Nuova convenzione quadriennale con le G.A.DIT. L’assessore Ruffini: “Implementeremo così la vigilanza ed il contrasto all’inquinamento ambientale”.

22 Gennaio 2016 21:170 commentiViews: 45

Sindaco e Giunta hanno dato il via libera al rinnovo della convenzione con
l’associazione G.A.DIT, Guardie Ambientali d’Italia.PATTUGLIA GADIT
“Con il rinnovo della convenzione – dichiara l’assessore alle Politiche
per l’ambiente Fabio Ruffini – implementeremo la vigilanza, sul
territorio comunale ed in sinergia con la nostra Polizia municipale, dei
reati di inquinamento ambientale. Si avrà quindi un costante ed attento
monitoraggio degli scarichi e dei rifiuti abusivi, si garantirà
un’attività preventiva riguardo ai pericoli di inquinamento del suolo
e del sottosuolo, e potremo contare su alleati preziosi per effettuare i
controlli sulla raccolta porta a porta e sulle pratiche di compostaggio
domestico. Il nostro rapporto con le G.A.DIT d’altronde non è nuovo,
ed abbiamo avuto modo di valutare assai positivamente la loro attività,
garantita peraltro su più fronti. Ricordo – prosegue Ruffini – la loro
preziosa collaborazione nell’attività di contrasto del commercio
abusivo sulla spiaggia, con il sequestro, a seguito di un blitz voluto dal
sindaco ed effettuato nel luglio 2014 in collaborazione con la Polizia
municipale, di 30 chili di merce illegale. Ma è soprattutto nel settore
ambientale, ed in particolare nell’azione di contrasto all’abbandono
indiscriminato dei rifiuti, che le G.A.DIT si sono rivelate di grandissima
utilità. Così nell’aprile dello scorso anno quando un nucleo di agenti
particolari ambientali, durante un’operazione di vigilanza concertata con
la Polizia municipale, ha rinvenuto, presso la zona industriale di
Colleranesco, una mini discarica abusiva. O nel giugno sempre del 2015
quando utilizzando il drone, strumento adottato per la prima volta a
Giulianova e poi esportato, diciamo così, in altre località della
provincia, tra le quali Teramo e Pineto, le Guardie ambientali hanno
scovato quattro cittadini, autori di cumuli di immondizia indifferenziata,
elevando le prime sanzioni da 500 euro. Abbiamo sollecitato la Eco.Te.Di a
sottoscrivere anch’essa una convenzione con le G.A.DIT. relativamente
al controllo del corretto conferimento dei rifiuti. Rinnovando così il
patto Comune-G.A.DIT. si garantirà una più stretta vigilanza e si
rafforzerà non solo l’attività di repressione ma anche quella di
prevenzione. Sempre coltivando la speranza – conclude l’assessore –
che aumenti la sensibilità ambientale senza dover fare necessariamente
ricorso a multe o denunce”.

print

Condividi:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi