Montepagano. Borgo Divino: per la più longeva manifestazione enologica d’Abruzzo il D.Oneorganizza percorsi a tema con i vini subacquei

26 luglio 2016 22:490 commentiViews: 44

, le DOCG Colline Teramane, gli affinati in anfora e un ingrediente tutto da scoprire: il plancton marino

 



Per noi l’estate è profumo di rose selvatiche, erba tagliata, raggi che scaldano, campi di papaveri, margherite e lupinelle, grilli della sera, rumore di risacca” Davide Pezzuto  #amolestate

 

Il borgo medioevale che affaccia sull’Adriatico teramano  torna ad aprire le sue porte per la più antica manifestazione enologica d’Abruzzo (45° edizione) e, insieme al D.One, propone tre cene gourmet  preparate dallo chef stellato Davide Pezzuto.

Cena a base di pesce in abbinamento al vino protagonista della prima serata, Abissi, lo spumante “subacqueo” affinato in mare a 60 metri di profondità. Lo chef Davide Pezzuto preparerà un piatto con plancton vegetale. Talk in diretta con il produttore Piero Bisson ed i suoi subacquei cantinieri.  Approfondimenti del giornalista Antonio Paolini (guida I Vini dell’Espresso). Nella seconda serata il vino Montepulciano delle Colline Teramane DOCG colora le tele dell’artista Arianna Greco. Esibizione di arte enoica (pittura con il vino), accompagnata da piatti a base di prodotti abruzzesi d’eccellenza, in abbinamento i vini delle Colline Teramane DOCG e di altre cantine d’Abruzzo. Un nenù siciliano abbinato a vini in anfora siciliani ed abruzzesi è la proposta della terza serata, con Cristian Pellegrini che presenterà la storia dei vini in anfora e ci aiuterà a conoscere l’azienda teramana Savini che affina in anfora dentro l’Abbazia di Propezzano.

Fra gli ingredienti utilizzati, il plancton marino: alimento esclusivo e prodotto da un’unica azienda europea  che contiene minerali essenziali come ferro, calcio, fosforo, iodio, magnesio e potassio e, inoltre, acidi grassi omega -3, omega-6, vitamina B12, vitamina C, vitamina E.  Nel plancton si trovano composti antiossidanti che neutralizzano i radicali liberi dannosi; può essere apprezzato da chi ama i sapori del mare, inclusi vegani, vegetariani e anche persone allergiche al pesce o ai molluschi può gustarlo senza problemi.

 

Sono rimasto affascinato da questo ingrediente perchè lo identifico con l’origine della vita sul nostro pianeta e poi ho subito immaginato tutte le opportunità che mi offriva per innovare ed osare- spiega lo chef Davide Pezzuto – è ricco di sapore, assolutamente naturale e privo di allergeni tipici del pesce e dei frutti di mare. Ho ideato piatti intriganti che non vedo l’ora di far assaggi” 

 

Una occasione da non perdere, quindi, per un appuntamento che consente di visitare uno dei luoghi più suggestivi d’Abruzzo, di incontrare prodotti e produttori che stanno contribuendo a cambiare l’immagine di una terra che riesce a combinare con generosità e sapienza le antiche tradizioni pastorali con le influenze gastronomiche che gli arrivano da dominazioni francesi, borboniche e spagnole.

Il programma delle cene ai seguenti link:

http://info.donerestaurant.it/estate-2016.html

http://info.donerestaurant.it/estate2016/

https://donerestaurant.it/

 

La squadra del D.one

Nuccia de Angelis, rosetana. Laureata in Lettere classiche con una specializzazione per Archeologi preistorici e medievalisti, è vicepresidente e managing director della Dan Europe Foundation e socio della Cook Invest sas. Giornalista, ha scritto di enogastronomia, storia e medicina subacquea. Suo il progetto di recupero del borgo di Montepagano e l’idea del ristorante diffuso. Non ha mai smesso di studiare. E si vede.

Davide Pezzuto, salentino, classe 1980. A 21 anni inizia il suo viaggio nelle cucine di hotel importanti fino alla scoperta dei cibi gourmet e il lavoro nei ristoranti pluristellati come il Rossellinisdi Ravello, l’Abac di Barcellona e La Pergola di Roma, dove diventa sous-chef di Heinz Beck. Si moltiplicano le esperienze in giro per il mondo ed i piatti preparati per una clientela esclusiva, da cantanti ed attori famosi quindi le apparizioni in televisioni nazionali e straniere e l’attenzione della critica e dei media specializzati. Nel 2012 approda al Cafè Les Paillotes di Pescara e, come executive chef, conferma la stella Michelin. Poi la scoperta di Montepagano e di Nuccia De Angelis e nell’ultimo anno si è completamente dedicato al progetto del ristorante diffuso. La cucina di Davide è una fusion continua tra tradizione ed innovazione, semplicità e sperimentazione creativa. L’attenzione alle materie prime, la cura nel preservare le proprietà organolettiche degli ingredienti utilizzati, la maestria negli accostamenti, l’estro artistico, fanno di ogni suo piatto un’esperienza sensoriale indimenticabile.
Gabriele Mattucci, Capo Sommelier & Maître de sale .Già capo sommelier della famosa Enoteca Pinchiorri di Firenze, dopo un periodo nel sud della Francia ritorna in Italia per portare la sua raffinata esperienza nell’alta ristorazione nazionale, come l’Altro Vissani di Todi. Anche lui catturato dal fascino di Montepagano, ora si prende cura dei clienti del D.one

 

Montepagano 26 luglio 2016


print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi