TERAMO. Ordinanza Cimiteri per la riapertura.

5 Dicembre 2016 22:500 commentiViews: 45
IL SINDACO

     Considerato l’evento sismico del 30 ottobre 2016, caratterizzato da scosse in breve successione e di magnitudo variabile, anche elevata;
     Considerato che in data 30 ottobre 2016 è stato attivato il Centro Operativo Comunale (C.O.C.) secondo le previsioni del vigente Piano di Protezione Civile;
     Vista la precedente Ordinanza n. 281 del 30/10/2016 con cui si disponeva, tra l’altro, la chiusura dei cimiteri urbano e frazionali fino alla esecuzione di verifiche approfondite sulle strutture e sui percorsi;
     Visti gli esiti delle verifiche trasmessi in data 31/10/2016 via mail dalla direzione tecnica della Te.Am. Teramo Ambiente S.p.a. rispettivamente per il cimitero urbano, prot. Te.Am. n. 21596 del 31/10/2016, a firma dell’Arch. Alejandro Bozzi e dell’ing. Raffaele Bergamante e per i cimiteri frazionali, prot. Te.Am. n. 21602 del 31/10/2016, a firma dell’ing. Andrea Manente;
     Preso atto che, per quanto riguarda il cimitero urbano, si riscontrava l’inagibilità dell’ingresso principale, unitamente agli edifici storici per cappelle porticate adiacenti ad essi ed ubicate nel lato ovest ed est del cimitero monumentale, nonché della proprietà della Confraternita del Carmine;
     Preso atto che, per quanto riguarda i cimiteri frazionali, si certificava la fruizione in sicurezza dei soli cimiteri Caprafico, San Nicolò a Tordino e Miano;
     Premesso che con precedente ordinanza n. 306 del 31/10/2016 si provvedeva pertanto a riaprire al pubblico parte del cimitero urbano di Cartecchio ed i cimiteri frazionali di Caprafico, San Nicolò a Tordino e Miano;
     Premesso che con successiva ordinanza sindacale n. 308 del 3/11/2016 si disponeva la riapertura al pubblico del cimitero frazionale di Poggio Cono;
     Premesso che con successiva ordinanza sindacale n. 337 del 4/11/2016, stante il peggioramento delle condizioni, si disponeva una nuova chiusura al pubblico del cimitero frazionale di Miano;
     Vista la successiva nota , a firma dell’Ing. Andrea Manente, rimessa alla Te.Am. S.p.a. ed acquisita al prot. Te.Am . 21982 del 07/11/2016, in cui, a seguito di ulteriori eventi sismici, si dichiarava la possibilità di riaprire al pubblico i soli cimiteri di San Nicolò, Poggio Cono e Caprafico;
     Visti gli esiti dei sopralluoghi delle squadre della Protezione Civile del 21/11/2016 e segg. e relative schede A.E.D.E.S. compilate;
     Ritenuto necessario disporre, al fine di ripristinare la fruibilità dei cimiteri urbano e frazionali, per garantire la continuità nella erogazione dei servizi cimiteriali, di rilevante interesse pubblico;
     Sentito il Dirigente Comunale del V Settore, Ing. Remo BERNARDI;
     Visto l’art. 54, secondo comma, del D.Lgs. 267/2000;

ORDINA

Alla Te.Am. Teramo Ambiente S.p.a., con riferimento alle schede A.E.D.E.S. compilate, per tutti i cimiteri, da tecnici del Dipartimento di Protezione Civile:

1)     la riapertura alla pubblica fruizione dei cimiteri dichiarati avere esito “A” – agibile, ovvero delle porzioni di cimiteri aventi esito “A”, limitatamente a queste ultime e previa realizzazione e messa in sicurezza dei percorsi pedonali e della necessaria cartellonistica di indicazione nonché di tutti gli apprestamenti necessari;
2)     la effettuazione immediata di tutti gli interventi, relativi alle parti dei cimiteri comunali aventi esito “B” – temporaneamente inagibile ma agibile con provvedimenti di pronto intervento,  secondo le indicazioni e disposizioni del Dipartimento protezione Civile riportate nelle singole schede relative a ciascun cimitero – sezione “provvedimenti urgenti” del modello GP1 e sinteticamente riepilogate nell’allegato prospetto;
3)     La successiva riapertura alla pubblica fruizione dei cimiteri frazionali delle parti tornate agibili con provvedimenti di pronto intervento, previa esecuzione dei necessari lavori di riparazione/ripristino, la cui certificazione di regolare esecuzione, comprensiva dei costi a consuntivo, sarà trasmessa al Sindaco a cura della Te.Am. s.p.a. progressivamente all’avanzamento dei lavori stessi, al fine di procedere al dovuto rendiconto delle somme alle strutture di protezione civile sovraordinate;
DISPONE
–     Che il presente provvedimento sia pubblicato sull’Albo Pretorio Online di questo Ente e sul sito on line del Comune di Teramo;
–     La notifica della seguente Ordinanza:
     Al Presidente della Te.Am. Teramo Ambiente S.p.a.;
     Al Sig. Prefetto dell’ufficio Territoriale del Governo di Teramo;
     Al Sig. Presidente dell’Amministrazione Provinciale Teramo;
     Al Sig. Questore di Teramo;
     Al Sig. Comandante del Comando Provinciale Carabinieri di Teramo;
     Al Sig. Comandante del Comando Provinciale V.V.F. Teramo;
     Al Comando della Polizia Municipale Teramo;
     Al Dirigente del Settore V Ufficio Tecnico Comunale;
     Al Responsabile della Protezione Civile c/o Ufficio Territoriale del Governo di Teramo

IL SINDACO
Maurizio Brucchi
Sul presente provvedimento si esprime, ai sensi dell’art. 147 bis del Decreto Legislativo 267/2000, parere di regolarità tecnica, attestando la regolarità e la correttezza dell’azione amministrativa.

Il Dirigente V Settore
(Ing. Remo Bernardi)

print
Condividi:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi