Terremoto. Sgomberata la Rianimazione dell’Ospedale di Atri, dopo la forte scossa di terremoto delle 7:31.

30 Ottobre 2016 20:430 commentiViews: 28

 

 

Dopo la forte scossa di terremoto che si è verificata intorno alle 7:30 di stamattina, presso la Rianimazione dell’Ospedale di Atri si è aperta una crepa che ha allarmato il personale sanitario. Sul posto, il Direttore Generale, il Direttore Sanitario e l’Assessore Regionale alla Sanità, immediatamente intervenuti, hanno richiesto subito l’intervento dei Vigili del Fuoco, i quali hanno verificato che non si sono verificati danni strutturali ma che, a scopo precauzionale, fosse il caso di liberare i 4 posti letto che erano occupati.

Così, due pazienti già in fase di “svezzamento” sono stati ritrasferiti nei loro Reparti di provenienza (Medicina e Chirurgia), mentre gli altri due sono stati trasportati uno alla Rianimazione di Giulianova e l’altro in quella di S. Omero.

In considerazione del fatto che un Ospedale senza Rianimazione non potrebbe più garantire il normale prosieguo di tutti i servizi sanitari e, in particolare, dei Reparti chirurgici, la Direzione Generale della ASL ha deciso di utilizzare i 4 letti dell’UTIC, che era stata dismessa poco tempo fa ma che ancora conserva tutte le attrezzature necessarie ad una terapia intensiva, trasformando quei locali e quelle attrezzature in un Reparto di Rianimazione.

Già nel pomeriggio di oggi le operazioni di riapertura del Reparto saranno concluse, in modo da garantire che tutte e attività sanitarie dell’Ospedale di Atri continuino senza interruzione alcuna.

 

Direzione Generale

ASL Teramo

Teramo 30.10.2016

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi