Incendio discarica Chieti, Arta diffonde gli esiti delle prime analisi sulle acque di spegnimento

6 Luglio 2015 22:400 commentiViews: 6

In relazione all’incendio divampato il 28 giugno scorso nella discarica abusiva di Colle Marcone, a Chieti, l’Arta Abruzzo diffonde i risultati delle prime analisi effettuate sui campioni di acqua di spegnimento – quantitativamente esigua – per la ricerca dei metalli pesanti.

E’ ancora in corso la ricerca di laboratorio dei microinquinanti organici (solventi, policlorobifenili, ecc.) e sono in fase di espletamento gli accertamenti riferiti ai campionatori passivi disseminati nell’area dell’incendio per valutare la qualità dell’aria rispetto a inquinanti “marcatori” come l’acido cloridrico.
Rispetto alle polemiche sollevate nei propri confronti, l’Agenzia replica che i dati vengono forniti utilizzando gli standard e le unità di misura in uso nel mondo scientifico e in tutte le Agenzie Ambientali del pianeta. Il linguaggio usato potrebbe risultare incomprensibile a chi non è addentro alla materia e magari fa finta di esserlo per puro spirito polemico.
L’Arta adempie sempre all’obbligo di fornire i dati, quando questi sono ufficiali, ed è sempre disponibile a fornire eventuali spiegazioni in merito, se richieste.
Chiunque abbia partecipato alle operazioni messe in campo per domare il rogo della discarica può confermare che le acque di spegnimento inizialmente non erano presenti, ma sono state prontamente campionate e analizzate dai tecnici dell’Agenzia appena hanno iniziato a ruscellare ed è stato possibile raccoglierle.
Per tutto il resto dovrebbero parlare i fatti e le istituzioni coinvolte.
Risultati analitici metalli  
CAMPIONE DI ACQUA DI SPEGNIMENTO – INCENDIO IN LOC: COLLE MARCONI _ CHIETI  
“N. ACCETTAZIONE”

3498

 

“DATA_CAMPIONAMENTO”

martedì 30.GIU.2015

 

“ORA CAMPIONAMENTO”

12:10:00

 

D.lgs 152/06 TAB 4 dellll’all.5 alla parte terza: limiti di emissione per le acque reflue urbane ed industriali che recapitano sul suolo

 

PARAMETRI

RISULTATI

Alluminio mg/L

1,281

 

1

Antimonio mg/L

0,905

 

limite non fissato

Arsenico mg/L

0,0242

 

0,05

Bario mg/L

1,891

 

10

Boro mg/L

1,766

 

0,5

Cadmio mg/L

0,00664

 

limite non fissato *

Cobalto mg/L

0,0364

 

limite non fissato

Cromo Totale mg/L

0, 296

 

1

Ferro mg/L

0,759

 

2

Manganese mg/L

1,233

 

0,2

Mercurio mg/L

0,0088

 

limite non fissato*

Nichel mg/L

0,158

 

0,2

Piombo mg/L

0,0649

 

0,1

Rame mg/L

1,280

 

0,1

Selenio mg/L

0,0052

 

0,002

Stagno mg/L

0,0113

 

3

Vanadio mg/L

0,0396

 

0,1

Zinco mg/L

0,600

 

0,5

 

*nota: Per questi  parametri la tab. 4 che si applica per gli scarichi sul suolo non riporta limiti; si può fare riferimento più vicino alla tab.3  della medesima legge (stesso allegato) :“valori limite di emissione in acque superficiali”, che fissa per il Cadmio <0,002 mg/L  e per il Mercurio 0,005 mg/L.
Per il Manganese si consideri che in Abruzzo valori elevati di concentrazione, soprattutto nei suoli, sono comuni e si rinvengono anche in territori naturalmente integri e non soggetti a pressioni antropiche significative.

Si allegano i risultati delle analisi delle acque di spegnimento per la ricerca dei metalli pesanti e alcune foto dei campionamenti.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi