A Giulianova il 31 maggio l’ “Itaca Day”. Nel porto approderà l’imbarcazione che promuove la “vela terapia”

20 Maggio 2015 19:180 commentiViews: 28

 

 

Sarà Giulianova una delle città marittime italiane che ospiterà l’”Itaca Day”, evento organizzato dall’ AIL, l’Associazione Italiana contro le Leucemie, Linfomi e Mieloma. Nel porto giuliese, al “Molo Laudadio”, il 30 maggio prossimo ormeggerà infatti la barca a vela, partita da Trieste e diretta a Palermo, con equipaggio formato da skipper professionisti, pazienti in fase riabilitativa, medici, infermieri e psicologi. Il 31 maggio alle ore 10 è prevista l’accoglienza; alle ore 11 il saluto delle autorità e l’incontro con la stampa; alle ore 12 il rinfresco e quindi l’imbarco, con mini crociera, di bambini accompagni e volontari. Nel pomeriggio, alle ore  16,30, ci sarà lo sbarco e a seguire le considerazioni finali e i saluti.

Porto di Giulianova, Ph. Ennio Pomponio

Foto Archivio. Porto di Giulianova, Ph. Ennio Pomponio

Si tratta di una crociera della solidarietà e dell’impegno nel sociale organizzata dall’AIL che Giulianova è ben lieta di ospitare”, dichiara il sindaco Francesco Mastromauro. “Ideato da una giovane paziente velista, il progetto Itaca nasce nel 2007 da una collaborazione tra l’Oncologia Medica e l’Ematologia degli Spedali Civili di Brescia, la sezione Ail di Brescia, la Fraglia Vela di Desenzano e il Circolo Vela Gargnano. Il progetto è poi diventato l’iniziativa principale della “Giornata nazionale per la lotta contro leucemie, linfomi e mieloma” e simboleggia l’attenzione dell’associazione verso il malato. Appena ricevuta la richiesta da parte di Domenico Cappuccili, presidente della sezione interprovinciale di Pescara-Teramo dell’AIL, ci siamo subito attivati, insieme con il comandante dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Giulianova, Sandro Pezzuto, sempre cortese e disponibile, per fare in modo che  Giulianova potesse essere una delle tappe dell’ “Itaca Day”, consapevoli dell’importanza di questa iniziativa tanto utile nel percorso di cura dei piccoli pazienti”.  

print
Condividi:

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi