Cultura & Società, In rilievo

Giulianova. STORIA DELL’IMMIGRAZIONE ITALIANA IN BELGIO: IL CASO DEL LIMBURGO, 2013, PENDRAGON, BOLOGNA.

Giulianova. L’autrice, Sonia Salsi, nata e cresciuta in Belgio da genitori italiani, è vissuta per vent’anni di vita nella Cité di Lindeman, un villaggio appositamente costruito dallo stato belga per ospitare i tantissimi minatori (italiani e non) e le loro famiglie, molto spesso in cerca di un futuro migliore.

Nel 2010 si è laureata in antropologia culturale presso l’ex facoltà di Lettere e Filosofia di Bologna, da questa tesi è nato il libro: STORIA DELL’IMMIGRAZIONE ITALIANA IN BELGIO: il caso del Limburgo, 2013, edizioni Pendragon, Bologna. Attualmente sta promuovendo il suo lavoro con impegno e desiderio di contribuire alla memoria dell’Emigrazione italiana in Belgio, in quanto ritiene opportuno mettere in rilievo il valore del recupero e la circolazione delle testimonianze ad essa collegate. Il libro è suddiviso in due capitoli, tra cui, il primo capitolo è centrato sulla nascita delle sette sedi minerarie del Limburgo, e i villaggi ad essi connessi, ha tradotto personalmente dal fiammingo in italiano la storia delle miniere nel Limburgo, ha dato anche un contributo antropologico, sociale e psicologico al libro, soprattutto su come avvenivano i reclutamenti degli uomini per andare a lavorare nelle miniere di carbone, le donne e le seconde generazioni con testimonianze, l’associazionismo, la solidarietà tra italiani in un contesto multiculturale che prendono corpo nel secondo capitolo.

 

Walter De Berardinis

www.giulianovanews.it

image_pdfimage_print
Condividi:

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.