Giulianova. Ospedale. Il sindaco replica al M5S: “Chi si è sempre battuto è il sottoscritto. Negarlo vuol dire giocare con carte truccate”.

2 Luglio 2016 18:570 commentiViews: 7

“I grillini non ancora frinivano quando, nel settembre 2009, il
sottoscritto, a tre mesi dall’elezione a sindaco, dava avvio alla
lunghissima serie di prese di posizione a tutela dell’ospedale.
Un’azione continua, serrata e senza fare sconti a nessuno, perché,
come ho sempre detto, la salute è un bene supremo e non va piegato a
miseri interessi di bottega o, peggio, a strumentalizzazioni di basso
livello. Per questo ho voluto dare vita alla speciale Commissione
consiliare sulla salute, che non ha riscontri nel territorio, chiamando a
parteciparvi anche i rappresentanti dei Comuni vicini, a prescindere che
fossero di centro-sinistra o centro-destra”.
Inizia così la replica del sindaco Francesco Mastromauro al comunicato
diffuso dal Movimento 5 Stelle in cui si addebita al primo cittadino
giuliese una scarsa attenzione nei confronti del “Maria Ss.ma dello
Splendore”.
“Negare il mio impegno vuol dire giocare con carte truccate. I consigli
comunali straordinari sulla questione, a partire da quello del 5 febbraio
2010, ma anche e soprattutto le lettere, gli incontri, i documenti
inviati, compresa l’analitica e densa relazione della Commissione
Sanità sul nostro ospedale consegnata da me, dal presidente Luigi Ragni e
da altri membri della Commissione stessa il 6 maggio 2015 al governatore
D’Alfonso, e persino le mie dure prese di posizione all’interno
del Comitato ristretto dei sindaci: troppo facile passare un colpo di
spugna su anni e anni di impegno serio, mio e di non tantissimi altri,
liquidando tutto e semplicisticamente come passerella”, prosegue il
sindaco. “Quello di Giulianova sarà, al pari di Atri e S. Omero, un
ospedale di base, mentre per Teramo è previsto un presidio di primo
livello. Questo non significa azzerare i livelli dei servizi. Tanto vero
che, come ha assicurato l’assessore regionale Silvio Paolucci, si è
provveduto a sbloccare 102 dei 228 milioni di euro di provenienza statale
per la realizzazione di 5 nuovi ospedali, tra i quali Giulianova, e presto
arriveranno le altre risorse con la parte mancante che sarà coperta dalla
Regione. In ogni caso continuerò, come sempre, a tenere alta la guardia e
non esiterò a intervenire, come d’altronde ho sempre fatto, se gli
impegni presi non verranno rispettati”.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi