Trofeo Protek, a Penne pioggia e freddo non guastano la chiusura dell’Adriatico Cross Tour

4 gennaio 2016 23:110 commentiViews: 16

 

 

E’ stata una prima edizione da incorniciare per il Trofeo Protek, quella andata in scena a Penne, la prima gara del nuovo anno solare 2016 nel Centro-Sud Italia griffata Abruzzo Mtb-Team Protek, sotto l’egida della Federciclismo Abruzzo e con il patrocinio dell’amministrazione comunale pennese.

 

Oltre un centinaio i partecipanti da Abruzzo, Marche, Lazio, Umbria, Puglia, Campania e Toscana in un crescendo di entusiasmo e con la voglia di mettersi in luce in una gara dal punto di vista tecnico-agonistico davvero importante sia per la tipologia di percorso che come test di preparazione per la tappa finale del Giro d’Italia di Ciclocross a Roma il 6 gennaio e per il weekend friulano (9-10 gennaio) a Forgaria in occasione dei campionati italiani assoluti.

 

A Penne, rispetto a un anno fa, è stato invertito il senso di marcia per rendere ancora più tecnica la gara con lo sterrato, il fango e i molti tratti in contropendenza all’interno del Bike Park Appidal (dove ha sede la scuola di ciclismo del sodalizio pennese) ma anche il freddo e la pioggia hanno inciso molto sulla performance dei bikers in un contesto da puro ciclocross dopo tante domeniche trascorse con un’insolita cornice meteorologica tra sole e temperature primaverili.

 

C’era molta attesa per l’epilogo dell’Adriatico Cross Tour: quella di Penne era l’ottava ed ultima prova del circuito di ciclocross a carattere macro-regionale, giunto alla terza edizione, che si sta distinguendo come vetrina di riferimento dell’attività invernale del ciclismo sui prati sia in Abruzzo che nelle Marche, frutto di una grande unità d’intenti tra i rispettivi comitati regionali e le società organizzatrici di ogni singola prova.

 

Sui prati umidi e freddi della città vestina, all’ombra del Gran Sasso, sono stati in tanti a contendersi le vittorie finali e i piazzamenti d’onore in ogni singola categoria tra agonisti, rappresentanti delle categorie master e le società.

 

La gara è stata anche l’occasione per ricordare Mattia Perrotti: tanta commozione tra gli organizzatori, i presenti e coloro che hanno conosciuto l’ex ciclista 19enne pennese scomparso tragicamente prima delle feste natalizie.

 

Il lancio della lanterna in cielo con la scritta “Mattia 19”, il minuto di raccoglimento prima della partenza e il simbolo del lutto (coccarda nera) indossato da quasi tutti i partecipanti, sono stati i momenti più significativi per mantenere vivo il suo ricordo ed anche la passione verso il ciclismo, il suo sport preferito che lo ha portato a vestire le maglie dell’Abruzzo Mtb Team Protek, tra gli esordienti e gli allievi, e della Bevilacqua Sport fino alla categoria juniores.

 

Tra gli esordienti primo anno (ex G6 promozionali), un podio tutto umbro con Riccardo Ricci (UC Petrignano) che si è potuto fregiare del successo davanti al compagno di colori Raffaele Mosca, terzo posto per Matteo Laloni (Fortebraccio da Montone) e quarto per il figlio-nipote d’arte Lorenzo Masciarelli (Amici della Bici Junior Polisportiva Pescara Kyklos) che ha conquistato la maglia di campione regionale esordienti primo anno FCI Abruzzo.

 

Tra gli esordienti secondo anno la vittoria ha arriso al polivalente stradista-biker-pistard Filippo Dignani (Scap Trodica di Morrovalle) su Federico Bracci (Olimpia Bike Team) e Simone D’Alessandro (Amici della Bici Junior Polisportiva Pescara Kyklos) mentre al femminile gradino più alto per Letizia Brufani (GS Lu Ciclone) con Ylenia Fiscarelli (GC Osimo Stazione) e Giorgia Simoni (OP Bike Porto Sant’Elpidio) alle proprie spalle, così come per Asia Ranucci (GS Lu Ciclone) in evidenza tra le matricole di primo anno davanti ad Adelaide Preziosa (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro).

 

Jacopo Cortese (Spelt Cycling) è riuscito subito a fare la differenza nella gara allievi con un lungo assolo lasciando a Francesco Binetti (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro), Aldo Mastropasqua (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro), Nicholas Malizia (Pedale Rossoblù Picenum) e Jacopo Capurso (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro), le restanti posizioni al traguardo dal secondo al quinto posto.

 

Tra gli juniores molto avvincente il duello tra Emanuele Di Giovanni (Spelt Cycling) e Paolo Fragassi (Cerrano Outdoor) che si è risolto a partire dalla seconda metà di gara con il sigillo del neo campione regionale abruzzese Fragassi su Di Giovanni e il terzo posto ad appannaggio di Alessio Pignocchi (Fonte Collina Cicli Falgiani).

 

Al femminile la vittoria è stata ad appannaggio di Krizia Ruggieri (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro – 1°donna open) su Cinzia Zacconi (New Pupilli Uisp – 1°donna master) e Chantal Mancini (Raven Team – 2°donna open) mentre Sara Rossi (Team Di Federico) si è imposta tra le allieve su Gaia Realini (Amici della Bici Junior Polisportiva Pescara Kyklos), Giorgia Mezzelani (GC Osimo Stazione) e Ludovica Cerasi (Amici della Bici Junior Polisportiva Pescara Kyklos).

 

Testa a testa continuo tra Mattia Marcelli (Bike Pro) e Luca Ursino (Pro Bike Riding Team) nella gara open con il neo campione regionale élite Marcelli che ha preceduto di pochi secondi un mai domo Ursino in vista del traguardo. Nelle fasi iniziali i due battistrada sono stati capaci di tenere a distanza il resto degli inseguitori con Paolo Pavoni (Team Co.Bo Pavoni), Riccardo Costantini (Cicli Cingolani), Pietro Pavoni (Team Co.Bo Pavoni), il campione abruzzese under 23 Andrea Di Federico (GM Europa Ovini Cycling Team), Leonardo Santeramo (Polisportiva Dilettantistica Gaetano Cavallaro), Andrea Masciarelli (Spelt Cycling) e Michele Salza (Team Co.Bo Pavoni) al traguardo in quest’ordine fino al nono posto.

 

Lorenzo Cionna (Bici Adventure Team) ha primeggiato nella fascia amatoriale 1 (19-44 anni) ed anche nella fascia mista èlite sport-master 1 lasciando a notevole distanza Luca Re (Bikers in Libertà) ed Emanuele Serrani (Pedale Aguglianese) così come ha fatto altrettanto Fabrizio Iaconi (Bikers in Libertà) nella mista master 2-master 3 davanti ad Alberto Gobbi (Abitacolo Sport Club) ed Alessandro Dell’Orso (Team Iachini Cycling).

 

Tra i master 4 podio più alto per Massimiliano Bonaduce del sodalizio Master Cycling (nonché leader della fascia amatoriale 2, over 45), piazza d’onore per Paolo Sorichetti (New Mario Pupilli) e gradino più basso per Emiliano De Carolis (Polisportiva Eco Service).

 

Alessio Olivi (Cicli Cingolani) ha ottenuto il primato tra i master 5, podio completato da Davide Foresto (Avis Cagli) e Marco Gentili (Abitacolo Sport Club).

 

In evidenza anche i rappresentanti delle categorie over 55 con Clemente Pedante (Team Iachini Cycling), Sebastiano D’Ettorre (Asd Ciclopazzi) e Rosario Pecci (Abitacolo Sport Club) a comporre il podio della master 6, Adamo Re (Bikers in Libertà), Alfonso Testardi (Master Cycling) e Marco Valentini (Avis Amelia) a delineare il podio dei master 7 over.

 

A chiusura delle gare ufficiali, il gradito spettacolo offerto dai baby bikers delle categorie giovanissimi nell’ambito del Trofeo Protek a carattere promozionale, su una versione ridotta del percorso tra i sorrisi e gli applausi del pubblico presente ma con il gusto e il divertimento di pedalare in sella a una bicicletta.

 

Alla presenza di Giancarlo Malachi (consigliere delegato allo sport per il comune di Penne), Mauro Marrone (presidente della Federciclismo Abruzzo), Gianluca Colabianchi (responsabile settore fuoristrada FCI Abruzzo), Lino Secchi (presidente della Federciclismo Marche), Massimo Romanelli (vice presidente della Federciclismo Marche), Maurizio Giustozzi (in rappresentanza dell’Acsi Marche), Sergio Scocco (responsabile settore fuoristrada FCI Marche), Tania Belvederesi (ex azzurra del ciclismo femminile su strada e ad oggi presidente del comitato provinciale FCI Ancona) e Fausto Capodicasa (presidente del comitato provinciale FCI Pescara), ammirevole e magistrale l’impegno del sodalizio Abruzzo Mtb Team Protek, presieduto da Mirco Di Teodoro, con la parte tecnica affidata ad Antonio Petrucci assieme ai tanti volontari sul percorso (compresi i ragazzi delle categorie allievi e juniores in attesa di ricominciare la stagione 2016 con la mountain bike), di concerto con il lavoro di ordinaria amministrazione dei giudici di gara federali (Giulia Marrone, Remo Colalongo, Alessia Di Martile, Saverio Valerio, Alberto Melchiorre e Danilo Pagliariccia), nell’organizzazione di un evento di valore per la promozione del ciclismo fuoristrada a Penne e in tutta l’area vestina ma nel commosso ricordo di Mattia Perrotti per il quale si sta lavorando affinchè a breve si possa intitolare il Bike Park Appidal al compianto ciclista pennese.

 

Tutte le classifiche del Trofeo Protek sono consultabili sul sito web del comitato regionale della Federciclismo Abruzzo e redatte dallo staff di Accademia del Tempo-Occhiuzzi Tag:

 

http://www.federciclismoabruzzo.it/web/wp-content/uploads/2016/01/Partenza-1.pdf juniores, master over 45 uomini, donne master e open

http://www.federciclismoabruzzo.it/web/wp-content/uploads/2016/01/Partenza-2_ES_divisi.pdf  G6, esordienti e allievi

http://www.federciclismoabruzzo.it/web/wp-content/uploads/2016/01/Partenza-3.pdf

gara open e master 19/44 anni

 

Sul sito http://www.adriaticoxc.altervista.org/alterpages/adriatico16/classifiche.pdf le classifiche finali dell’Adriatico Cross Tour 2015-2016.

 

 

I VINCITORI DELL’ADRIATICO CROSS TOUR 2015-2016

 

Esordienti 1°anno Uomini (ex G6): Lorenzo Masciarelli (Amici della Bici Junior Polisportiva Pescara Kyklos)

Esordienti 1°anno Donne: Asia Ranucci (GS Lu Ciclone)

Esordienti 2°anno Uomini: Filippo Dignani (Scap Foresi)

Esordienti 2°anno Donne: Giorgia Simoni (OP Bike-Porto Sant’Elpidio)

Allievi Uomini: Nicholas Chiola (Digiotek Team)

Allieve Donne: Gaia Realini (Amici della Bici Junior Polisportiva Pescara Kyklos)

Juniores Uomini: Paolo Fragassi  (Cerrano Outdoor)

Open Donne: Chantal Mancini (Raven Team Asd)

Open Uomini: Mattia Marcelli (Bike Pro)

Elite Sport: Lorenzo Cionna (Bici Adventure Team)

Master 1: Emanuele Serrani (Pedale Aguglianese)

Master 2: Aldo Attorri (Abitacolo Sport Club)

Master 3: Alberto Gobbi (Abitacolo Sport Club)

Master 4: Massimiliano Bonaduce (Master Cycling)

Master 5: Davide Foresto (Mastini Avis Cagli)

Master 6: Moreno Ridolfi (Avis Sassoferrato)

Master 7: Adamo Re (Bikers in Libertà)

Master Donna: Cinzia Zacconi (New Pupilli Uisp)

 

 

CLASSIFICA SOCIETA’ PER PARTECIPAZIONE PROVA DI PENNE

 

1) Pedale Rossoblù Picenum

2) Polisportiva Dilettantistca Gaetano Cavallaro

3) Amici della Bici Junior Polisportiva Pescara Kyklos

 

 

CLASSIFICA SOCIETA’ FINALE ADRIATICO CROSS TOUR 2015-2016

 

1) Pedale Rossoblù Picenum

2) Abitacolo Sport Club

3) Bikers in Libertà

 

 

www.federciclismoabruzzo.it

www.adriaticoxc.altervista.org

abruzzomtb.altervista.org/

print

Tags:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi