ARRESTI AL COMUNE DI GIULIANOVA, TRIFONI M5S: “MOZIONE DI SFIDUCIA CONTRO IL SINDACO MASTROMAURO CHE DOVRÀ ASSUMERSI LE RESPONSABILITÀ DELLE PROPRIE SCELTE”.

24 maggio 2017 23:580 commentiViews: 53

Giulianova, lì 24.05.2017 – “In questi giorni, con l’arresto di diverse
figure apicali dell’Ente, è stata scritta una delle pagine più buie per
il Comune di Giulianova che dimostra, senza timore di smentita, che
questa Amministrazione non è stata in grado di portare avanti il proprio
compito. Proprio per questo il Movimento 5 Stelle sta depositando una
mozione di sfiducia contro il Sindaco Mastromauro che riteniamo, alla
luce di quanto accaduto, non possa più svolgere il ruolo di primo
cittadino”. Queste le parole del Consigliere comunale del M5S,
Margherita Trifoni, che ha così proseguito: “Accuse pesantissime quelle
formulate nell’ambito dell’inchiesta che ha coinvolto importanti vertici
dell’Ente: dall’ex Dirigente ai lavori pubblici ora Dirigente al
Bilancio, al Presidente della Giulianova Patrimonio per finire con l’ex
Assessore ai lavori pubblici e membro del Cda dell’Ente Porto. Tutte
figure strategiche scelte dal Sindaco Mastromauro che, evidentemente, le
aveva considerate capaci e degne di fiducia e tutte indagate, a vario
titolo, nell’ambito di una gestione degli appalti pubblici improntata a
logiche personalistiche che con i principi che dovrebbero guidare una
Pubblica amministrazione hanno ben poco a che fare.

Alla luce di questi ultimi avvenimenti – ha continuato Trifoni – il
Sindaco Mastromauro dovrebbe, piuttosto che continuare con le sue solite
passerelle a Palazzo di Città noncurante persino delle perquisizioni in
atto da parte della GdF, spiegare come mai non abbia provveduto a
chiarire la posizione del Dirigente in questione, come avevo, tra
l’altro, chiesto anche a seguito di un’altra indagine sui rifiuti in cui
la Mastropietro risulta coinvolta, e si sia, invece limitato a spostarla
in un altro settore, per giunta strategico, come quello del bilancio. E
la conseguenza di queste scelte, a dir poco inopportune, è che la
settimana prossima ci troveremo a dover approvare un rendiconto firmato
da un Dirigente inquisito per reati contro la Pubblica Amministrazione e
ad approvare un bilancio redatto dallo stesso Dirigente. Senza
dimenticare, poi, il ruolo che il Comune svolge all’interno dell’Ente
Porto e delle funzioni, importantissime, assegnate alla Giulianova
Patrimonio. Una serie lunghissima di decisioni infelici del Sindaco
Mastromauro che non è stato assolutamente in grado di scegliere persone
di fiducia valide da porre alla guida dei settori strategici dell’Ente e
che, come al solito, produrranno conseguenze gravissime per l’Ente e per
i nostri cittadini. Decisioni di cui il sindaco deve, oggi, assumersi
tutta la responsabilità, visto che ha preferito, come nel caso della
lottizzazione del Lido Le Palme, uno dei principali punti dell’indagine,
andare avanti per la sua strada senza tenere conto delle giuste
osservazioni di chi, come la sottoscritta, avrebbe voluto una maggiore
attenzione e valutazione su aspetti che apparivano controversi.

Proprio per questo – ha concluso Trifoni – riteniamo indispensabile
procedere con una mozione di sfiducia nei confronti del Sindaco che
depositeremo nelle prossime ore, perché è evidente che questa
Amministrazione non sia più in grado di governare e che il Sindaco
Mastromauro abbia fallito gran parte delle sue scelte come primo
cittadino ed è, pertanto, giusto che ne risponda di fronte all’intera
cittadinanza”.

Il Consigliere comunale M5S Giulianova – Margherita Trifoni

Sala consiliare del Comune di Giulianova

Sala consiliare del Comune di Giulianova

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi