MAGDI ALLAM venerdi 17 aprile a Teramo

14 Aprile 2015 22:240 commentiViews: 9

Europa, Identità, Integrazione, Euro, Integralismo, Sicurezza, Immigrazione: sono i temi che verranno trattati VENERDI 17 APRILE    alle ore 18   nella Sala San Carlo di   TERAMO nell’incontro con lo scrittore e giornalista MAGDI ALLAM.

L’incontro dibattito organizzato dalla associazione  Società  Civile nell’ambito della rassegna “Premio Borsellino tutto l’anno” sarà introdotto dall’avv.Tommaso Navarra e dai saluti dell’assessore comunale Francesca Lucantoni .

MAGDI ALLAM nato al Cairo e per 56 anni musulmano moderato, editorialista de “Il Giornale”, ex vice direttore del “Corriere della Sera” e inviato de “La repubblica” , scrittore noto per le sue tematiche sui rapporti tra Oriente e Occidente  e le sue posizioni severamente critiche sul mondo islamico che gli hanno procurato critiche ma anche consensi, Eurodeputato fino al 2014,  fondatore del movimento “Io amo l’Italia” , vincitore del premio Dan Davidassegnatogli per “il suo incessante lavoro mirante a favorire la comprensione e la tolleranza fra le culture, vive sotto scorta da 12 anni da quando gli islamisti lo hanno condannato a morte.

Il dibattito si interrogherà su temi di grande attualità:

L’Italia è un Paese senza più identità religiosa, storica e politica destinato ad essere conquistato per il buonismo della nostra classe politica? O la tolleranza è la scelta giusta che consentirà un progresso e sviluppo comune?

Esiste una dittatura finanziaria che guida l’Europa e sta trasformando l’Italia ricca in italiani poveri? E’ necessario un riscatto della sovranità monetaria e legislativa, dell’Italia come Stato nazionale contro l’Eurocrazia? Oppure l’Euro è una scelta definitiva positiva e inevitabile per la costituzione degli Stati Uniti d’Europa ?

E’ già scritto che il terrorismo islamico colpirà il nostro Paese oppure occorre promuovere il dialogo per non cadere nel relativismo senza ritorno?

L’immigrazione è un pericoloso “cavallo di Troia” perché l’Islam è un’ideologia intrinsecamente violenta storicamente conflittuale al suo interno e bellicosa al suo esterno o l’accoglienza è un dovere morale e civile oltre che una risorsa ?

l’Europa deve avere la lucidità e il coraggio di denunciare l’incompatibilità dell’islam con la nostra civiltà e i diritti fondamentali della persona, e mettere al bando il Corano per apologia dell’odio, o deve scegliere la via  del dialogo e dell’integrazione?

Consentire l’ingresso di immigrati clandestini nel nostro Paese, la cosiddetta “politica dell’accoglienza” porta con se i rischi per la sicurezza dei nostri concittadini o  l’accoglienza è un dovere e le migrazioni sono una risorsa perché assicurano dei vantaggi al paese di accoglienza e consentono a quelli di partenza di far parte dell’economia globale.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi