A Giulianova il 31 maggio l’ “Itaca Day”. Nel porto approderà l’imbarcazione che promuove la “vela terapia”

20 maggio 2015 19:180 commentiViews: 26

 

 

Sarà Giulianova una delle città marittime italiane che ospiterà l’”Itaca Day”, evento organizzato dall’ AIL, l’Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma. Nel porto giuliese, al “Molo Laudadio”, il 30 maggio prossimo ormeggerà infatti la barca a vela, partita da Trieste e diretta a Palermo, con equipaggio formato da skipper professionisti, pazienti in fase riabilitativa, medici, infermieri e psicologi. Il 31 maggio alle ore 10 è prevista l’accoglienza; alle ore 11 il saluto delle autorità e l’incontro con la stampa; alle ore 12 il rinfresco e quindi l’imbarco, con mini crociera, di bambini accompagni e volontari. Nel pomeriggio, alle ore  16,30, ci sarà lo sbarco e a seguire le considerazioni finali e i saluti.

Porto di Giulianova, Ph. Ennio Pomponio

Foto Archivio. Porto di Giulianova, Ph. Ennio Pomponio

Si tratta di una crociera della solidarietà e dell’impegno nel sociale organizzata dall’AIL che Giulianova è ben lieta di ospitare”, dichiara il sindaco Francesco Mastromauro. “Ideato da una giovane paziente velista, il progetto Itaca nasce nel 2007 da una collaborazione tra l’Oncologia Medica e l’Ematologia degli Spedali Civili di Brescia, la sezione Ail di Brescia, la Fraglia Vela di Desenzano e il Circolo Vela Gargnano. Il progetto è poi diventato l’iniziativa principale della “Giornata nazionale per la lotta contro leucemie, linfomi e mieloma” e simboleggia l’attenzione dell’associazione verso il malato. Appena ricevuta la richiesta da parte di Domenico Cappuccili, presidente della sezione interprovinciale di Pescara-Teramo dell’AIL, ci siamo subito attivati, insieme con il comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova, Sandro Pezzuto, sempre cortese e disponibile, per fare in modo che  Giulianova potesse essere una delle tappe dell’ “Itaca Day”, consapevoli dell’importanza di questa iniziativa tanto utile nel percorso di cura dei piccoli pazienti”.  

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi