Il Fronte Nazionale sulle lettere aperte delle “nuove” banche pubblicate sulla stampa locale e nazionale (*)

9 Dicembre 2015 23:370 commentiViews: 8

 

 

Questa mattina non avremmo voluto trovarci nei panni dei tanti risparmiatori abruzzesi e italiani che tutto hanno perso grazie al decreto salvabanche del 23 novembre scorso. Aprire o sfogliare malaugaratamente uno dei tanti quotidiani italiani che ospitano le “lettere aperte” delle nuove banche, non può non aver provocato in loro un incredibile e comprensibile moto di rabbia di fronte alla sfacciataggine del potere economico/politico/mediatico, che cerca immediatamente di riaccreditarsi pubblicamente dopo le malefatte condonate dal governo Renzi, puntando il dito sul rischio assunto contrattualmente dai risparmiatori.

Governo senza vergogna alcuna, che ha pensato bene di tutelare i poteri forti e gli interessi familiari di alcuni suoi componenti, lasciando senza tutele e a tasche vuote lavoratori e pensionati che hanno faticato per decenni, e diremmo oggi inutilmente, per accantonare qualche risparmio per il proprio futuro.

Banche che oggi, dopo essersi definite “nuove” dopo anni di azioni in stile banda bassotti, si atteggiano spavalde e imbelli, spendendo immediatiamente i soldi dei contribuenti italiani intascati da pochi giorni, tramite beffardi “annunci a pagamento” sulla stampa nazionale e locale.

Tutto questo a dimostrazione delle validità delle teorie del Fronte Nazionale contro il liberismo assoluto che diventa dittatoriale, quando schiavizza e impoverisce materialmente il popolo a colpi di democratici decreti, a vantaggio dei soli poteri forti e delle solite compagnie di giro. Certi sistemi possono essere definiti in un sol modo: truffatori! E certa gentaglia di sistema andrebbe processata per alto tradimento nazionale, buttando la chiave in mare dopo aver chiuso definitivamente le mandate della cella. Per il Fronte Nazionale solo il popolo Italiano!

 

(*)in allegato foto di alcune lettere pubblicate dai quotidiani stamattina. 

 

Roseto degli Abruzzi, 24.11.2015                                                    Il Segretario Provinciale Teramo

Luigi Felicioni

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi