In uscita la nuova edizione di “Il libro dell’amico e dell’amato” di Raimondo Lullo da me curata – Qiqajon Edizioni

7 aprile 2016 19:070 commentiViews: 41
“Il libro dell’amico e dell’amato” di Raimondo Lullo
Qiqajon Edizioni
View this email in your browser

Nel settimo centenario della morte una nuova imperdibile edizione
a cura di Federica D’Amato

L’insieme dei 357 versetti che compongono quest’opera, la più letta, tradotta e conosciuta di Raimondo Lullo – uno degli autori medievali più originali e prolifici dell’occidente cristiano – è uno dei rari esempi di poesia mistica in lingua catalana, e uno dei più rilevanti che si conservino dell’Europa medievale.

In questo volume proponiamo una nuova traduzione a cura di Federica D’Amato – l’unica basata sulla più recente edizione critica –, del Libro dell’amico e dell’amato, opera che riflette la personale esperienza mistica dell’autore e la sua passione per il confronto tra culture e fedi diverse, sbocciata in quell’osservatorio privilegiato che era l’isola catalana di Maiorca con le presenze vivaci e non conflittuali delle tre religioni monoteistiche: cristianesimo, ebraismo e islam.

Il testo rivela come l’autore sia stato influenzato dall’epica francese, dalla coeva produzione lirica in catalano, dalla mistica cristiana che stava fiorendo nel XII secolo e soprattutto dal biblico Cantico dei cantici. Vi è però anche una innegabile influenza della mistica sufi: le opere dei dervisci ispano-musulmani, con i quali familiarizzò grazie al suo studio dell’arabo, esercitarono, senza dubbio, un forte influsso in alcune delle metafore morali del Libro dell’amico e dell’amato.

L’autore pone al centro la relazione dell’essere umano, l’amico, con l’essere trascendente, l’Amato, e il legame che li unisce, l’amore. Ma al di là della lettura strettamente mistica e teologica, chiunque abbia sperimentato in sé la segreta forza dell’amore sarà commosso nell’avvicinarsi a questo libro, perché da esso si sentirà compreso e potrà riconoscervisi, scorgendo nei versetti lulliani i movimenti del proprio cuore.

Raimondo Lullo (Palma di Maiorca 1232-1316), uomo di corte, poeta, missionario francescano, mistico, alchimista, scrittore, filosofo, teologo, è uno degli autori medievali più originali e prolifici dell’occidente cristiano. A lungo incompreso dalla Chiesa ma nel 1850 riconosciuto da Papa Pio IX Beato e Dottore Illuminato.
“Domandò l’amico al suo amato se in lui fosse rimasto qualcosa da amare.

Rispose l’amato che l’amore dell’amico poteva moltiplicarsi solo nell’amare”.

(Il libro dell’amico e dell’amato, 1)

*

La curatrice, Federica D’Amato, e l’opera, saranno presentati

al Festival della letteratura di Mantova

_________________________

guarda QUI il booktrailer
per info, prenotazioni e acquisti visita la pagina delle Edizioni Qiqajon

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi