Giulianova. Approvata la risoluzione sulla stazione di Giulianova, Mercante: “Punto di partenza essenziale per l’intera Provincia”.

30 Gennaio 2015 01:180 commentiViews: 49

 

 

Pescara, 27.01.2015 –  È stata approvata, nella seduta odierna del Consiglio regionale, la risoluzione presentata dal Capogruppo del M5S, Riccardo Mercante, al fine di ridare il giusto valore alla stazione di Giulianova, la più antica della provincia di Teramo.

Foto Archivio

Foto Archivio

Ho ritenuto doveroso – ha precisato Mercante – mettere in luce quanto sta accadendo alla stazione di Giulianova, un tempo polo di primaria importanza della viabilità regionale, ora ridotta a stazione di secondo livello, esclusa dal circuito delle frecce bianche e dei treni a lunga percorrenza, privata di numerosi servizi e costretta a subire un ulteriore depauperamento con la  prospettata chiusura del presidio di polizia ferroviaria.

Con l’approvazione della risoluzione – ha spiegato il Capogruppo – è stata riconosciuta dal Consiglio regionale la necessità di  intervenire per salvaguardare quella che è senza dubbio non solo  la stazione più antica della provincia di Teramo ma anche la più importante, ubicata com’è in posizione strategica all’interno della provincia teramana ed al centro di uno dei comprensori turistici più rilevanti della costa Adriatica. La risoluzione rappresenta, quindi, un  punto di partenza essenziale di un percorso che potrà restituire alla stazione di Giulianova, ma ancor più alla  provincia di Teramo, un ruolo fondamentale nell’ambito della viabilità regionale, attraverso il ripristino delle fermate nei circuiti a lunga percorrenza, attraverso il potenziamento delle linee di collegamento da e verso la stazione di Giulianova, attraverso il rafforzamento dei servizi, attraverso l’adozione di tutte quelle misure utili a consentire l’introduzione nella nostra regione delle linee dell’alta velocità.

Un primo passo è stato fatto – ha concluso Mercante – ed era quanto mai necessario sopperire alle gravi lacune del protocollo di intesa tra Regione e Ferrovie dello stato che, nel programmare interventi per le province di Pescara, Chieti e L’Aquila, nulla ha, invece, previsto per il potenziamento e miglioramento della stazione ferroviaria di Giulianova e del sistema di trasporto su ferro della provincia di Teramo.

D’ora in poi sono certo che la stazione di Giulianova avrà, da parte della Regione, l’attenzione che merita”.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi