Mosciano Sant’Angelo. Sabato 13 al Pin UP arriva Piotta

11 dicembre 2014 21:140 commentiViews: 45

 

 

 

il rapper romano con la band al music club di Mosciano e gli artisti della Hip Hop Generation

 

 

Il nuovo appuntamento live al Pin Up di Mosciano Sant’Angelo, targato Jesse James rock club, con la direzione artistica diGianluca Marcellusi e Francesco Pecorale, ospiterà il concerto del rapper capitolino Piotta insieme alla sua band.  Lo spettacolo di sabato 13 dicembre al Pin Up Music e Beer, nuovo ed accattivante, sarà seguito dalle performance di decine di artisti della scena underground con la direzione artistica della casa discografica Glory Hole e della Hip Hop Generation.

Si parte alle 22.

 

Intanto nuovi e attesi appuntamenti costellano il programma di concerti al Pin Up con la direzione artistica del Jesse James Rock Club.

 

Venerdì 26 dicembre sarà la volta del cantautore italiano Stefano Rampoldi, in arte “Edda”. Voce storica dei Ritmo Tribale e caposaldo della musica rock milanese degli anni novanta, Edda torna con il terzo album da solista “Stasera come mi ammazzerai?” e un nuovo tour che approderà anche al Pin Up.

 

 

 

 

 

Per tutti i concerti le prevendite sono online su www.ciaotickets.com e nei punti vendita autorizzati Ciaotickets.

 

 

 

 

Piotta – biografia

 

Tommaso Zanello soprannominato “Piotta” per i suoi occhiali tondi come le monete da cento lire, dette in romanesco ‘piotte’. Compie gli studi classici e dopo le esperienze all’interno di alcune radio romane, inizia a scrivere e comporre testi rap. Nel 1998 esce il suo primo album “Comunque Vada Sarà un Successo”, che presenta i singoli Dimmi qual è il nome e Supercafone. Il cd vincerà il disco di platino.

Nel 2000 pubblica “Democrazia del Microfono”, dal quale viene estratto il singolo La mossa del giaguaro (disco d’oro), seguito dal singolo estivo Il mambo del Giubileo, sigla del programma della RAI Stracult. Nel 2001 pubblica Eurocontanti (brano sull’euro) e conduce l’omonimo show radiofonico su Rai Radio 2.

 

Nel 2002 pubblica “La Grande Onda” ed il singolo omonimo diventa la sua hit più grande. La canzone è stata poi utilizzata nel 2008 dagli studenti di tutta Italia come inno della protesta studentesca contro la riforma Gelmini del governo Berlusconi.  Consolidando la sua popolarità tra i giovani e non solo, Piotta continua il suo percorso artistico arricchendola di testi sempre più impegnati e riflessivi.

 

Nel 2004, con Ladro di te, partecipa al Festival di Sanremo condotto da Simona Ventura e diretto da Tony Renis. Sul palco del Teatro Ariston propone la rilettura in chiave rap di Chi Non Lavora Non Fa l’Amore di Adriano Celentano ricevendone i complimenti. Dopo la sua prima partecipazione (ne seguiranno altre due) al concertone del Primo Maggio a Roma, pubblica l’album “Tommaso”, un progetto di impronta autobiografica ed introspettiva a seguito della prematura scomparsa della madre. Nello stesso anno si esibisce a Tokyo dove Supercafone è sigla del campionato di calcio in Giappone. Riceve il Premio miglior album hip hop da parte del M.E.I. (Meeting Etichette Indipendenti) con cui comincerà una lunga e proficua collaborazione sia artistica che istituzionale (direttivo Audiocoop, delegato Nuovo Imaie, presidente AIA).

 

Nel 2005, fonda La Grande Onda, etichetta indipendente, impegnata nella ricerca e nel lancio di nuove realtà hip-hop emergenti. Nel 2014 conta più di cinquanta pubblicazioni tra cui Amir, Brokenspeakers, Brusco, Cor Veleno, Debbit, Jesto, Marti Stone, Rancore, Truceboys, Zion Train (UK) e poi compilation e colonne sonore tra cui Scialla, Diversidad, Hitmania e Sanremo 2011. Nello stesso anno pubblica il suo primo libro “Pioggia che cade, vita che scorre”, edito da Fazi, ovvero Tommaso “Piotta” Zanello racconta Lorenzo “Jovanotti” Cherubini che supera le 20.000 copie raggiungendo la Top 50, segue “Troppo avanti – Come sopravvivere al mondo dello spettacolo”, edito invece da Castelvecchi.

 

L’attività di produttore discografico si integra con il percorso artistico di Piotta, che parallelamente nel 2007 pubblica per Universal il suo quinto lavoro solista “Multi Culti”, contenente un mix di linguaggi, stili, religioni e culture, assimilati con i numerosi viaggi che Piotta intraprende in quegli anni. Il primo singolo estratto è Troppo avanti, realizzato con Caparezza, il cui video vede la partecipazione anche del Trio Medusa.
Nello stesso anno comincia a condurre anche l’omonimo show radiofonico sulle frequenze di Radio Città Futura, a base di rap e raggae.

 

Nel 2008 è il primo italiano invitato ad esibirsi al Warped Tour, l’unico tour itinerante che attraversa gli Stati Uniti da est ad ovest. Si esibisce in una ventina di città statunitensi tra cui Los Angeles, San Francisco, Phoenix, Dallas, New Orleans, Atlanta e Miami. Il sesto album “S(u)ono Diverso” è del novembre 2009 anticipato dall’omonimo singolo. Apre un nuovo percorso musicale dell’artista che mescola con una formula  molto personale rap, reggae e rock. Con lui nel disco gli amici Roy Paci, Assalti Frontali, Lucariello e Joxemi  degli Ska-P.  Una delle canzoni dell’album Scappa è finalista al Premio Amnesty International.

 

Del 2011 è il brano Mai Mai Mai, che anticipa largamente l’album Odio gli Indifferenti, nonché  manifesto della campagna di Greenpeace e dei comitati referendari contro il nucleare e la privatizzazione dell’acqua.

Ad aprile 2012 esce finalmente “Odio Gli Indifferenti” , che sale sul podio della classifica rap di iTunes. Con lui nel disco Pierpaolo Capovilla dal Teatro degli Orrori, Bunna Africa Unite, il compianto Francesco di Giacomo del Banco del Mutuo Soccorso con i giovani Bud Spencer Blues Explosion e Rancore.

Un anno dopo esce il suo primo album live dal titolo provocatorio “…senza Er” che contiene 21 tracce tra classici e brani più recenti incisi con tutta la sua band ai concerti di Caracalla, del Teatro Valle Occupato e del Festival Roma Incontra il Mondo a Villa Ada.

 

Seguono una serie di fortunati featuring come quello con lo Stato Sociale (L’Italia peggiore), i Rezophonic (Dalla a me), i Punkreas (Il Mondo) e ancora prima la combo pro raccolta fondi per le vittime del terremoto in Emilia Romagna con 99 Posse, Capovilla, Cisco, Combass (Apres La Classe), Dellera (Afterhours), Erica Mou, F. Poggipollini, Lacuna Coil, Quintorigo, R. Angelini, Sud Sound System, etc. (Ancora in piedi).
Da gennaio a maggio 2014 infine Tommaso è in tourneè teatrale con il giudice simbolo di Mani pulite Gherardo Colombo. In scena hanno portato Freedom, spettacolo dedicato alla Costituzione italiana.
Infine nel mese di giugno dello stesso anno pubblica l’ep Trilogia Milanese, il cui singolo BBW conquista il primo posto della reggae chart su iTunes.  Il suo prossimo album di studio è previsto per il 2015.

 

 

FONTE Ufficio Stampa Nextpress

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi