SANT’OMERO: Alberto Pompizi: RITORNO ALLA NORMALITA’

17 Febbraio 2015 00:070 commentiViews: 23

 

Dopo fiumi di parole ed accuse alla ex Giunta  Pompizi  (rea di aver sforato il patto di stabilità come aveva già fatto la Giunta De Donatiis  ed altra giunta precedente di centrosinistra)…stranamente  ad esse non erano state dedicate tutti gli improperi e le accuse gravi e gratuite rivolte a Pompizi  ed ad suo gruppo ed  al loro operato.   Tutte queste “piazzate” sono state puntualmente “dedicate”  solo a sindaci non  “ PD”……..(al compianto Sindaco Fucilitti , irrorato di denunce alla procura della repubblica ed  anche al  Sindaco Di Ubaldo) , CI VIENE SPONTANEO DIRE “VERGOGNATEVI”…………

E così come da un “ canovaccio “ scritto da tempo ….si sono rinnovate accuse su accuse a sindaci rei (non di essere di  destra ….infatti nessuno dei tre lo sono stati anche se erano espressione di liste civiche moderate) ma di non essere stati  indicati dallo zoccolo duro del  PD di Sant’Omero che continua a sopravvivere  nel  tempo.  Ora che il governo ha ridotto le sanzioni (SE NON ERAVAMO NOI  A FARE RICORSO AL TAR  mentre  loro non hanno preso nessuna iniziativa per l’annullamento del “DISSESTO” ) ed ora che tutti (compreso questa maggioranza),  in consiglio comunale  hanno riconosciuto che dei 2.500.000 euro di debiti ereditati  da sindaci precedenti  e quindi da decennali contenziosi ….la metà sono stati estinti dalla Giunta Pompizi…..(nonostante le difficoltà attraversate durante il quinquennio)  e che la somma   residua   è ancora oggetto di  sentenze della Cassazione…mentre i rimanenti pochi  migliaia  di euro  sono ancora da accertare dagli uffici competenti  e solo dopo saranno  riconoscibili dal Consiglio Comunale (se dovuti) ……e visto l’Ordinanza del TAR Abruzzo che ha riconosciuto (DIETRO RICORSO DELLA MINORANZA GUIDATA DA  ALESSANDRA CANDELORI) che non ci stavano le “gravi situazioni  finanziarie” per portare la “CITTA’ DI SANT’OMERO in dissesto” , non rimane ora  che riprendere  il percorso (ognuno  nel  proprio e ben distinto ruolo) e  gli atti successivi per ridare al paese quei  servizi che in questi  otto mesi di immobilismo hanno  creato danni alle infrastrutture comunali in proprietà e indebolito fortemente i servizi ….a cominciare  dalla Farmacia Comunale che ha dimezzato il fatturato ed i guadagni  …dall’asilo nido non riaperto,  da cantieri di lavori pubblici fermi da mesi .

Nessuno di noi ha reagito scompostamente di fronte a tali e tante accuse (anche diffamanti)…..in quanto sapevamo di non meritarli assolutamente e di  non essere  stati  amministratori disattenti (insieme a noi in questa situazione di grande difficoltà economica ci sono tutti i comuni italiani insieme alle province e molte regioni) e che ci siamo ritrovati….nel cosiddetto “Patto di Stabilità”  che stà distruggendo gli enti pubblici ma……. da quest’anno hanno  cambiato, addirittura, completamente la contabilità degli enti comunali.

I risultati ci sono stati del ns. buon  operato.sono sotto gli occhi di tutti i cittadini ( Ospedale, casa di riposo, lavori pubblici eseguiti ) ma faremo in modo  di farli conoscere in modo più dettagliato ed in modo capillare  con altri mezzi di informazione. Poi aspettiamo pazientemente il loro operato……che a tutt’oggi non è ancora visibile……..e vedremo (speriamo) le loro azioni positive o le opere realizzate.

Ma da oggi bisogna tornare alla normalità nel gioco democratico e nel ruolo a cui i cittadini ha delegato le due liste …lavorando con maggior lena sulle problematiche da portare a termine (  Variante Piano Regolatore,  completamento di opere pubbliche in corso, ristrutturazione  del più Antico Frantoio D’Abruzzo, completamento del  Complesso monumentale della più antica Chiesa D’Abruzzo Santa Maria a Vico, ristrutturazione di scuole già finanziate, ed altri).  E’ questo l’invito che rivolgiamo alla Giunta  Luzii altrimenti  non vi resta CHE DIMETTERSI IMMEDIATAMENTE ……..magari  avviando nel contempo ….la procedura di rimborso ai cittadini di tasse raddoppiate e  PAGATE  INGIUSTAMENTE.

L’Ex Sindaco Alberto Pompizi e la sua Giunta

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi