“P.O. FSE Abruzzo 2007/2013 Progetto Speciale Multiasse Abruzzo Inclusivo”.

29 maggio 2015 21:470 commentiViews: 28

 

 

 

 

Avviso pubblico: P.O. FSE Abruzzo 2007-2013 – Obiettivo “Competitività Regionale e Occupazione” – Piano Operativo 2012/2013 – Asse n. 2 Occupabilità – Obiettivo specifico 2.e) – Asse n. 3 Inclusione Sociale – Obiettivo specifico 3.g) – Progetto speciale multiasse “ABRUZZO INCLUSIVO” (D.D. nr. DL29/173 del 11/12/2014)

 

Soggetto Attuatore: Costituenda A.T.S. tra:

  • Comune di Teramo – E.A.S. n. 5 “Teramo” (Capofila)
  • E.A.S. n. 4 “Comunità Montana della Laga Zona M”
  • E.A.S. n. 6 “Comunità Montana del Gran Sasso”
  • E.A.S. n. 3 “Unione dei Comuni Colline del Medio Vomano”
  • Humangest S.p.a.
  • Eventitalia S.c.a.r.l.
  • Confindustria Teramo – Unione degli Industriali della Provincia di Teramo
  • CNA Teramo
  • Confcooperative Teramo
  • A.N.F.E. Associazione Nazionale Famiglie Emigrate – Sede di Teramo
  • Tercoop Cooperativa Sociale

 

Costo complessivo dell’intervento: € 399.475,00

 

Finalità dell’intervento: Il Progetto ha la finalità di:

  • sperimentare la partnership pubblico-privato sociale fondata sull’integrazione tra politiche sociali, sanitarie, formative e del lavoro;
  • rafforzare l’occupabilità di persone svantaggiate in carico ai Servizi sociali abruzzesi;
  • sperimentare un servizio innovativo per l’inclusione sociale multitarget, multidimensionale e basato su un approccio comunitario, al fine di attuare buone prassi utili per la successiva attuazione del P.O. FSE 2014-2020;
  • elaborare e verificare modelli di progettazione personalizzata dei percorsi di inclusione sociale connessa a nuove forme di sostegno per l’inclusione attiva;
  • valorizzare l’apporto del sistema dei servizi sociali alle finalità del Fondo sociale e al contrasto della povertà.

 

Destinatari del progetto: La proposta intende coinvolgere n. 75 destinatari in possesso dei seguenti requisiti:

  • essere cittadini residenti nel comprensorio degli Enti di Ambito Sociali associati in ATS;
  • essere in condizione di disoccupazione / inoccupazione;
  • essere utenti dei servizi sociali professionali degli Enti di ambito sociali associati in ATS ovvero essere nuovi richiedenti;
  • essere gravati da una delle seguenti condizioni di svantaggio: a) essere soggetto con disabilità certificata ai sensi della Legge 104/92; b) essere soggetto con età superiore a 45 anni; c) essere donna vittima di violenza; d) essere soggetto uscito dalla dipendenza; e) essere soggetto ex detenuto; f) essere cittadino immigrato; g) essere soggetto senza fissa dimora; h) essere soggetto in condizione di povertà certificata con ISEE inferiore ad euro 6.000,00.

Si darà priorità di accesso, mediante un meccanismo di punteggio incrementale, alle seguenti categorie: over 45 anni e persone in situazione di povertà certificata da ISEE inferiore ad euro 6.000,00. In relazione agli altri target, si darà priorità di accesso ai soggetti sulla base dei seguenti indicatori di valutazione: ISEE (decrescente), numerosità del nucleo familiare (decrescente), essere in carico al servizio sociale professionale (crescente), essere disabili comma 3, art. 3 Legge 104/92 (decrescente).

La selezione dei partecipanti avverrà attraverso la pubblicazione di un Bando pubblico di selezione nel rispetto della vigente Normativa.

 

Azioni proposte dal progetto:

Il progetto sarà articolato nelle seguenti azioni:

1)     Attivazione di uno “Sportello di contrasto alla Povertà e all’Esclusione Sociale” (SPES) attraverso la “Stipula dell’accordo di cittadinanza responsabile” con i Destinatari e l’implementazione di un “Progetto di inclusione sociale” con azioni di accoglienza e orientamento inziale di gruppo, presa in carica individuale, profiling dell’utenza, valutazione e bilancio di competenze, redazione del CV, counseling di gruppo, counseling individuale, matching D/O di lavoro e accompagnamento/assistenza nella fase di inserimento. Le attività di questa fase avranno una durata di 60 ore per Utente.

2)     Realizzazione di azioni di “Pubblicizzazione del progetto, networking e costituzione del borsino” attraverso interventi di “pubblicizzazione iniziale”, “sensibilizzazione degli stakeholders, networking e costituzione del borsino” e “diffusione dei risultati e delle buone prassi progettuali”. In particolare, le azioni di pubblicizzazione avranno la finalità di sensibilizzare i datori di lavoro sulle tematiche inerenti l’inclusione sociale al fine di sviluppare percorsi di apertura al reclutamento di persone in situazione di svantaggio sociale. Al termine delle azioni di sensibilizzazione degli stakeholders verrà costituito un Borsino di aziende disponibili ad ospitare in tirocinio i Destinatari dell’intervento.

3)     Implementazione di “Azioni di inclusione attiva” attraverso la realizzazione di “tirocini extracurriculari” della durata di 5 mesi. A ciascun Partecipante verrà riconosciuta un’indennità di tirocinio mensile pari a € 600,00 lorde omnicomprensive. I Tirocinanti saranno, inoltre, supportati, da attività di “tutoraggio” (ciascun Tirocinante sarà preso in carica da un tutor di tirocinio con un impegno di 24 ore totali di tutoraggio a Partecipante). Tra i 75 destinatari dell’intervento, verranno ulteriormente selezionati 15 tirocinanti che potranno usufruire di un “voucher di servizio” mensile di € 300,00 per tutta la durata del tirocinio. Il voucher verrà erogato esclusivamente ai partecipanti gravati da un carico di cura dei propri familiari conviventi.

 

Per l’A.T.S.

il capo sezione

F.to Dott.ssa Valeria Cerqueti

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi