A Teramo dopo le strisce pedonali bianco-rosse, tornano quelle bianco-nere.

20 Maggio 2015 19:320 commentiViews: 12

 

 

Il sindaco lo sapeva, i vigili urbani lo sapevano, quasi tutti sapevano che quella B sull’asfalto e le strisce pedonali bianche e rosse violavano il nuovo codice della strada.

 

Nonostante tutto il primo cittadino, preso dall’euforia, ha voluto fare la spacconata facendo colorare di bianco e rosso parecchi attraversamenti riservati ai pedoni.

 

Non è la prima volta che l’amministrazione di Teramo viola le normative vigenti, per cui non c’è da meravigliarsi del costante pessimo esempio che alcuni amministratori danno.

 

Certe volte a Teramo viene da chiedersi se c’è un sottile filo che lega certi amministratori comunali alla comicità più grottesca, visto che oggi stanno riverniciando le strisce pedonali di bianco e di nero. 

 

Oramai la violazione della legge c’era stata, bastava solo aspettare qualche settimana in più e le strisce si sarebbe scolorite naturalmente, quindi a cosa serve sprecare altro denaro per cancellare la B e gli attraversamenti pedonali bianchi e rossi?

 

Il primo cittadino continua a dire che la vernice e il lavoro è tutto a spese della TeAm, dimenticando di dire che la TeAm è una compartecipata con l’amministrazione, quindi sono sempre soldi dei cittadini.

 

Concludendo, come direbbe il famoso “Conte Eginio Salanio Ozio” di Colorado:”dopo tanta esultanza si fa i conti con la sprecanza e la politica dell’ignoranza”.

Teramo Vivi Città

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi