Teramo. Confartigianato Imprese Teramo – Unione Provinciale Artigiani di Teramo: DOPO L’EX ASSESSORE COZZI ANCHE L’ATTUALE ASSESSORE TANCREDI ASSISTE PASSIVAMENTE ALLA MORTE DELLA CITTÀ DI TERAMO

4 Dicembre 2014 22:220 commentiViews: 12

 

 – ANCORA UNA VOLTA VENGONO IGNORATE LE PROPOSTE DELLA CONFARTIGIANATO VOLTE A RIVITALIZZARE IL CENTRO STORICO TRAMITE IL RITORNO DELL’ARTIGIANATO ARTISTICO CON LA REALIZZAZIONE DEL “BORGO ARTIGIANO“  – IL NOSTRO PROGETTO DEL “MERCATINO ED IL BARATTO DEI RAGAZZI” IN PIAZZA MARTIRI  VIENE TENUTO CHIUSO NEL CASSETTO DA TANTISSIMO TEMPO  –   L’ARTIGIANATO ARTISTICO, A DIFFERENZA DI ALTRI MESTIERI, VIENE PENALIZZATO – NEGATA SIA L’ANNO SCORSO CHE QUEST’ANNO LA SECONDA EDIZIONE DELLA “MOSTRA DELL’ARTIGIANATO” DOPO IL GRANDE SUCCESSO DELLA PRIMA – PIAZZA MARTIRI E CORSO S. GIORGIO VENGONO CONCESSI A TUTTI TRANNE ALLA SCRIVENTE ASSOCIAZIONE.

 

Siamo stanchi di subire discriminazioni anche dall’Assessore Tancredi. È ormai da anni che chiediamo di poter realizzare manifestazioni per aiutare uno dei settori da noi rappresentato: l’Artigianato, che sta attraversando un momento di grande crisi la quale sempre più spesso porta alla chiusura aziende storiche e non, e a volte anche purtroppo all’estremo gesto del suicidio. Ci chiediamo come sia possibile che un Assessore, il cui primo obiettivo dovrebbe essere quello di aiutare le aziende, nega ad un settore così importante quale quello dell’artigianato manifestazioni ed iniziative che potrebbero aiutare a superare questo momento così difficile. Tali eventi permetterebbero di rivitalizzare un centro storico in continuo declino nel quale le attività ormai sono costrette ad abbassare le saracinesche.

Abbiamo chiesto anche all’Assessore Tancredi di creare tra Piazza del Sole e Porta Romana un “BORGO ARTIGIANO” dove, recuperando locali in disuso e fondaci, gli Artigiani potrebbero realizzare i loro prodotti mostrando direttamente a curiosi e turisti la loro bravura e le loro tecniche di produzione. Questa iniziativa, già collaudata con successo in altre città, porterà tantissima gente nel nostro centro storico anche a vantaggio di tutte le altre attività commerciali e di ristorazione le quali anch’esse stanno attraversando un momento negativo. Infine abbiamo proposto di realizzare, ogni seconda domenica del mese nel periodo invernale ed in concomitanza della mostra dell’Artigianato Artistico, un mercatino del baratto per i ragazzi mettendo loro a disposizione GRATUITAMENTE piccoli stand in cui poter esporre giocattoli, libri ed eventualmente realizzare anche un parco giochi con gonfiabili nei quali i ragazzi possano divertirsi e passare momenti gioiosi insieme ai loro genitori.

Fino ad oggi tutto ciò è stato ignorato, sia dal precedente che dall’attuale Assessore e, a dire il vero, anche da tutta l’amministrazione in quanto anche gli altri assessori e il sindaco sono a conoscenza di queste iniziative. Ancora una volta la politica non fa niente per cercare di aiutare le tante aziende in difficoltà le quali sono chiamate dall’amministrazione solo a pagare le tante tasse che quasi ogni giorno gli vengono richieste.

L’Assessore Tancredi ha superato tutti i limiti in quanto già appena insediato gli abbiamo fatto notare che in data 18 aprile 2014 avevamo inoltrato una richiesta, come da accordi con l’allora Assessore Cozzi, per svolgere una MOSTRA dell’ ARTIGIANATO ARTISTICO nei giorni 1 e 2 novembre, 7 e 8 dicembre 2014 e la seconda domenica di ogni mese. Avevamo avuto rassicurazioni circa l’autorizzazione tramite una delibera di Giunta. Tale delibera però non è mai arrivata per l’iniziativa del 1 e 2 novembre ed oggi, a 2 giorni dall’evento richiesto per il mese di dicembre, l’Assessore ha contattato telefonicamente il Presidente Di Marzio confermando che la delibera non c’è. Anzi, da notizie avute, sembrerebbe che nei giorni 7 e 8 dicembre abbia concesso l’utilizzo di piazza Martiri e corso S. Giorgio ad altre organizzazioni, ignorando il fatto che la nostra richiesta sia stata inoltrata prima delle altre. Ci eravamo anche, su sua richiesta, resi disponibili a realizzare tale manifestazione con altre Associazioni.

Auspichiamo un intervento del Sindaco affinché venga ristabilita la parità di diritti tra le varie Organizzazioni. Il Consiglio Direttivo dell’UPA Confartigianato Teramo riunitosi lunedì 1 dicembre ha deliberato di inoltrare una richiesta danni, ed eventualmente un esposto alla Procura di Teramo, a seguito della mancata autorizzazione allo svolgimento delle manifestazioni sopra esposte che invece è stata concessa ad altre Organizzazioni o Associazioni.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi