Italianostra: Comunicato nella ricorrenza del secondo anniversario dall’abbattimento della Filanda Giammaria

26 aprile 2017 22:580 commentiViews: 24

FILANDA GIAMMARIA: DUE ANNI FA IL VERGOGNOSO ABBATTIMENTO

AD OGGI UNA  DELIBERA COMUNALE DI INTENTI PER EVITARNE LA CEMENTIFICAZIONE

NECESSARIA UNA NUOVA INTERLOCUZIONE CON LA REGIONE ABRUZZO

 

DUE ANNI FA, IL 24 APRILE 2015, LA CITTÀ DI PESCARA SI “LIBERAVA” DELLA FILANDA GIAMMARIA,

abbattendo, sotto gli occhi di tantissime associazioni, studiosi, cittadini, gli edifici storici (alcuni anche protetti a fini di conservazione), ultimi segni memoriali di una nobile storia industriale, culturale, di emancipazione femminile della città. Un pezzo di anima pescarese. Come se venisse  cancellato il quartiere dei  pescatori.

Il Comitato Pro-filanda, che da allora continua a lottare per  impedire la colata di cemento prevista nel luogo ad ulteriormente asfissiare i colli pescaresi, deve registrare, a due anni di distanza: – in positivo, l’aggregazione sempre più ampia di associazioni culturali, ambientali e di donne che partecipano alla “resistenza” contro la cancellazione memoriale del luogo, per  farlo divenire centro pubblico di aggregazione sociale e  documentazione storica del lavoro femminile cittadino, recuperando dal degrado anche il protetto “casino di caccia” settecentesco;-  in negativo, la lentezza delle decisioni comunali nel merito. Che vedono, comunque finalmente in positivo, l’approvazione di una delibera di consiglio comunale, in cui si sottoscrive la volontà della maggioranza di evitare la costruzione di quei palazzoni. Pur senza attuare, per ora, la scelta di aree sostitutive …!

Si è pertanto in attesa di ulteriore interlocuzione con la Regione Abruzzo, che confermi quanto si era impegnata a fare per salvare questo luogo dell’anima pescarese, e ci auguriamo avvenga al più presto..

E’ con queste aspettative, quindi, in parte deluse in parte soddisfatte, che iniziamo il terzo anno di lotta e di sensibilizzazione, decisi a difendere, fino all’ultimo, il respiro storico e culturale di questa città, con la determinazione resiliente di chi sa che le radici della memoria sono insostituibili per evitare di essere coinvolti dalle insensatezze dei tempi travolgenti che ci tocca vivere.

E già diamo appuntamento a iniziative pubbliche per il mese di maggio, a cui inviteremo la cittadinanza tutta.

Associazioni aderenti al Comitato:

ITALIA NOSTRA, INU-ABRUZZO E MOLISE, SPI–CGIL e CGIL Territoriale, AMICI DELLA FILANDA, SPAZIO DONNA, F.A.I. Abruzzo, ASSOCIAZIONE MILA DONNAMBIENTE, UDI Pescara, DIPARTIMENTO di ARCHITETTURA-Università D’Annunzio, COMMISSIONE PARI OPPORTUNITA’ del Comune di Pescara, COMITATO “OLTRE IL GAZEBO”- NO FILOVIA, ASSOCIAZIONE “LIBERTÀ E GIUSTIZIA”, ASSOCIAZIONE “VILLE E PALAZZI DANNUNZIANI”, COMITATO ABRUZZESE PAESAGGIO, COMITATO 20.000 m3,  PESCARABICI, CARROZZINE DETERMINATE, STOP AL CEMENTO, ACCADEMIA MUSICALE PESCARESE, A.N.F.E. Delegazione Provinciale di Pescara.

Adesioni personali del mondo accademico, culturale, sindacale, politico:

 

Oriano Notarandrea, Angela Maria Appignani, Antonello De Berardinis, Stefania Sant’Angelo, Anna Teresa Rocchi, Geremia Mancini, Loredana Di Paola, Camillo Chiarieri, Roberto Ettorre, Piero Rovigatti, Lisa Celeste, Isabella Micati, Alessandro Nosenzo, Irida Gjergjy, Walter Caratelli, Giacomo Salario, Ivano Sabatini, Andrea D’Emilio, Caterina Artese, Alessandra Rossi, Stefania Di Labio, Cinzia Rossi, Anna Rita Rossini, Emilia Di Nicola.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi