Daniela Musini vince il Trofeo “Ville Lumière” al World Literary Prize a Parigi ed è finalista al Premio Internazionale Città di Como

9 Giugno 2015 19:490 commentiViews: 19

 

 

“I 100 piaceri di d’Annunzio. Passioni, fulgori e voluttà” dell’Artista abruzzese sarà premiato al Théâtre De Dix Heures a Pigalle ed è fra i sette finalisti della Saggistica al prestigioso premio letterario della città lariana

 

Daniela Musini

Daniela Musini

 

 

Sabato 13 Giugno 2015 sarà una data scolpita nella memoria e nel cuore di Daniela Musini, scrittrice, attrice e pianista rosetana che con il suo pluripremiato libro “I 100 piaceri di d’Annunzio. Passioni, fulgori e voluttà” (11 premi letterari Nazionali ed Internazionali finora conseguiti) consegue altri due ambiti riconoscimenti da aggiungere al già nutrito palmares della sua carriera.

In quello stesso giorno, infatti, questo intelligente, ironico e coltissimo saggio riceverà il Trofeo “Ville Lumière” del World Literary Prize presso il Théâtre De Dix Heures a Pigalle, Parigi, e concorrerà, insieme ad altri 6 finalisti, al primo posto per la Saggistica al Premio Letterario Internazionale Città di Como, la cui cerimonia di premiazione nella lussuosa location di Villa Olmo, vedrà la partecipazione del giornalista Ferruccio de Bortoli al quale sarà conferito il Premio alla carriera.

Entrambi i Premi letterari sono di riconosciuto spessore internazionale: al World Literary Prize di Parigi hanno partecipato, infatti, centinaia di scrittori in lingua italiana, francese, spagnola e inglese, mentre al Premio Internazionale Città di Como hanno concorso oltre 1400 autori provenienti dall’Italia e dall’Europa (ma anche da Israele) per le diverse categorie letterarie.

“Sono orgogliosa e lusingata di ricevere questi due riconoscimenti” dice Daniela Musini “per un saggio che racchiude i miei trentennali studi sul Vate, attestati che premiano anche, in un certo senso, la mia indefessa e amorevole determinazione ad omaggiare, attraverso questo libro e i miei recital/concert, il Figlio più grande del nostro Abruzzo, nonché Genio indiscusso dell’Arte e della Cultura italiana.”

Proprio da questo libro la Musini, artista dalle mille anime e acclamata interprete dell’opera del Poeta pescarese e della figura di Eleonora Duse, ha tratto un suggestivo recital, “Imaginifiche emozioni. Omaggio Gabriele d’Annunzio”, allestito con enorme successo presso Ambasciate, Consolati, Istituti Italiani di Cultura e Teatri di mezzo mondo e che Venerdì 31 luglio alle 21,00 lei stessa metterà in scena nella magica location della Torre di Cerrano a Pineto.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi