Roseto. IL CONSIGLIO COMUNALE APPROVA LA PROPOSTA METODOLOGICA DI VARIANTE ALLA COMPONENTE STRUTTURALE DEL PRG

20 Dicembre 2014 21:410 commentiViews: 12

 

 

Nel corso dell’ultimo consiglio comunale è stata approvata, con voto favorevole della maggioranza e contrario dell’opposizione presente, un’importante delibera urbanistica concernente la proposta metodologica di variante alla componente strutturale del PRG.

 

Per quanto concerne l’urbanistica e l’assetto del territorio il nostro obiettivo prioritario è stato quello di cancellare la pagina più brutta della storia politica ed amministrativa della nostra città, scritta con l’adozione della variante al PRG, per riprendere finalmente il cammino di una programmazione seria, efficace e condivisa del territorio, con la riaffermazione del principio di responsabilità e trasparenza del governo locale”  dichiara, soddisfatto, il Sindaco di Roseto degli Abruzzi, Enio Pavone.

 

Ricordiamo infatti che la variante al PRG fu approvata, dall’allora maggioranza monocolore targata Pd nel marzo del 2011, a poco più di un mese dalle elezioni comunali, che poi persero, nella totale assenza di un sano e civile confronto politico – aggiunge il primo cittadino rosetano – grazie alla nostra decisione di ritirare il Piano si è aperta, di fatto, la possibilità di ridiscutere le decisioni programmatiche sul piano urbanistico-amministrativo”.

 

Le principali scelte strategiche approvate dalla delibera del Consiglio comunale riguardano:

 

–         La valorizzazione delle frazioni collinari di Montepagano, Casal Thaulero e Cologna Paese, anche attraverso il riconoscimento di situazioni urbane venutesi a creare, di fatto, lungo i crinali.

–         La rigenerazione urbanistica dell’area di Roseto Centro.

–         Lo sviluppo sostenibile dell’area sud, Porto Turistico.

–         Il recupero del patrimonio edilizio agricolo non utilizzato.

–         Il riconoscimento del Polo commerciale nella zona di Roseto Sud.

–         La riorganizzazione dell’area del Casello Autostradale.

–         La nuova disciplina delle cosiddette “aree a vincolo decaduto”.

–         Le agevolazioni degli interventi in zona agricola.

–         Il superamento dei Comparti.

–         Il recupero del patrimonio edilizio esistente.

–         La rivisitazione del regolamento per i programmi complessi.

–         La revisione del regolamento edilizio.

 

Si tratta di strumenti di urbanistica partecipata mirata a porre attenzione alla sostenibilità ambientale” conferma il Sindaco, Enio Pavone. “Il nostro territorio ha infatti subito, nel tempo, trasformazioni importanti, con un rapido consumo delle aree disponibili, visto che i fenomeni di urbanizzazione hanno interessato parti estese; pertanto il nostro PRG deve tener conto delle trasformazioni territoriali ed urbane. Va studiata l’evoluzione insediativa al fine di giungere ad una rivisitazione che porti alla definizione di uno strumento di pianificazione urbanistica del territorio che sia “snello” ed adeguato alle nuove esigenze del nostro comune” prosegue il primo cittadino.

 

Tutto ciò rappresenta per questa maggioranza una precisa volontà che scaturisce dall’impegno preso con la cittadinanza e che intendiamo onorare. Adesso il nostro obiettivo è di dare, grazie anche ad una adeguata partecipazione ed alla nomina di una Commissione urbanistica, una concreta attuazione a queste linee di indirizzo, al fine di affrontare e risolvere le tante problematiche che hanno ingessato, purtroppo per molti anni, Roseto degli Abruzzi” conclude il primo cittadino rosetano.

 

Roseto 20/12/2014

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi