U.S.A.. Quale futuro per la carta stampata di Benny Manocchia

24 Maggio 2015 12:250 commentiViews: 28

La televisione sta distruggendo i giornali stampati. Per essere piu’ esatti:la pubblicita’ sta abbandonando la carta stampata per entrare nel mondo fantastico (ma altrettanto falso)della televisione.E senza pubblicita’ i giornali lentamente si squagliano.

Posta al Direttore

Posta al Direttore

Negli Stati Uniti ogni giorno si leggono annunci di editori che abbandonano.Anche
grosse testate si arraffano per arrivare ad una soluzione.I quotidiani (soprattutto)
rappresentano la storia di un paese,un diario di quanto accade nelle nostre vite che resta per sempre.
Lentamente e’ sbocciato il sistema online con l’aiuto del computer.Spingi un
bottone e in pochi secondi sai se piovera’ o ci sara’ il sole,a che ora le squadre da
te preferite scenderanno in campo,il costo di un prodotto venduto in un dato mercato,insomma praticamente tutto. E naturalmente puoi seguire di minuto in minuto,se vuoi,gli avvenimento politici. Gli imprenditori statunitensi hanno trovato l’antidoto per la tv. E usano ogni mezzo per rendere l’online sempre piu’ moderno,deciso,chiaro,esatto.E spesso chiedono alle grosse firme dei vecchi giornali stampati di collaborare.
Per gli americani l’online e’ la nuova vita.Certo la tv offre programmi scelti e nessuno e’ contrario,ma quel bottone che apre le porte di un quadro quasi completo della gornata e’ diventato intoccabile.
Nei prossimi anni novita’ quasi incredibili entreranno nel nuovo sistema e i lettori potranno “vedere” il mondo sempre sull’online,
Va bene la tv,allora,peccato per gli stampati,ma evviva l’online.
C’e’ qualcuno che non condivide?
Benny Manocchia
print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi