Pescara. Nasce il Premio “GASTONE LODOLO”

6 Agosto 2015 15:210 commentiViews: 47

Associazione “Ambasciatori della fame”

Pescara, 6 agosto 2015

11844249_10207629147076668_50064372_n

 

Nasce il Premio “GASTONE LODOLO” dedicato all’italiano, nato ad Udine,  che, unico,  ebbe il coraggio di denunciare l’insicurezza della Miniera di Marcinelle. Per questo fu arrestato e poi espulso dal Belgio. Se lo avessero ascoltato si sarebbe potuta evitare l’immane catastrofe. L’associazione “Ambasciatori della fame” in occasione della manifestazione che si terrà a Pescara in ricordo della Tragedia di Marcinelle istituisce il “Premio Gastone Lodolo – Amico di Marcinelle” riconoscimento che andrà, di anno in anno, a chi attraverso il proprio impegno avrà saputo rendere onore allo “spirito dei Minatori di Marcinelle”

 

Si è persa, colpevolmente,  nel tempo la memoria del coraggioso gesto di Gastone Lodolo il minatore friulano, era nato ad Udine il 7 ottobre del 1919, che si assunse la responsabilità di denunciare durante un’assemblea sindacale, tenutasi nella cittadina di Dampremy, le pesanti condizioni di vita dei lavoratori e la totale insicurezza della miniera.  Solo qualche giorno dopo Gastone Lodolo riceveva un foglio di via perché “nuoceva all’economia del paese”. Al suo rifiuto di abbandonare il Belgio seguirono prima il suo arresto , nella prigione di Charleroy,  e subito dopo l’espulsione. Tutto questo nel colpevole silenzio delle autorità italiane. Successivamente, difeso dall’avvocato Jacques Mois , ottenne tramite una sentenza del Consiglio di Stato l’annullamento del provvedimento di espulsione e quindi il diritto di poter rientrare in Belgio. Intanto, purtroppo, si era consumata l’8 agosto del 1956 la tragedia di Marcinelle che Gastone Lodolo aveva tristemente annunciato. Anche per questo il minatore friulano non volle mai più tornare in Belgio. Gastone Lodolo morirà nella sua Udine il 10 febbraio 1994.  Per Geremia Mancini Presidente onorario dell’Associazione “Ambasciatori della fame”: “Siamo orgogliosi di restituire alla memoria condivisa la figura di questo coraggioso minatore. Di lui si sapeva poco e non esisteva neppure una sua immagine. Con un lavoro di ricerca, che tra l’altro ci ha portato a rintracciare i suoi familiari, poniamo definitivamente fine a questa colpevole dimenticanza. A lui dedicheremo, a partire da quest’anno, il Premio “GASTONE LODOLO – AMICO DI MARCINELLE” un riconoscimento che andrà, di anno in anno, a chi avrà mostrato la capacità di sapersi spendere in favore della Memoria di Marcinelle.

 

Foto: Gastone Lodolo

geremia mancini – presidente onorario associazione storico culturale “Ambasciatori della fame”

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi