Giulianova. PD: per la chiusura dei reparti chiesto un incontro con il manager ASL Fagnano preoccupati per le eventuali conseguenze che potrebbero ripercuotersi sul territorio.

12 Aprile 2017 22:380 commentiViews: 19

Il Partito Democratico giuliese e il gruppo consiliare, a seguito delle notizie di soppressioni e chiusure relativi a reparti del nosocomio giuliese e a diversi servizi sanitari apparse su vari organi di stampa, ha prontamente chiesto un incontro con il manager ASL Fagnano preoccupati per le eventuali conseguenze che potrebbero ripercuotersi sul territorio.

PD ABRUZZO

PD ABRUZZO

A detto incontro, che si è svolto oggi pomeriggio alle 16:00 presso la Asl di Teramo, ha partecipato anche il Segretario Provinciale PD, Gabriele Minosse.

Il PD locale, confermando la propria linea di condotta sulla difesa dell’Ospedale di 1° livello sulla costa, ha voluto accertarsi direttamente sul futuro della sanità locale anche per offrire una visione chiara che possa rassicurare la cittadinanza. Infatti, dall’incontro si è evinto con chiarezza che nessun reparto e/o servizio verrà soppresso e che non ci sarà nessuna chiusura ma solo una riorganizzazione, come da delibera regionale 79/2016 del 21 07 2016 sul riordino della rete ospedaliera in ambito regionale. La riorganizzazione riguarderà tutti i presidi ospedalieri abruzzesi in un ambito di maggior efficienza e fruibilità. Ad oggi presso l’Ospedale Civile di Giulianova è presente un Primario in Medicina Generale e presto verrà indetto un concorso per un primario in Cardiologia UTIC e un altro per il reparto di Lungodegenza, in modo che da unità semplici questi reparti possano passare ad unità complesse. Il manager ha spiegato che sono stati già affidati incarichi per le Unità Ospedaliere Semplici e Dipartimentali (UOSD) di Pronto Soccorso, Anestesia, Chirurgia e Nefrologia; inoltre, per ottenere un riassetto completo dell’ospedale giuliese, saranno affidati nuovi incarichi per le Unità Semplici e Dipartimentali mancanti quali Oncologia, Chirurgia Generale, Ortopedia, Traumatologia e Radiologia.

Per quanto concerne i servizi sanitari, per i quali i recenti comunicati stampa paventavano una chiusura certa, anch’essi verranno coinvolti nel piano di riordino e, così il Sert di Giulianova in particolare, continuerà ad essere attivo ed anzi, diventerà SERT UNICO aziendale. Allo stesso modo il Laboratorio Analisi dell’Ospedale continuerà a svolgere la propria funzione e servizio.

Il Partito Democratico giuliese, con senso di responsabilità e determinazione, da più di un anno agisce per coinvolgere i nostri rappresentati regionali in tali problematiche. Coerentemente con il proprio piano d’azione incontrerà il prossimo 19 aprile a Pescara il Presidente Luciano D’Alfonso e l’Assessore Silvio Paolucci per ribadire con forte determinazione le esigenze di un intero territorio e per far valere la posizione, assunta da sempre, di difesa del plesso ospedaliero giuliese che rappresenta le necessità di un’area vasta come la costa teramana.

Il Pd locale esprime la propria volontà a farsi portavoce dei bisogni della popolazione della costa e non solo, dichiara, inoltre, di essere pronto a forme democratiche di protesta insieme a tutti coloro che hanno a cuore queste importanti tematiche sulla sanità.

 

 

 

Il Segretario dell’Unione Comunale                                                            Capo Gruppo Consiliare Pd

                     Gabriele Filipponi                                                                   Federica Vasanella

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi