“FUTURE DAYS FEST”, festival su futuro e innovazione Domani si discute di cibi alternativi e nuovi modelli produttivi Manifestazione in calendario il 9 e 10 dicembre a Pescara

9 dicembre 2016 19:400 commentiViews: 24
 
PESCARA, 9 dicembre 2016 – Il futuro del cibo e un nuovo modello produttivo che possa essere sostenibile per tutti gli abitanti della Terra rispondendo, al tempo stesso, al boom di allergie e intolleranze alimentari. La presentazione di prodotti alternativi come la spirulina, le meduse, farine e derivati di insetti e persino le ricette consumate durante la missione spaziale di Samantha Cristoforetti. Il secondo e ultimo giorno del Future Days Fest, domani, sabato 9 dicembre 2016, è dedicato all’esplorazione del cibo del futuro che, in un domani non troppo lontano, potremmo trovare sulle nostre tavole.
La prima rassegna dedicata all’innovazione, alla scienza e alla fantascienza, all’arte digitale e alle moderne frontiere del web, organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Pescara guidato da Giovanni Di Iacovo, con la direzione artistica di Lucia Zappacosta, è in calendario oggi, venerdì 9 dicembre, e domani, sabato 10 dicembre 2016 a Pescara. Il Future Days Fest, indicato da Trivago tra gli eventi di punta del Natale a Pescara e in Italia, si svolge nell’area del mercato coperto di piazza Muzii. Dopo aver indagato l’evoluzione dell’amore ai tempi del web, dei social e delle app, gli incontri di domani si concentreranno sui temi dell’alimentazione alternativa. Nomi di spicco come lo chef degli astronauti Stefano Polato, l’autrice di Superquark Elisabetta Bernardi, la giornalista Eleonora Cozzella e Giovanna Cadoni, imprenditrice di Microvita, prima azienda italiana specializzata nell’allevamento di insetti, confronteranno esperienze e proposte concrete per orientare la dieta del futuro verso la riduzione degli sprechi e per individuare modelli alternativi.
Il Future Days Fest apre i battenti al mattino con i laboratori creativi di elettronica e pensiero computazionale (dalle 10,30 alle 12,30) per bambini e ragazzi dai 6 ai 16 anni che, previa iscrizione, potranno avvicinarsi al mondo del coding e alla saldatura e imparare i segreti di Arduino, l’hardware low cost made in Italy oggi utilizzato nell’ambito della robotica e dell’hobby casalingo per creare piccoli dispositivi come controllori e sensori di luci, circuiti per motori, temperatura e umidità. Tra i workshop, le performance artistiche interattive di Lorenzo Kamerlengo, in collaborazione con Dharma Digilab, e incontri a tema sullo sfondo di installazioni video e dj set, proseguiranno al primo piano della struttura i laboratori sperimentali e la fiera dell’innovazione con oltre 15 aziende disposte nei box del mercato che presenteranno (dalle 15,30 alle 16,30) la loro idea a colpi di pitch di 10 minuti e risponderanno alle domande del pubblico. A partire dallo show cooking gratuito dello chef Christian Di Tillio (dalle 16,30 alle 17,30) che delizierà i bambini con la preparazione e l’assaggio di una merenda senza glutine, il discorso si sposterà sui problemi legati al cibo: dalle intolleranze e allergie alimentari fino ad esaminare l’introduzione nella cucina del futuro di prodotti come la spirulina, gli insetti o le meduse. Alla tavola rotonda (17,30 alle 19,00) partecipano la biologa e nutrizionista Elisabetta Bernardi, autrice e conduttrice della trasmissione televisiva di RaiUno Superquark, la giornalista di Repubblica e L’Espresso Eleonora Cozzella, l’imprenditrice Giovanna Cadoni che, in provincia di Bologna, gestisce Microvita, azienda lanciata nella ricerca e nell’allevamento di diverse specie di insetti, il segretario nazionale dell’associazione Marevivo Maria Rapini, la giornalista e conduttrice di Rete 8 Jennifer Di Vincenzo, il presidente di Slow Food Abruzzo Eliodoro D’Orazio e il presidente della commissione Commercio al Comune di Pescara Piero Giampietro che discuterà dei Gruppi di acquisto solidale per prodotti a chilometro zero.
L’incontro di punta della seconda giornata (dalle 19,00 alle 20,00) avrà come protagonista Stefano Polato dell’azienda di Torino Argotec che ha curato la dispensa degli astronauti dell’Agenzia Spaziale Europea e, in particolare, ha realizzato i cibi portati con sé da Samantha Cristoforetti durante la missione “Futura”. A seguire l’aperitivo “futurista” AperiFuture con dj set in sottofondo e l’installazione video “Parts” all’esterno del mercato coperto realizzata da Lorenzo Kamerlengo, artista specializzato nello sviluppo di nuove forme di espressione utilizzando strumenti musicali e interface interattivi. Lo spazio riservato alla fantascienza si apre con il concorso internazionale di cortometraggi denominato “Future World – Il mondo tra 30 anni”. Per chi intende cimentarsi con la pratica del body scan è in programma il laboratorio “3D Fruits Body Scan – Dagli atomi ai bit e viceversa” (dalle 20,30 alle 22,00) durante il quale i visitatori potranno ricavare opere d’arte dalla scansione tridimensionale di parti del corpo umano o dalla frutta.
La manifestazione si chiude con i ritmi dell’elettronica (dalle 23,00 in poi) con il live set del gruppo We are Waves. Tematiche cupe della stagione dark-wave (Cure, Joy division e Sisters of Mercy) incontrano il synth-pop e l’electronic body music per il gran finale della seconda edizione del Future Days Fest.
Il programma completo del Future Days Fest è su http://www.futuredaysfest.it/

 
print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi