Il borgo disabitato di Valle Piola torna a rivivere con la due-giorni dedicata ai prodotti della pastorizia

15 Luglio 2015 18:170 commentiViews: 14

 

Il 18 e 19 luglio la frazione ospiterà la manifestazione “Leader Village Valle Piola”, con mostra-mercato dei prodotti tipici, stand gastronomici, musica popolare e la presentazione del progetto “Vie e civiltà della Transumanza”

 

TORRICELLA SICURA – Il 18 e 19 luglio un fine settimana per far rivivere la frazione di Valle Piola, piccolo borgo del Comune di Torricella Sicura immerso nel cuore dei Monti della Laga, abbandonato dalla fine degli anni settanta.

 

La Manifestazione “Leader Village: Valle Piola, i prodotti della pastorizia” è organizzata dalla Pro loco di Torricella in partenariato con il Gal Leader Teramano e il Comune di Torricella Sicura, proprio con l’obiettivo di riprendere il progetto di valorizzazione e recupero dell’antico borgo che sorge alle pendici del Monte Farina, in un suggestivo anfiteatro naturale (noto anche alle cronache per essere stato messo in vendita su Ebay al costo di 550mila euro e per aver riscosso l’interesse di compratori internazionali per un progetto di eco-villaggio), che ha conosciuto decenni di abbandono e che ancora conserva significativi reperti del passato, come i tipici “gafii”, caratteristici balconi in legno di origine longobarda.

 

“Valle Piola rappresenta un pezzo di storia della montagna teramana – afferma il presidente del Gal, Carlo Matone -, la volontà del Gal, insieme agli altri attori istituzionali, è quella di accendere i riflettori su questo affascinante borgo per porlo al centro di un progetto di sviluppo integrato. Finora da parte dell’amministrazione c’è stato l’avvio di un processo di recupero che ha riguardato una piccola porzione del paese, il locale punto informativo, ma bisogna andare avanti, attivandosi anche per reperire i necessari finanziamenti comunitari per trasformare Valle Piola in un albergo diffuso”.

 

“Il fine di questo evento – spiega il vicesindaco di Torricella, Marco Di Nicola – è restituire a questa zona disabitata da tempo un ruolo essenziale sia come punto di riferimento montano che come luogo di conoscenza delle tradizioni e delle tipicità locali. C’è la volontà di far rivivere il paese per tutto l’anno, organizzando eventi in grado di richiamare un turismo attento all’ambiente e all’identità del territorio”.

 

Leader Village Valle Piola – aggiunge Gabriele Pomanti, segretario della Pro loco di Torricella – sarà l’occasione per valorizzare i prodotti tipici della pastorizia, come la ricotta, la “quaiata”, il formaggio fresco di pecora, che saranno offerti in degustazione ai visitatori. E’ disponibile in loco anche una struttura ricettiva “Il Rifugio del Pastore”, inaugurata proprio un anno fa e interamente gestita dalla nostra Pro loco. La due-giorni sarà, inoltre, animata da musica e canti popolari abruzzesi per offrire ai visitatori l’esperienza di un vero e proprio ritorno al passato”.

 

Nel prato adiacente l’antica chiesa di San Nicola sarà allestita una Mostra di oggetti tradizionali della pastorizia e della transumanza, con un’esposizione di antichi arnesi per l’allevamento zootecnico, l’industria casearia e la transumanza delle greggi, a testimonianza dell’antica tradizione dell’allevamento di ovini, profondamente radicata nel Comune di Torricella come in tutto l’entroterra abruzzese. Per offrire testimonianza di questa tradizione millenaria, durante la due-giorni saranno presenti alcuni pastori e allestita una ricostruzione del “villaggio dei pastori transumanti”, un interessante esempio di etnografia e antropologia sperimentale nel borgo abbandonato a cura di Gino Di Benedetto in collaborazione con la Pro Loco di Torricella.

 

Sabato 18 luglio, alle 9, la manifestazione apre con l’inaugurazione della Mostra-mercato dei prodotti tipici con degustazioni a cura della aziende locali, della Mostra fotografica del  Gal Leader Teramano “Ruralia” e della Mostra della Transumanza a cura del Museo Etnografico “Genti della Laga” di Torricella. Dalle ore 13 aprono gli stand gastronomici, con degustazione di piatti tipici della pastorizia, preparati e somministrati dal personale addetto della Pro loco all’interna della struttura al coperto appositamente allestita. La giornata sarà allietata dal suono del tipico “ddu-bott”, da canti popolari ed esibizioni itineranti di gruppi folkloristici abruzzesi. Alle 17.30 sarà celebrata la Santa Messa e, in serata, esibizione del gruppo “I Secondo Taglio”.

 

Domenica 19 luglio, dalle 9, riaprono gli stand della Mostra-Mercato. Alle 11.30 sarà illustrato il Progetto “Vie e civiltà della Transumanza, patrimonio dell’Umanità”, a cura del Gal Leader Teramano, una riflessione su origini e tradizioni della transumanza alla presenza di esperti: interverranno il presidente del Gal, Carlo Matone, il professor Aurelio Manzi; l’architetto Claudio Mazzanti e il giornalista e scrittore Nicolino Farina.

 

Alle 13 degustazione guidata presso la locale struttura ricettiva “Il Rifugio del Pastore”. La giornata sarà allietata dal gruppo folk “La Torre” e, alle 18, dall’esibizione del gruppo “Abetito Galeotta”.

 

La manifestazione si terrà anche in caso di maltempo. Possibilità di pernotto in loco, presso “Il Rifugio del Pastore”.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi