ASSEMBLEA REGIONALE “I CONTRATTI DI FIUME IN ABRUZZO”

10 ottobre 2015 16:110 commentiViews: 13

 

Contratti di Fiume – Pepe: “Iniziative quintuplicate in un anno. Sarà costituito l’osservatorio regionale e attiveremo collaborazioni con le università”

Si è tenuta oggi a Pescara, in una sala gremita da Amministratori locali, la 2° Assemblea Regionale “I Contratti di Fiume in Abruzzo” organizzata dall’assessorato regionale ai contratti di fiume guidato dall’Assessore Dino Pepe.

Alla presenza del Presidente della Regione Abruzzo Luciano D’Alfonso, l’evento ha raccolto oltre 200 partecipanti, tra Amministratori locali, tecnici, e cittadini.

In apertura il Sindaco di Pescara Marco Alessandrini ed il Presidente della Provincia di Pescara Antonio Di Marco, “padroni di casa” per l’occasione, hanno rivolto il loro benvenuto ai partecipanti.

L’Assessore Regionale ai Contratti di Fiume, Dino Pepe, promotore dell’iniziativa, ha inaugurato il dibattito tracciando un bilancio dell’ultimo anno di lavoro, definendo “straordinaria” la crescita esponenziale delle iniziative attivate sul territorio abruzzese che “in 12 mesi sono aumentate del 500% passando da 3 a 16.”

Pepe ha poi rilanciato sulle prospettive future dei Contratti di fiume: “Nei prossimi giorni sottoporrò all’approvazione della Giunta, una proposta di deliberazione che possa organizzare la struttura di una “cabina di regia regionale”, definendo un protocollo d’intesa che individui i requisiti di base dei Contratti stessi affinché siano strumenti operativi che producano risultati concreti e “l’Atlante dei Contratti di fiume””. L’Assessore indica non solo un nuovo modello organizzativo, ma anche l’avvio di “un innovativo percorso di studio e ricerca in cui coinvolgeremo le università abruzzesi”  

“E non mancheranno risorse per sostenere ed incentivare questa crescente attenzione nei confronti dei Contratti di Fiume, infatti” – spiega l’Assessore – “sono disponibili risorse nel nuovo Piano di Sviluppo Rurale, nel Fondo Europeo di Sviluppo Regionale, nella finanziaria e nei fondi diretti europei (Horizon e Life).”

Il Presidente D’Alfonso ha esordito ricordando che “il Contratto di Fiume serve per farci comprendere come questo giacimento naturale, che abbiamo avuto in dono da Dio, da problema possa trasformarsi in opportunità. Del resto, – ha proseguito – se c’è un elemento che da sempre unisce l’Abruzzo, è proprio il suo patrimonio idrico-fluviale che, oltretutto, rappresenta l’identità di un intero territorio”. Il Presidente ha, poi, posto l’attenzione sul contenuto di questo importante strumento contrattuale. “Se si vuole che funzioni sul serio, – ha rimarcato – bisogna evitare assolutamente la deriva della proceduralizzazione e fare in modo che la Regione ritrovi le ragioni dei suoi fiumi. Le risorse non mancano. Anche i privati raccolgano la sfida.”

L’Acqua è la grande sfida del ventunesimo secolo”. Con queste parole ha esordito il Prof. Massimo Bastiani, coordinatore del Tavolo Nazionale dei CdF, sensibilizzando i presenti alla necessità di una “reazione collettiva” per contrastare le cause principali del dissesto idrogeologico italiano e ribadendo quanto “una buona e concreta riuscita di un contratto di fiume possa non solo riqualificare un bacino fluviale ma anche creare nuova occupazione”. Il Dott. Andrea Bianco dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) ha definito il quadro normativo che interessa i Contratti rimarcando la necessità di un forte coordinamento delle politiche sulla materia; il dott. Endro Martini (Alta Scuola) ha ripercorso la storia del Premio nazionale dei “Contratti di Fiume” di cui è Responsabile, complimentandosi con la Regione Abruzzo e con gli Amministratori locali, “per aver dimostrato un’eccezionale partecipazione attiva alle iniziative mai riscontrata prima in Italia.”

L’assemblea regionale fa parte degli eventi preparatori al Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume che quest’anno si terrà a Milano il 15 e 16 Ottobre, al quale la Regione Abruzzo sarà rappresentata dall’Assessore delegato Dino Pepe.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi