Collezione Giuseppe Iannaccone | La Triennale di Milano | Italia 1920-1945. Una nuova figurazione e il racconto del sé – conferenza stampa 31 gennaio 2017, ore 11.30

26 Gennaio 2017 19:280 commentiViews: 37
Image

COLLEZIONE GIUSEPPE IANNACCONE

 

ITALIA 1920-1945
UNA NUOVA FIGURAZIONE

E IL RACCONTO DEL SÉ 

CONFERENZA STAMPA

MARTEDÌ 31 GENNAIO ORE 11.30

LA TRIENNALE DI MILANO

Image

Clarice Pecori Giraldi, Vicepresidente della Triennale di Milano e Giuseppe Iannaccone
hanno il piacere di invitare alla conferenza stampa della mostra

ITALIA 1920-1945.  Una nuova figurazione e il racconto del sé

A cura di Alberto Salvadori e Rischa Paterlini
Direzione artistica di Edoardo Bonaspetti

 

Intervengono:

Clarice Pecori Giraldi, Vicepresidente della Triennale di Milano
Giuseppe Iannaccone, Collezionista
Edoardo Bonaspetti, Curatore Triennale Arte
Rischa Paterlini e Alberto Salvadori, Curatori della mostra

 

La Triennale di Milano e Giuseppe Iannaccone sono lieti di annunciare Italia 1920-1945. Una nuova figurazione e il racconto del sé, una mostra a cura di Alberto Salvadori e Rischa Paterlini – curatrice della Collezione Giuseppe Iannaccone – promossa dalla Fondazione Triennale di Milano e da Giuseppe Iannaccone, parte del programma del Settore Arti Visive della Triennale diretto da Edoardo Bonaspetti.
La mostra, che aprirà dal 1 febbraio al 19 marzo 2017, espone per la prima volta in pubblico una selezione di 96 opere realizzate tra il 1920 e il 1945 della collezione privata dell’Avvocato Giuseppe Iannaccone, acquisite e scelte personalmente dal collezionista nel periodo compreso tra il 1992 – anno del suo primo acquisto – e il 30 novembre 2016.

print
Condividi:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi