Teramo. L’IZS dell’Abruzzo e del Molise in Angola Il progetto di Sanità Pubblica dalla Provincia della Huìla si estende anche alla Provincia del Namibe

2 Dicembre 2014 19:490 commentiViews: 12

 

 

 

 

Massimo Scacchia, responsabile del settore Sanità Animale dell’IZS dell’Abruzzo e del Molise, dal 13 al 22 novembre 2014 si è recato in Angola per una serie di incontri relativi al progetto di Sanità Pubblica avviato a luglio 2014 nella Provincia della Huìla ed appena esteso anche alla Provincia del Namibe. Questo importante progetto di cooperazione, finanziato dalla Repubblica dell’Angola con circa 7 milioni di dollari, si inserisce nell’accordo di collaborazione tecnico-scientifica sottoscritto dal Governatore della Huìla e dalla Regione Abruzzo nel 2010: l’attuale governo regionale ha fatto sua tale attività, come attesta l’annuncio da parte del Presidente Luciano D’Alfonso di una sua visita istituzionale nel Paese africano per febbraio 2015.

L’IZS dell’Abruzzo e Molise “G. Caporale”, con il coordinamento e il supporto della Onlus pescarese Marco Di Martino, nella figura di Aldo Di Clemente, svolge un ruolo tecnico-sanitario volto ad ottimizzare la catena produttiva della carne attraverso l’attivazione o ristrutturazione dei mattatoi municipali e delle macellerie, la fornitura della tecnologia per la corretta conservazione delle carni durante le fasi di distribuzione e commercializzazione, la formazione degli operatori, nonché la consulenza sui sistemi d’identificazione e registrazione degli animali: i circa 1.500.000 capi bovini presenti nella provincia angolana saranno infatti identificati e registrati con un software progettato a Teramo.

 

Il dott. Scacchia ha incontrato a Luanda il delegato della FAO per l’Angola e il Direttore dell’Instituto dos Serviços de Veterinária, Antonio José, a cui ha mostrato le marche auricolari da utilizzare nel progetto pilota che partirà a metà febbraio in concomitanza con la campagna vaccinale per la Pleuropolmonite Contagiosa Bovina. Sempre a Luanda ha fatto visita all’Ambasciatore Italiano in Angola, Giorgio Di Pietrogiacomo, per sollecitare ulteriori accordi di collaborazione tra il dicastero angolano e il nostro Ministero della Salute.

 

A Lubango, invece, si sono tenute una riunione tecnica per fare il punto della situazione e un incontro con il Vice Governatore con delega alle finanze della Provincia della Huila alla presenza del coordinatore e del responsabile del progetto, Aldo Di Clemente. Il dott. Scacchia si è poi recato a Humpata per incontrare il Direttore Generale dell’Instituto de Investigação Veterinária e iniziare a mettere le basi per future collaborazioni nell’ambito delle malattie esotiche.

 

La visita in Angola è terminata con l’ufficializzazione dell’estensione del progetto di Sanità Pubblica anche nella confinante Provincia del Namibe che si affaccia sull’Oceano Atlantico. Il 21 novembre il sig. Di Clemente della Onlus Di Martino e il dott. Scacchia hanno incontrato a Namibe il dott. Alcides, Vice Governatore con delega alle finanze dell’omonima Provincia, il quale ha confermato che da gennaio 2015 il governo di cui è rappresentante inizierà a versare le somme necessarie per estendere il progetto anche sul proprio territorio.

 

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi