Teramo. M5S: RESTYLING CENTRO STORICO

19 marzo 2015 19:500 commentiViews: 5

 

 

 

L’operazione di restyling del centro storico, è partita, almeno mediaticamente, con la solita mancanza di sobrietà tipica dell’amministrazione. Uno strumento di distrazione di massa che certamente non cancellerà, ci auguriamo, dalle menti dei cittadini, i fallimenti in tutti gli altri campi.

 

In premessa dobbiamo sottolineare che il bando per l’appalto non è ancora stato pubblicato sul sito web del Comune di Teramo e quindi non è dato sapere quando inizieranno i lavori.

 

I nostri dubbi sul progetto sorgono sia sul tipo di pavimentazione utilizzata all’interno di un centro storico ma soprattutto sulla natura stessa dell’operazione.

Che senso ha riqualificare una porzione consistente della città, se non si hanno altre idee concrete sul suo rilancio?

Chi potrà giovarsi delle pavimentazioni in granito, dei led da incasso, se gli esercizi commerciali continuano a chiudere a ritmo impressionante, se persino il passeggio cittadino o le manifestazioni che avevano per cornice Piazza martiri sono dirottate altrove?

In buona sostanza, quella che continua a mancare ai nostri amministratori è una visione d’insieme.

Pertanto l’intervento rischia di rimanere fine a sé stesso se non si attuano concrete politiche di rilancio del commercio cittadino, se non lo si mette a sistema la con la ristrutturazione del Castello della Monica e del  Teatro romano, già spariti dalle priorità della giunta;

se non si risolve in maniera definitiva la questione della destinazione d’uso dei grandi “vuoti urbanistici” (vecchio stadio, ex manicomio);

se non si attuano strategie di rilancio del turismo stesso, attraverso un’opera di concertazione tra addetti alla ristorazione, esercenti commerciali, operatori museali;

se non si arriva alla scelta, forse impopolare, ma produttiva, di pedonalizzare tutto il centro, dotandolo di sistemi informativi sugli stalli liberi nei principali parcheggi;

se non si cerca il dialogo con le realtà più interessanti e meno istituzionalizzate della vita culturale teramana (pensiamo in primis al Nuovo Teatro Teramo o alle Officine indipendenti);

se non si migliora l’accesso wi fi, rendendolo gratuito nel centro cittadino…

 

Duole constatare che stiamo ritrovando in questa amministrazione la stessa mancanza di lungimiranza e di progettualità che ha caratterizzato quelle precedenti, con il rischio che si vada completamente a vanificare un progetto che in altri contesti sarebbe pieno di potenzialità.

 

I cittadini chiedono a gran voce che la Giunta Brucchi, al posto di interessarsi a progetti faraonici pensi piuttosto ad amministrare in modo degno questa città, facendo tutte le dovute manutenzioni al patrimonio pubblico e venendo incontro a coloro che sono in difficoltà.

 

La politica deve migliorare la vita delle persone. Brucchi la sta peggiorando.

 

 

Movimento 5 Stelle Teramo

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi