JULIA JAZZ X Edizione – 6/8 Luglio – TERAMO

5 luglio 2015 06:500 commentiViews: 118

 

Quest’anno la già splendida cornice offerta dall’Interamnia World Cup sarà arricchita dal contributo artistico dell’Associazione Orchestra Contemporanea. Infatti nei giorni che vanno dal 6 all’8 Luglio la Coppa ospiterà i concerti della decima edizione della rassegna Julia Jazz ad ingresso libero.

Joyce Ouille

Joyce Ouille

Le location sono tre: la Piazzetta del Sole, Piazza Martiri della Libertà e l’Enoteca Centrale.

Gli aperitivi concerto e le Jam Session si terranno presso l’Enoteca Centrale, Corso Cerulli 24. Il 6 Luglio alle 19:30 ci saranno le B&W, Assunta De Marcellis e Federica Aielli al pianoforte che proporranno un repertorio che spazia da Ravel a Grieg, da Joplin a Gershwin e alle 23:30 Jam Session aperta a tutti i musicisti e gli amanti della musica. Il 7 Luglio alle 19:30 sarà la volta del poliedrico Fabio Fidanza (chitarra e voce) accompagnato da un ospite a sorpresa… “Fidanza suona l’America” un viaggio nell’America con uomini e donne che hanno fatto la storia del nuovo mondo. Alle 23:30 Jam Session.

I concerti clou, che rientrano nel cartellone “Opera Jazz Festival” nato dalla collaborazione fra l’Associazione “Orchestra Contemporanea”, l’Associazione “In Medias Res” e l’Associazione “Jazz Up”, si terranno presso la Piazzetta del Sole. Il 6 Luglio alle 21:45 Jazz Bus whit Awa Ly. A supportare la cantante franco- senegalese saranno Toni Fidanza al pianoforte, Domingo Muzietti alla chitarra, Massimo Giovannini al basso e Carlo Porfilio alla batteria. Un concerto per tutti dal jazz al soul alla chanson francaise. Per il modo in cui coinvolge il pubblico i concerti di Awa sono un’esperienza indimenticabile da vivere. Il 7 Luglio alle 21:45 California Dream Band. Un concerto che non ha bisogno di presentazione, americani e italiani una commistione fantastica: Maurizio Rolli al basso, Otmaro Ruiz al pianoforte, Damien Schmitt alla batteria, Rocco Zifarelli alla chitarra e Manuel Trabucco al sax. Musica originale e qualche speciale arrangiamento di classici del rock, una singolare “Fusion” dal sapore “contemporary” caratterizzata da influenze folkloriche di origine latina nord europea e dalla musica colta europea.

L’apertura concerti sarà a cura dell’ I.S.S.M.  “G. Braga”. Il 6 Luglio alle 21:00 si esibiranno i Melos Clarinet Ensemble diretti dal M° Federico Paci. La formazione composta da docenti e studenti (10 clarinetti) eseguirà trascrizioni di arie e sinfonie d’opera, mentre il 7 Luglio, sempre alle 21:00, il Trio Lancillotto, composto da Doriana Ferrari al flauto, Nadia Rastelli al clarinetto e Claudia Pomponi al pianoforte, eseguirà musiche di Mozart, Sostakovic, Obiols etc.

La rassegna si chiude l’8 Luglio con i concerti degli stagisti e docenti dei seminari Julia Jazz 2015. Alle 17:30 alla Piazzetta del Sole si esibirà la sezione di Musica Classica. Alle 21:15 a Piazza Martiri della Libertà la sezione di Musica Moderna.

Occorre, infine, evidenziare tutto l’entusiasmo che ci trasmettono gli studenti dei seminari Julia Jazz che, unitamente alla professionalità e alla passione profuse dai docenti, danno vita ad un mix di cultura, formazione e di sana aggregazione.

Si ringrazia la Fondazione Tercas per il contributo, la 43° Interamnia World Cup e l’I.S.S.M. “G. Braga” per il supporto e la collaborazione, gli sponsors Spazio Musicale di Guerino Giovannini, l’Enoteca Centrale, il ristorante pizzeria La Cantinetta, la ditta EuroMec Sas e il Comune di Teramo per il patrocinio .

In caso di maltempo i concerti si terranno all’Auditorium San Carlo (Museo Civico, Via Delfico).

L’iniziativa “Opera Jazz” nasce dall’idea di tre associazioni culturali della Provincia di Teramo che hanno al proprio attivo una lunga esperienza nell’organizzazione di rassegne jazz tra le più prestigiose e antiche del nostro territorio:

Associazione “In Medias Res” di Atri (organizzatrice da 17 anni della rassegna “Suoni Mediterranei”), Associazione “Openja” di Sant’Egidio alla Vibrata (organizzatrice della rassegna “Jazz Up”), Associazione “Orchestra Contemporanea” di Teramo (organizzatrice del festival “Julia Jazz”- 10° edizione) .

Dando seguito alle sollecitazioni, provenienti da più Enti finanziatori, circa l’importanza e l’utilità di cooperare e produrre proposte univoche rispetto ai generi musicali e che, nel contempo, potessero ambire ad uno scatto qualitativo, le suddette Associazioni hanno “fuso” sinergicamente le rispettive esperienze dando vita ad “Opera Jazz” cercando comunque di mantenere distinte ognuna la propria identità e storicità delle rispettive manifestazioni.

L’idea è nata cercando di mettere a frutto l’esperienza delle associazioni proponenti che, in territori limitrofi, da anni realizzano rassegne afferenti allo stesso ambito musicale, spesso dovendo creare dei veri e propri “incastri” tra le più svariate iniziative estive.

L’iniziativa si esprimerà attraverso un cartellone di sette concerti che si terranno nei comuni di Teramo, Atri, Civitella del Tronto e Nereto.

Programma:

TERAMO “JULIA JAZZ”

Il 6 Luglio alle 21:45, alla Piazzetta del Sole,  Jazz Bus whit Awa Ly. A supportare la cantante franco- senegalese saranno Toni Fidanza al pianoforte, Domingo Muzietti alla chitarra, Massimo Giovannini al basso e Carlo Porfilio alla batteria. Un concerto per tutti, dal jazz al soul alla chanson francaise. Per il modo in cui coinvolge il pubblico i concerti di Awa sono un’esperienza indimenticabile da vivere.

Il 7 Luglio alle 21:45, alla Piazzetta del Sole, California Dream Band. Un concerto che non ha bisogno di presentazione, americani e italiani una commistione fantastica: Maurizio Rolli al basso, Otmaro Ruiz al pianoforte, Damien Schmitt alla batteria, Rocco Zifarelli alla chitarra e Manuel Trabucco al sax. Musica originale e qualche speciale arrangiamento di classici del rock, una singolare “Fusion” dal sapore “contemporary” caratterizzata da influenze folkloriche di origine latina nord europea e dalla musica colta europea.

 

ATRI  “Suoni Mediterranei”, XVIII edizione – centro storico – inizio concerti h. 22.00

01 agosto: “JANO”

Emiliano d’Auria , piano;  Massimo Morganti , trombone; Gianluca Caporale, sax; Maurizio Rolli, contrabbasso, Alex Paolini, drums.

L’utilizzo dell’elettronica, l’impianto delle composizioni, la scelta dei suoni del gruppo è tutto orientato a creare spazi e diversi piani sonori, a creare ambienti e aprire orizzonti. Grooves, ostinati, idee melodiche e ritmiche, improvvisazioni e sovrapposizioni elettroniche, tappeti e silenzi pensati per dar una forte connotazione onirica e cinematica dalle ampie vedute e dagli spazi distesi, caratterizzano “JANO”, in cui il linguaggio jazz è un punto di partenza e non una mera gabbia accademica.

Un viaggio musicale in cui vengono percorse nuove strade con spirito di ricerca, non avendo timore di abbandonare schemi e riferimenti, valutando il rischio di entrare in ambiti musicali non puramente etichettabili e lontani da cliché.

 

02 agosto: “Mauro de Federicis Quartet”
Carmine Ianieri, sax; Mauro de Federicis, guitar; Gabriele Pesaresi, bass; Fabio Colella, drums.


“Il punto di partenza è la chitarra, in tutte le sue forme, solista, o impegnata a sostenere gli altri strumenti. Questo di conseguenza fa muovere la musica in questa o quella direzione. Mauro De Federicis scorre la linea temporale delle tradizioni e della storia del jazz per mezzo di salti, a volte volutamente
anche netti. Dinamiche, atmosfere ma soprattutto dialogo nel quartetto è la peculiarità sostanziale di Inside Time, la voglia sostanziale di porre i propri passi nelle orme di chi ha fatto la storia del jazz. Ed ecco che oltre ad alcuni brani originali composti dal chitarrista, alcuni temi celebri vengono affrontati non con una semplice rilettura, ma entrando proprio nella composizione degli stessi, a volte smontando le linee tematiche per poi rimontarle in una maniera diversa, con una metrica diversa, sempre nel rispetto del compositore. Tutto questo cercando di non perdere mai di vista quello che è
il punto di forza del quartetto, a mio avviso, e cioè il suono! Un dialogo a quattro di musicisti che parlano linguaggi diversi ma sempre al servizio della musica, la musica del “Mauro De Federicis Quartet.”

03 agosto: SIMONA BENCINI

Simona Bencini – Vocal

Toni Fidanza – Piano

Domingo Muzietti – Guitar

Massimo Giovannini – Bass

Massimo Manzi – Drums

Simona Bencini   entra prima come corista e poi nel 1992 fa il suo esordio come voce solista del gruppo “Dirotta su Cuba”.  Da allora innumerevoli le sue esperienze artistiche che l’hanno vista partecipare al Festival di Sanremo, collaborare con colleghe come Elisa e Sarah Jane Morris.

 

Nel 2009 inoltre Simona forma, insieme al collega ed amico Mario Rosini il quintetto jazz Simona Bencini

& Last Minute Gig Quartet e la sua passione per questo genere musicale la vede ancora impegnata in diversi progetti in cui regala performance raffinatissime.

 

CIVITELLA DEL TRONTO

12 agosto piazza Pepe

TIZIANA GHIGLIONI

Tiziana Ghiglioni : Vocal

Domingo Muzietti – Guitar

Marco di Natale –  Double bass

Massimo Manzi – Drums

Tiziana Ghiglioni inizia la sua formazione musicale negli anni settanta frequentando i seminari del

pianista e compositore Giorgio Gaslini e studiando tecnica vocale con il soprano Gabriella

Ravazzi.

Pur essendo molto apprezzata per le sue esecuzioni del repertorio jazzistico tradizionale, Ghiglioni

mostra una particolare predilezione per il free jazz e per le contaminazioni. Lei stessa ha affermato

che la sua passione per il jazz è nata dopo aver ascoltato il sassofonista Archie Shepp, uno dei

protagonisti del movimento free.

È titolare della cattedra di canto jazz presso il conservatorio di Rovigo.

NERETO

24 Ottobre, Sala Allende

Joyce Yuille

Nata a New York. La musica ha sempre rappresentato una parte fondamentale della sua vita. Si ricorda la

sua prima vera esibizione all’età di 10 anni, ha cantato “Winter Wonderland” durante uno spettacolo di

Natale alla scuola elementare. Rimanendo molto impressionata dal suo timbro vocale in così tenera età, la

sua maestra di musica la incoraggia a continuare nel migliorare la voce. Quello fu il momento in cui capì

che la musica doveva rappresentare la parte fondamentale della sua vita.

 

Ha avuto l’opportunità di lavorare con artisti nazionali ed internazionali ben noti come Randy Crawford,

Donna Summer, Ron, Laura Pausini, Elio e Le Storie Tese, Ronan Keating, Dee Dee Bridgewater, Paolo

Conte ed ha partecipato a festival importanti quali:

Umbria Jazz 2004 insieme alla Dams Jazz Orchestra di Bologna. Treviso Blues Festival, MARAJAZZ 14°

Festival Internazionale di Musica Jazz in Basilicata e la 4° edizione del Donne In Jazz. Al World Festival on

the Beach in Sicilia/ New Jazz Festival On The Beach (Mondello), Ferrara in Jazz.

Il concerto sarà costruito intorno a classici del Jazz e del Pop con sfumature Jazz-blues & Soul, e non

potrebbe essere altrimenti con la voce black di cui Joyce è naturalmente dotata. Verranno infatti eseguiti

brani di G. Gershwin, D. Ellington, D. Gillespie, classici di Billie Holiday, fino ad arrivare al grande Stevie

Wonder. Sarà supportata da validi musicisti quali Massimo Manzi, che non ha certo bisogno di

presentazioni, e Massimo Giovannini alla sezione ritmica, Domingo Muzietti e Teo Ciavarella rispettivamente alla chitarra e al piano. Musicisti che hanno alle spalle diverse esperienze nel panorama Jazz Italiano e che contribuiranno alla riuscita del concerto con i loro colori, il loro sound, anche coinvolgendo il pubblico stesso.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi