In provincia di Pescara 25.300 persone con diabete sono impegnate per far risparmiare lo Stato.

13 novembre 2014 22:470 commentiViews: 23

 

 

Nella Giornata Mondiale del Diabete 2014, Associazioni fra persone con diabete e Società Scientifiche fanno chiarezza: il diabete in sé non è un costo per la collettività. Lo diventa se le persone non ricevono dalla Regione i supporti necessari per combatterlo.

Proiettando i dati regionali Istat 2012, si può stimare che a Pescara e provincia 25.300 persone (oltre l’8% della popolazione) sappiano di avere il diabete (altre 7.900 ancora non lo sanno). Diabete Italia, espressione delle Associazioni fra persone con diabete e delle Società Scientifiche della Diabetologia, coordina la Giornata Mondiale del Diabete e preme affinché le Regioni si mettano a fianco degli sforzi fatti ogni giorno dalle persone con diabete, ottenendo così risparmi ‘veri’ e non riduzioni solo contabili.

«Le persone con diabete devono avere i mezzi per gestire al meglio il loro diabete: informazioni sulla loro condizione, assistenza specialistica, farmaci e presidi», spiega Romana Cialfi Coordinatore Regionale della Giornata Mondiale del Diabete 2014, «la maggioranza delle persone con diabete combatte ogni giorno per prevenire malattie e condizioni potenzialmente gravissime per le famiglie e costosissime per la comunità».

Se il diabete è ignorato, sottovalutato o gestito male, se la persona non è correttamente istruita e motivata, avrà spesso la glicemia alta e questo sul lungo termine potrà portare a dei danni. L’iperglicemia, infatti, danneggia arterie e capillari, moltiplicando il rischio di ictus, ischemie e infarti e provocando col tempo seri danni ai reni, alla vista e ai piedi.

Se la persona con diabete è in grado di sedersi al posto di guida e di ‘pilotare’ la propria glicemia: misurarla, mangiare meno pane e pasta e dolci, più frutta e verdura e fare esercizio fisico, potrà prevenire queste complicanze e ridurrà anche il rischio legato ad altre condizioni che spesso si accompagnano al diabete.

Gli abruzzesi finora, in grande maggioranza, hanno fatto così, tanto è vero che – se i casi di diabete sono aumentati in questi anni – il numero di persone finite in ospedale a causa del diabete si è ridotto nella nostra regione del 75% fra il 2001 e il 2010. Il diabete quindi costa sempre meno alla collettività grazie al lavoro delle persone con diabete, dei Team diabetologici, ai sistemi per misurare la glicemia e ai farmaci.

«Non è affatto il caso di proseguire sulla strada dei tagli delle ‘gare d’appalto’ quasi che le persone con diabete fossero chilometri d’asfalto o gallerie da scavare. Occorre anzi investire sulle persone con diabete affiancandoli con interventi poco costosi oggi per evitare spese enormi domani», ricorda Romana Cialfi.

La Giornata Mondiale del Diabete cade il 14 novembre ma la gran parte degli eventi si tengono sabato 15 e domenica 16 novembre. In 500 città in tutte le province d’Italia, compresa quella di Pescara si terranno incontri di informazione, sarà possibile valutare gratuitamente il proprio rischio di sviluppare il diabete e parlare con persone e con medici che da tempo vivono e affrontano il problema.

 

Per informazioni sugli eventi                                                            www.giornatadeldiabete.it/piazze

Teramo

VALUTAZIONE DEL RISCHIO-DIABETE

Sant’Omero
15 nov | 08.30-14.00
Valutazione gratuita del rischio di sviluppare diabete, consulenza per la prevenzione e distribuzione di materiale informativo.
Atrio Ospedale Val Vibrata
Contrada Alla Salara 56

Silvi Marina
15 nov | 09.00-13.00
Valutazione dei fattori di rischio del diabete, consulenza per la prevenzione, distribuzione di materiale informativo.
Centro commerciale Universo

Colonnella
16 nov | 09.00-19.00
Valutazione gratuita del rischio di sviluppare il diabete, distribuzione di materiale informativo.
Centro Commerciale Val Vibrata – Iper Colonnella
Contrada Rio Moro

Teramo
16 nov | 15.00-18.00
Centro commerciale Gran Sasso
Località Piano D’Accio
Organizzato da Associazione Diabetici della provincia di Sondrio

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi