, Belgio, Francia Stati Uniti, Egitto, Israele, Argentina, Sud Africa, Stati Uniti.

Incide   per le etichette Bongiovanni, Tactus, Nuova Era e Mondo Musica-Emi con positive recensioni di La Repubblica, Il Tempo, Il Messaggero, Il Centro, L’Osservatore Romano, Il Sole 24 Ore, Amadeus, Piano Time, American Record Guide ecc.  Si dedica attivamente alla ricerca di inediti del ‘700 italiano di compositori quali Mascitti, Albinoni, Martini, Leo e Porpora.

Parallelamente all’attività concertistica svolge anche quella didattica. Dal 1979 è docente di violino presso i Conservatori di Stato e da diversi anni al Casella di L’Aquila.

 

 

 

ROBERTO DELLA VECCHIA

ha intrapreso lo studio del Contrabbasso, presso il Conservatorio de L’Aquila sotto la guida di Vincenzo Bellini e successivamente con Giancarlo De Frenza, diplomandosi brillantemente presso il  Conservatorio di Bari.

Fin dai primi anni di studio ha lavorato con gruppi classici orchestrali e da camera, coltivando esperienze anche in ambito jazzistico e nella musica contemporanea.

Dopo il diploma ha frequentato corsi di perfezionamento tra cui quello con Franco Petracchi, presso l’Accademia W. Stauffer di Cremona, e stages con Massimo Giorgi, Cameron Brown.

Nel 2003, fonda il trio “Saramago”, con il quale svolge attività di solista, dando vita ad un inedito progetto con Gianfranco Lupidii (vlno), Massimiliano Caporale (pf) e Alba Riccioni (mezzosop.)

E’ tra i fondatori dell’Italian Big Band, formazione con la quale ha tenuto centinaia di concerti in Italia e all’estero, e oltre cento dirette radiofoniche andate in onda nel corso di tre anni su i canali di RadioRai. Con questa formazione ha pubblicato tre CD per l’etichetta Fonè

Ha svolto tournèe negli Stati Uniti, Canada, Germania, Francia, Emirati Arabi Uniti, Ungheria, Argentina, Ecuador, Brasile, Turchia

Ricopre il ruolo di primo contrabbasso dell’Orchestra Città Aperta con la quale realizza incisioni di colonne sonore per il cinema.E’ anche fondatore del Quintetto Bottesini, formazione coameristica con cui ha pubblicato due compact disc per il mensile Amadeus nel 2011 e nel 2014 per l’etichetta Brilliant Classics. E’ docente presso il Conservatorio di Musica di Pescara.

 

 

 

 

MASSIMILIANO CAPORALE  

Ha studiato pianoforte diplomandosi con il massimo dei voti e successivamente ha conseguito i diplomi in composizione, direzione d’orch., musica corale e dir. di coro, strumentaz. per banda e  didatt. della musica. Si è perfezionato in direzione d’orch. con Donato Renzetti,  Umberto Cattini e Aldo Ceccato.  Ha diretto l’Orch. Sinf. Abruzzese, l’ orch. sinf. della Prov. di Bari, l’I.C.O. della Magna Grecia, la “Rossini” di Pesaro, L’Orch. e il Coro di “Fondazioni all’Opera”, la State Symph. Orch. di Adana (Turchia), l’Orch. da Cam. “L’Estro Armonico” di Firenze, La”Abruzzo Chamber Orchestra”, l’Orch. da Cam. “B Marcello”, l’Ens. Strum. del Teatro Marrucino, ecc..  E’ stato maestro collab. e assistente direttore di De  Bernart, Bellugi, Stefanelli e Pirolli in circa quaranta opere realizzate in diversi teatri italiani . Ha diretto “Ascanio in Alba” di Mozart, “La Cenerentola” di Rossini con la regia di Massimo Ranieri, “Il Libro dei Reclami” di L. Chailly, “Il Barbiere di Siviglia” di Paisiello, ecc.. In qualità di pianista svolge attività concertistica sia in Italia che all’estero (Festival Puccini di Torre del Lago, Teatro Petruzzelli di Bari, Teatro Olimpico di Roma, Teatro “Rossini” di Pesaro, Festival di Kotor (Montenegro), National Theatre di Abu Dhabi, Germania ecc.Ha suonato e collaborato con B. Canino, R. Bruson, R. Panerai, L. Serra, G.Sabbatini, N. Martinucci, Dee Dee Bridgewater, Ron, Vittorio Gassman, S. Autieri, ecc.. Dal 1996 al 1998 è pianista e arrangiatore in diverse trasmissioni su RAI radio e TV.  La sua natura eclettica si estende al jazz: dal 1993 è pianista stabile dell’Italian Big Band. Ha inciso per la Fonè e la Wide Sound. Vincitore del concorso nazionale per esami di Accompagnatore al Pianoforte nei Conservatori di Musica. Attualmente è docente titolare presso il Conservatorio di Musica “A. Casella” di L’Aquila.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Scuola di Teatro Spazio Tre presenta

 

Pericolosamente atto unico

di Eduardo De Filippo

 

con Chiara Petrella, Andrea Ricci, Fabian Casaccio

 

regia Silvio Araclio

aiuto del regista Vincenzo Macedone

 

La commedia di Eduardo, interpretata dai brillanti allievi del Corso serale di Teatro, ha ritmi travolgenti e esilaranti. E’ stata presentata con altri atti unici nello spettacolo finale del corso, “Farse” il 10 Aprile.

 

 

La Scuola di Teatro di Spazio Tre, diretta da Silvio Araclio, è al suo trentasettesimo anno di attività. Istituita infatti nel 1980, è la più antica e prestigiosa palestra di formazione teatrale d’Abruzzo. Sono attivi Corsi pomeridiani (età minima 16 anni) e Corsi serali (per adulti). Inoltre corsi per ragazzi (dai 9 anni ai 15 anni condotto da Carla Piantieri).

In questi anni la Scuola ha visto centinaia di allievi avvicendarsi sul piccolo palcoscenico dell’Associazione. Numerosi allievi di Spazio Tre sono stati ammessi e hanno frequentato le più importanti Accademie di Teatro nazionali.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi