Teramo e Provincia

Pesca illegale tra Pineto e Silvi – 2 sequestri della Guardia Costiera

 

 

Il personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Silvi nel corso di una operazione complessa  notturna nell’ambito delle attività di controllo sulla filiera ittica e di quelle poste in essere per la stagione estiva  c.d. operazione “Mare Sicuro 2016” coordinate a livello regionale dal Capitano di Vascello Enrico MORETTI – Comandante della Direzione Marittima di Pescara – ed a livello provinciale dal Tenete di Vascello Giovanni Paolo Arcangeli Comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova – ha portato al sequestrato di due attrezzi da pesca abusivi e di 10 chili di pescato frutto di pesca illegale svolta nell’ambito delle acque antistanti i Comuni di Silvi e Pineto in prossimità dell’Area Marina Protetta “Torre del Cerrano”.

I controlli svolti sia a terra che a mare sono iniziati alle ore 3.00 ed hanno consentito, alle prime luci dell’alba di sorprendere un pescatore di frodo intento a salpare  due reti da pesca della lunghezza di circa 200 metri ciascuna. All’abusivo pescatore, oltre al sequestro delle reti è stata comminata una sanzione di 1000 euro. Il prodotto ittico catturato dopo il giudizio di idoneità al consumo umano espresso dal ASL di Teramo è stato dato in beneficienza  alla Caritas di Silvi.

Successivamente durante i controlli a terra,  presso un punto vendita sono stati sequestrati altri 25 chili di mitili senza i requisiti documentali previsti dalle norme nazionali ed internazionali. Il prodotto ittico, ancora vivo, è stato rigettati in mare ed al titolare del punto vendita è stata comminata una  sanzione di 1500 euro.

I controlli proseguiranno per garantire il rispetto della legalità in tutta la costa teramana con particolare attenzione alle acque dell’Area Marina Protetta di Torre del Cerrano dove l’attività di vigilanza non ammetterà alcuna violazione delle norme a tutela dell’ambiente e della risorsa ittica oltre che di quelle a garanzia della sicurezza della navigazione e salvaguardia della vita umana in mare.

Giulianova, lì 18 agosto 2016

image_pdfimage_print
Condividi:

One Comment

  1. Angelo RUBERTO

    L’attività di sfruttamento ittico dei nostri mari ormai da molti anni viene sospesa e, riguarda i sistemi d pesca denominati:strascico, divergenti, sfogliare rapide, reti gemelli a divergenti, e, non riguarda i pescherecci che operano nelle acque oceaniche e fuori degli stretti. Il fermo pesca viene effettuato allo scopo di consentire e rafforzare la tutela delle risorse ittiche, garantire un migliore equilibrio tra le risorse ittiche e l’attività di pesca. Il decreto di sospensione di competenza Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali porta la data del 7 luglio e, per quanto riguarda le nostre zone cioè da Pesaro a Bari durerà per 42 giorni consecutivi a cominciare dal 16 agosto.

    Entro la data del 16 agosto i proprietari/armatori delle unità da pesca interessate al fermo biologico devono consegnare alle Capitanerie di Porto/Uffici Marittimi dei porti base i documenti del motopesca cioè, licenza di navigazione, ruolino di equipaggio, licenza di pesca, libretto carburanti. Con apposito e, diverso decreto ministeriale verrà stabilita l’entità dell’aiuto economico spettante ai lavoratori della pesca interessati al fermo. Normalmente gli armatori/proprietari dei motopesca utilizzano il periodo del fermo pesca per effettuare lavori ordinari di manutenzione dell’imbarcazione e, nel caso di necessità di trasferimento dell’unità in altro porto per l’effettuazione dei lavori, l’armatore dovrà sbarcare gli attrezzi pesca prima del viaggio di trasferimento dell’unità o farsi apporre i sigilli dall’autorità marittima del porto base del motopesca stesso.

    L’autorizzazione al trasferimento è rilasciata dalle autorità marittime per il tempo strettamente necessario a raggiungere il porto di esecuzione dei lavori. Il decreto è stato pubblicato sul sito internet del ministero delle politiche agricole e forestali, su quello delle Capitanerie di Porto e pubblicato sulla gazzetta ufficiale.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.