Giulianova. P.O.C.: mostra Credere la luce 6 – Sotto il manto di Maria

7 Aprile 2016 19:590 commentiViews: 215

 

La Fondazione Piccola Opera Charitas inaugura domenica 17 aprile 2016, alle ore 11.00, presso il Museo d’Arte dello Splendore di Giulianova, la mostra Credere la luce 6 – Sotto il manto di Maria, momento conclusivo di un articolato e complesso progetto facente parte a sua volta del più ampio Progetto culturale della CEI – Diocesi di Teramo Atri. L’iniziativa, che corrisponde alle finalità istituzionali della Fondazione, ha l’obiettivo di sensibilizzare artisti cartolina credere la luce 6 frontecontemporanei all’arte liturgica. I partecipanti, tutti figurativi e provenienti da diverse regioni italiane, sono stati selezionati sulla base delle loro capacità tecniche ed espressive. Per loro è stato organizzato a gennaio un seminario di studi finalizzato all’approfondimento dell’arte liturgica e dell’iconografia mariana, in particolare di quella della Madonna dello Splendore. Un’apposita commissione si riserverà inoltre di scegliere tre opere, tra quelle realizzate, per destinarle al Duomo di San Flaviano e alle due cappelle dell’ospedale giuliese.

Gli artisti sono: Emiliano Alfonsi (Roma); Alessandro Vitale Allegra (Reggio Calabria); Allan Boccatonda (Firenze); Giuseppe Ciracì (Brindisi); Lorenzo Di Lucido (Pescara); Daniele Duò (Torino); Giusy Guerriero (Roma); Massimo Lagrotteria (Modena); Federico Pisciotta (Rieti); Tiziana Rinaldi Giacometti (Roma); Elisa Rossi (Venezia); Marco Sciame (Pescara).cartolina credere la luce 6 retro

La mostra, che ha il patrocinio del Comune di Giulianova, è accompagnata da un elegante catalogo che raccoglie anche i testi del seminario di gennaio e che verrà distribuito gratuitamente il giorno dell’inaugurazione.

Saranno anche esposte opere di: Pierluigi Abbondanza, Carlo Bachetti, Manuela Cappucci, Riccardo Celommi, Jacopo Da San Martino, Fabio Di Lizio, Luca Farina, Anahi Angela Mariotti, Marino Melarangelo, Stefania Spallanzani, Marco Tentarelli, realizzate in occasione di precedenti edizioni del progetto.

La mostra rimarrà aperta dal 17 al 30 aprile dalle 16.30 alle 20.30; chiusa il 21, 22 e 25 aprile.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi