Atletica. Allo Stadio Angelini di Chieti, lo scorso fine settimana, l’Ecologia G Giulianova ha ben figurato.

17 maggio 2017 20:270 commentiViews: 33

Nella prima prova dei Campionati di Società regionali Cadetti/Allievi di atletica leggera, svoltisi allo Stadio Angelini di Chieti, lo scorso fine settimana, l’Ecologia G Giulianova ha ben figurato mettendo a referto la migliore prestazione tecnica Cadetti e la seconda migliora prestazione tecnica cadette, più altri ottimi risultati. ARCHIVIO foto 38^ Su e giù per GiulianovaVoci interne alla società sussurravano, qualche tempo fa, di una possibile stagione esaltante, e cosi sembra essere dai primi risultati. Partiamo dai due atleti più attesi della compagine giuliese. Pierpaolo Spezialetti nel Lancio del Martello, ha scagliato l’attrezzo a 48,51 mt. migliorando il suo precedente primato di due metri. Tale misura, oltre a garantirgli l’attuale quinta posizione in Italia, gli ha permesso di realizzare la migliore prestazione Cadetti della manifestazione, con punti 869 Nel femminile, invece, Matilde Ciacci, nel Lancio del Disco, ha marcato il terreno a 32,15 m. frantumando il suo precedente record di ben quattro metri. Matilde attualmente dovrebbe essere quarta in Italia a cinquanta centimetri dalla vetta della classifica nazionale. Con tale misura ha ottenuto la seconda migliore prestazione cadette della manifestazione, con punti 865. I due ragazzi, già qualificati per i Campionati italiani di categoria, che si terranno a Cles in ottobre, si giocheranno quasi sicuramente l’ingresso nella finale che assegna le medaglie, e facendo tutti gli scongiuri del caso, potrebbero anche ambire ad un piazzamento da podio. Tra i risultati da segnalare, c’è il nuovo personale di Andrea Di Benedetto, nel salto triplo cadetti, che ha saltato 11,32 mt. Dicono che il ragazzo stia crescendo e nel corso della stagione sono sicuri che migliorerà ancora. Un altro notevole miglioramento, arriva dal settore delle velocità, con Mattia Diodati, che negli 80 mt piani, ha fatto registrare 9’93”.Il ragazzo ha confessato che ora è convinto di volersi impegnare. Se questi sono i risultati senza impegno, allora c’è da aspettarsi gradi cose nel futuro. Samuele D’Alessandro, soprannominato “calabrone atomico”, al primo anno nella categoria , e già campione regionale ragazzi di getto del peso. migliora di più di un metro, mettendo a referto un 10,95 mt. che gli vale la prima posizione nella graduatoria regionale. Chi lo vede lanciare non capisce come sia possibile che questo esile ragazzo possa lanciare cosi lontano. Lui solitamente a tali perplessità, risponde in questo modo: “Più mi dite così e più io lancio lontano, perché nonostante il mio fisico io sono un lanciatore”. Dal peso passiamo al salto in alto, dove Cappelletti Caterina, alla prime armi nella specialità e anche lei al primo anno di categoria, salta un ottimo 1,35. Anche su di lei, ci dicono, ci sono ampi margini di miglioramento se si considera che ha praticamente fatto la gara improvvisando la tecnica. Alessia De Angelis, versione giavellottista, (non ha potuto fare il triplo per impegni religiosi), ha realizzato un 21,53 mt, che le apre delle possibilità anche nei lanci e nelle prove multiple. Alessandro Di Giovanni, sui 300 si è migliorato riportando un personale di 45’50”. Alla spedizione, in più, hanno partecipato, dando il meglio di loro stessi, Martina Pizzuti negli 80m., Giulia Ruggeri nel salto in lungo, Alessandra Federico nel salto in alto e Maddalena Squillace nei 100 m.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi