Teramo. Cineramnia 2015, seconda giornata

24 Giugno 2015 17:440 commentiViews: 22

Cineramnia 2015, un secondo giorno di totale immersione nell’arte
La kermesse cinematografica continua con i due laboratori, “Castelli di storie” e “Fermare l’acqua” , e con due grandi film in cartellone: “Un gatto a Parigi” di Alain Gagnol e “Senza nessuna pietà” di Michele Alhaique, il quale con Greta Scarano sarà ospite della manifestazione. Appuntamento al giardino del Castello della Monica.

 

Cineramnia entra nel vivo, e lo fa con una giornata di totale immersione nell’arte. Oggi infatti, dopo l’ottimo esordio di ieri, la programmazione del festival cinematografico teramano, giunto all’undicesima edizione, prevede due laboratori e due straordinari film.
LABORATORI DI OGGI. “Castelli di storie” dell’agenzia Muschi&Licheni e “Fermare l’acqua” dell’acquerellista Alessandro Sanna, sono i laboratori che vedranno oggi impegnati i giovani partecipanti mattina e pomeriggio presso l’Arca, Laboratorio di arti contemporanee, con l’intento di apprendere come nascono le storie, nel primo, e come catturare l’essenza dell’elemento vitale per eccellenza, nel secondo. D’eccezione invece sono le proiezioni serali, che allieteranno il pubblico nel suggestivo scenario del giardino del Castello della Monica, ovvero il film d’animazione candidato agli oscar 2012 “Un gatto a Parigi”, di Alain Gagnol, e il drammatico “Senza nessuna pietà”, col talento del cinema italiano Pierfrancesco Favino attore protagonista, di Michele Alhaique: per quest’ultimo, inoltre, è prevista l’introduzione dello stesso regista e dell’attrice Greta Scarano, i quali già due anni fa parteciparono di persona al festival.
LABORATORI DI IERI. Con l’arrivo dei giovani e giovanissimi partecipanti, ieri alle dieci di mattina ha preso vita il primo laboratorio di Cineramnia2015, ovvero “Castelli di storie”, tenuto dal docente Marcello Signorile dell’agenzia Muschi&Licheni: i ragazzi hanno cominciato a prendere confidenza con la creazione delle storie, e le loro invenzioni andranno a formare l’installazione interattiva “The garden of interaction play”, che verrà allestita presso il giardino del Castello nella serata di sabato 27 giugno. Giardino che diventa per una “settimana breve” il centro culturale della città, proponendo film per ogni gusto ed età, fino alla proiezione conclusiva di domenica sera, quando la versione digitalmente restaurata del capolavoro “La febbre dell’oro” di Charlie Chaplin chiuderà il cerchio della manifestazione.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi