Giulianova. Ecco i nuovi corsi proposti dal circolo culturale giuliese “Colibrì” intanto il progetto “Io faccio la mia parte” continua con l’allestimento di un nuovo container da spedire in Senegal

4 ottobre 2015 14:390 commentiViews: 117

Ecco i nuovi corsi proposti dal circolo culturale giuliese “Colibrì”

 

intanto il progetto “Io faccio la mia parte” continua con l’allestimento di un nuovo container da spedire in Senegal

 

 Ambra Di Pietro in Africa

 

GIULIANOVA – Dal mese di ottobre, al circolo culturale giuliese“Colibrì” partono nuovi corsi artistici ed culturale. Tra questi il corso di “Disegno a mano libera” a cura dell’Architetto Andrea Straccialini, sedici ore di lezione in otto appuntamenti; il corso “Libridine a voce alta”, a cura della attrice e lettrice teatrale Lucia Potacqui che, in dieci lezioni di due ore ciascuna, insegnerà agli iscritti le tecniche della dizione e della lettura espressiva; corso base di Lingua Francese, con la insegnante madrelingua Louisa Battaglia con dodici ore di lezione in otto appuntamenti; per i bambini e non solo torna anche quest’anno il corso di “Carta Pesta” a cura dell’insegnante Virginia Cichetti; una new entry quest’anno è anche ilcorso di teorico e pratico/base di chitarra, a cura dell’insegnante, compositore melodista ed autore Andrea Snoriguzzi.

 

Intanto continua a crescere di nuove idee il progetto “Io faccio la mia parte”, che il Colibrì, nelle persone di Ambra Di Pietro ed Egidio Casati, porta avanti da oltre un anno, con grandi obbiettivi raggiunti a Sindia, in Senegal, dove tanto si sta facendo per aiutare la popolazione, partendo dalla ristrutturazione di scuole ed ospedale, istruzione ed insegnamento dei mestieri, nonché con la costruzione di una sede del circolo giuliese direttamente in Africa per seguire meglio gli sviluppi di ogni iniziativa. Si sta organizzando intanto una nuova raccolta di indumenti puliti e in buono stato, attrezzature per neonati, materiale scolastico e didattico, mobili vari, materiale sanitario, biancheria, lenzuola, materassi ed altro per riempire un nuovo containerche partirà per il Senegal entro marzo 2016.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi