1

Torna il calendario CAI 2017: un’emozione lunga 12 mesi attraverso gli scorci più belli della montagna teramana

 

TERAMO – Gli scorci più suggestivi della montagna teramana tornano ad incantare nel calendario fotografico CAI 2017. Si rinnova la collaborazione tra la sezione teramana del Club Alpino Italiano “Gran Sasso d’Italia” e il Consorzio BIM Vomano-Tordino di Teramo per la realizzazione dell’iniziativa di valorizzazione e tutela dell’ambiente montano.

Il calendario è pensato per diffondere la conoscenza e la cultura della montagna – ha affermato il presidente del CAI, Gennaro Pirocchi, nel presentare la pubblicazione-. La filosofia alla base del progetto è legata alla dimensione del viaggio come esperienza di esplorazione e scoperta continua: quell’irrinunciabile “andare per monti” che, proprio nell’asprezza delle vette e dei sentieri meno battuti, racchiude tutto il suo fascino”.

Scatti al naturale che colgono l’essenza dei luoghi, sempre fortemente emozionali. Anche la selezione fotografica del calendario CAI 2017 nasce dalla volontà di valorizzare il talento di appassionati di montagna e fotografi non professionisti. Il calendario è stato allestito con una selezione dei migliori scatti inviati dai soci. In particolare, hanno collaborato all’edizione 2017: Luigi De Angelis, Mario Di Basilio, Alfonso Di Ottavio, Erika Iampieri, Paolo Iacovoni e Gennaro Pirocchi, che ha curato anche il coordinamento editoriale del progetto.

La pubblicazione – ha sottolineato il presidente del Bim, Franco Iachettiè avvenuta anche quest’anno con il contributo del consorzio in virtù di una convenzione siglata a livello nazionale tra il Club Alpino Italiano e la Federazione dei Consorzi di Bacino Imbrifero montano, la Federbim”.

Il calendario sarà presentato ufficialmente domani sera, 16 dicembre, alle 20.30, in occasione della cena sociale di fine anno al ristorante “Parco dei Piceni” di Campovalano di Campli. Durante la serata saranno consegnati gli attestati di partecipazione ai 22 iscritti al XVI corso di escursionismo base e lo spillino d’oro del Cai a cinque soci “storici”, che quest’anno festeggiano il venticinquennale: Gianfranco Cocciolito, Licia Cepparulo, Luigi Cantera, Silvio De Maggi e Vincenzo Di Nanna.

Sabato 17 dicembre, a conclusione delle celebrazioni del centenario dalla fondazione della sezione teramana, alle ore 17, nella Sala Polifunzionale della Provincia sarà presentato  il volume “CAI sezione Teramo: gli esordi” di Silvio di Eleonora(Ricerche&Redazioni Editore, 2016).  Dopo i saluti dei rappresentanti istituzionali di Comune, Provincia, Ente Parco, Regione Abruzzo e dei vertici CAI – il presidente del CAI Abruzzo, Gaetano Falcone, il presidente nazionale della commissione Tam, Filippo Di Donato, il consigliere centrale Eugenio Di Marzio e il presidente della sezione teramana Pirocchi –  interverranno all’incontro, moderato dal presidente dell’Ordine dei giornalisti d’Abruzzo, Stefano Pallotta, l’autore e Luigi De Angelis, past president della sezione “Gran Sasso d’Italia”. Il libro raccoglie immagini storiche, documenti inediti e i racconti di quanti hanno contribuito a scrivere il primo secolo di storia della sezione teramana.

 

Tutte le foto del calendario CAI 2017 sono disponibili al seguente link:

https://drive.google.com/folderview?id=0B6hU4w-ohnn8TGNNakdtRFJJVEU