Pescara, Lulli porta al Liceo Galilei “L’esperimento più bello” nella storia della fisica

17 Marzo 2015 00:470 commentiViews: 12

Il dott. Giorgio Lulli dall’Istituto per la Microelettronica e i Microsistemi del CNR di Bologna si recherà al Liceo Galilei di Pescara dove terrà due conferenze per le classi V: domani MARTEDÌ 17 MARZO ALLE ORE 8.15 E ALLE ORE 11.20 (Aula Magna) su “L’esperimento più bello. L’interferenza di elettroni singoli e il mistero della meccanica quantistica”.

Ma cosa ha di tanto eccezionale questo esperimento per essere giudicato nel 2002 “il più bello nella storia della fisica?”

Per dirla in maniera molto semplice, nell’esperimento si verifica che quando “osserviamo” un elettrone/fotone in movimento questo cambia il proprio percorso rispetto a quando non lo osserviamo: posto che gli attuali micro – e nano dispositivi elettronici o fotonici funzionano in base alla Meccanica Quantistica, si comprende l’attualità e la curiosità doppia degli studenti ai quali il professor Lulli spiegherà questa interferenza in termini scientifici.

Si tratta di un esperimento che Albert Einstein nel 1927 aveva immaginato per primo; Richard Feynman l’aveva ritenuto “impossibile”; tre ricercatori di Bologna nel 1974 lo hanno realizzato modificando un microscopico elettronico e  permettendoci così di vedere con i nostri occhi il mistero fondamentale che sta al cuore della meccanica quantistica – ha detto Giorgio Guidi, Professore di fisica del galilei e organizzatore delle due conferenze.
“L’esperimento più bello. L’interferenza di elettroni singoli e il mistero della meccanica quantistica” è anche il titolo di uno dei libri che Lulli ha scritto sull’argomento grazie anche alla conoscenza diretta con i due ricercatori.
Giorgio Lulli è fisico e ricercatore in scienza dei materiali presso la sede di Bologna dell’Istituto per la Microelettronica e i Microsistemi (IMM) del CNR. Eesperto di interazioni tra particelle cariche e materia solida, è stato amico di Pier Giorgio Merli  e di Gian Franco Missiroli, i ricercatori che nel 1974, assieme a Giulio Pozzi, realizzarono per primi in laboratorio l’esperimento di interferenza di elettroni singoli. Si è occupato negli ultimi anni di vari progetti di divulgazione scientifica e didattica legati a questo esperimento, tra cui il sito web ad esso dedicato ( http://l-esperimento-piu-bello-della-fisica.bo.imm.cnr.it/) e il libro “L’esperimento più bello – L’interferenza di elettroni singoli e il mistero della meccanica quantistica” (Apogeo – CNR, 2013).
AGEA
Pescara, 16 marzo 2015 

AGEA – Agenzia giornalistica economica d’abruzzo
print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi