“GIULIANOVA 365” “Polifemo e l’oculista!”

9 Settembre 2016 17:520 commentiViews: 36

 

E’ molto triste assistere ad attacchi degli Assessori alle categora dei commercianti Giuliesi. Evidente che uno dei due è di troppo!

365

365

Siamo alla fine dell’Estate e come promesso poniamo un po di questioni per tirare le somme e decidere come comportarci in attesa della “batosta autunnale” dei Tributi del Comune di Giulianova:

  1. Eventi di strada: un Comune moderno e trasparente sarà sicuramente pronto a dare informazione di quante bancarelle si sono posizionate sulle strade e sulle piazze Giuliesi, da Giugno a Settembre. Che sia chiaro una per una e per tutti i giorni della stagione!
  2. Introiti: per ogni bancarella, banco spinatrice e similari, il Comune fornirà analitico dettaglio di quanto ha incassato. Che sia chiaro non ci riferiamo alla sola occupazione suolo pubblico. Vogliamo sapere quanto hanno dovuto realmente pagare le bancarelle per stare sul territorio Giuliese (un Comune mica fa beneficenza negli affari, semmai introita dagli “affaristi” per fare beneficenza!)
  3. Associazioni di Categoria: Visto che tra gli Amministratori ci sono anche rappresentanti delle Associazioni (Confesercenti, Cna, ecct), gli stessi vorranno rendere pubblici i motivi per i quali le bancarelle hanno dovuto pagare “un tot a serata” alle Associazioni per stazionare sulle strade di tutti i Cittadini e Commercianti Giuliesi! E a fronte di quali servizi! Vogliamo sapere quanto è stato incassato dalle Associazioni e quanto è stato girato al Comune e quindi ai suoi Commercianti stabili (per ogni bancarella e per tutti i giorni).
  4. Associazioni Culturali: Il Comune vorrà renderci edotti di quali bandi e gare sono stati fatti per affidare buona parte delle serate della Estate Giuliese alle solite Associazioni Culturali e quanto ha preteso dalle stesse. Vorrà anche spiegare perché non ha coinvolto in gara Associazioni diverse, visto che la concorrenza permette di migliorare i servizi. In qualsiasi Comune che si rispetti se si concede opportunità di business sulla strada il Comune ha obbligo di farsi remunerare (e non si parla della occupazione di suolo pubblico). Se no la Corte dei Conti potrebbe arrabiarsi?
  5. La tassazione: alla affermazione secondo cui la CNA ha “certificato” che la tassazione a Giulianova non è più alta che altrove rispondiamo: e che la  CNA è l’Agenzia delle Entrate o il Ministero delle Finanze? Da quando in qua la CNA “certifica”? Sarà un parere competente, ma come lo sono i 900.000 commercialisti italiani!

Nella risposta sulla CNA sarà utile fornire i nomi e cognomi dei suoi rappresentanti, con le cariche politiche che hanno sul territorio, per una valutazione sulla piena indipendenza!

Allora se le opposizioni fanno il loro mestiere e chi governa fa il suo, lasciateci fare il nostro: Restiamo in attesa di avere tutte (leggasi tutte!) le informazioni richieste anche se ognuno di noi molte delle risposte le conosce già!

PS: a titolo indicativo fornite anche l’esempio di quanto costa l’occupazione suolo pubblico di una intera piazza centrale a Giulianova (senza delimitazioni e h24 si intende!) Così giusto per capire cosa dovranno fare gli altri fessi di Commercianti per la stagione prossima!

Polifemo aveva un solo occhio e ci viene il dubbio che non funzionasse tanto bene!

G365

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi