All’EXPO 2015 di Milano, le opere di due artisti giuliesi

25 Settembre 2015 18:590 commentiViews: 80

All’EXPO 2015 di Milano, le opere di artisti teramani

Sono in esposizione da stamani, all’EXPO 2015 di Milano, le opere di artisti teramani scelte da Vittorio Sgarbi nel corso  della sua recente visita in città per il Festival del Virtuale, ed ospitate nel Padiglione EATALY.

la cieca orfanella 1000

la cieca orfanella 1000

Gli assessori Francesca Lucantoni (Cultura) e Marco Tancredi (Turismo), accompagnati dalla Direttrice dei Civici Musei, Dott.ssa Paola Di Felice, sono stati presenti alle fasi di allestimento, curato nella sua ideazione dallo stesso Sgarbi. Le opere sono state dislocate all’interno del padiglione, non in uno spazio a sé stante ma separatamente , in differenti siti.

Le opere, che rimarranno in esposizione sino alla chiusura dell’EXPO il 31 ottobre, sono:

  • Raffaello Pagliaccetti – L’Orfanella cieca
  • Venanzo Crocetti – La cerbiatta morente

4 dipinti di Gennaro Della Monica:

  • “I Fanciulli”
  • “Oltre l’albero”
  • “L’aurora”
  • “Riflessi oltre le montagne”

 

Il Sindaco Maurizio Brucchi manifesta la propria soddisfazione per l’iniziativa, <<Che permette di far convogliare su Teramo i riflettori così importanti dell’appuntamento milanese. Si conferma implicitamente il valore delle nostre testimonianze artistiche e di autori che a pieno diritto possono inserirsi nei piani alti della produzione italiana. Implicitamente, anche come riflesso della disponibilità di Vittorio Sgarbi, trova conferma la bontà del percorso culturale che l’amministrazione sta tracciando, con una progettualità che si sviluppa attraverso mostre, convegni, appuntamenti finalizzati, il cui obiettivo è di tornare a porre Teramo e le risorse creative ha saputo esprimere nella storia,  all’attenzione generale. Ringrazio il Prof. Sgarbi per la disponibilità e per l’amicizia che ha voluto manifestare nei confronti della nostra città>>.

 

Oltre alle opere menzionate, a Milano è anche in esposizione una parte del “Cielo d’Italia”, progetto in cui sono coinvolte le 31 “città della ceramica” e circa 301 i ceramisti, che consiste in un puzzle di 384 mattonelle di ceramica provenienti da tutta Italia con motivi ispirati al tema dell’expo 2015 “Nutrire il pianeta”. L’idea è dell’Associazione Italiana Città della Ceramica (AICC), del Rotary International e del Comune di Teramo.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi