ABRUZZO CIVICO, DA TERAMO PARTE LA FEDERAZIONE DEI GRUPPI CIVICI: “INSIEME PER CREARE UNA RETE CHE DIA RISPOSTE FUORI DAI PARTITI”

23 Novembre 2014 21:490 commentiViews: 12

 

 

Presentato stamattina all’hotel Abruzzi a Teramo il patto civico costitutivo alla presenza dei gruppi che stanno aderendo sul territorio teramano

 

Teramo, 22 novembre 2014 – Gruppi civici, associazioni e soggetti politici della provincia di Teramo confluiscono nella casa federativa di Abruzzo Civico: l’associazione politico culturale, nata alle ultime elezioni regionali, si sta strutturando sul territorio e ha lanciato oggi da Teramo la campagna adesioni durante la prima conferenza programmatica provinciale che si è tenuta all’hotel Abruzzi. L’incontro è stato occasione per presentare il ‘patto civico costitutivo’ (in allegato), il documento che racchiude i valori e le motivazioni che animeranno l’azione del movimento su base provinciale; documento nato dall’incontro e dall’avvicinamento ad Abruzzo Civico di tanti gruppi e movimenti civici presenti nei vari comuni che mantengono la loro autonomia sul territorio ma aderiscono alla rete provinciale e regionale del movimento.

All’incontro hanno partecipato il presidente di Abruzzo Civico, l’onorevole Giulio Sottanelli, il consigliere regionale di Abruzzo Civico e presidente della Commissione Sanità, Mario Olivieri, il consigliere provinciale di Abruzzo Civico Flaviano De Vincentiisinsieme a Carlo Simone come rappresentate del direttorio provinciale, ovvero il gruppo formato dai rappresentanti delle varie forze e dai movimenti civici che hanno aderito ad Abruzzo Civico in provincia di Teramo e che traghetteranno il movimento verso il congresso provinciale promuovendo le adesioni sul territorio.

Ad intervenire durante l’incontro sono stati, tra gli altri, Gianluca Pomante della civica “Finalmente Pomante” di Teramo, Michele Cassone della civica “Silvi Bellissima” di Silvi, i candidati alle ultime elezioni regionali con Abruzzo Civico in provincia di Teramo Siriano Cordoni (Teramo), Italia Calabrese (Campli), Domenico Di Matteo (Tortoreto), Paolo Basilico di Atri, ex vice presidente della provincia di Teramo, Ottavino Di Stanislao, ex consigliere comunale di Giulianova.

“Abruzzo civico è nata come associazione culturale e politica proprio per mettere insieme e federare in un progetto regionale altre realtà ed associazioni nate sul territorio, ora stiamo solo dando seguito a quello che abbiamo creato alle ultime regionali” ha spiegato l’onorevole Giulio Sottanelli, presidente di Abruzzo Civico “il nostro progetto non poteva finire con l’elezione di due consiglieri, vogliamo andare oltre, vogliamo ampliare la nostra base ed è quello che stiamo facendo”.

“Crediamo che il civismo possa essere lo strumento per dare voce alle vere esigenze del territorio e delle persone, il patto costitutivo è stato lo strumento per conoscerci e darci un comune denominatore e una base di partenza” ha detto Carlo Simone “è sicuramente un progetto complesso e delicato, fuori dai partiti, è una scommessa ma le scommesse esistono per essere vinte”.

“Noi non ci dissolviamo in Abruzzo Civico, restiamo arancioni pur aderendo a questo progetto regionale” ha detto Gianluca Pomante “il nostro gruppo civico comunale rimane e continua ad operare ma avevamo bisogno di una rete più vasta con la quale condividere i nostri valori”.

Durante l’incontro sono state illustrate le modalità di adesione al movimento e il percorso congressuale: le adesioni saranno aperte fino al 31 dicembre per procedere poi nel 2015 alla fase congressuale e alla costituzione degli organismi comunali e provinciali. Per informazioni sulle adesioni si può scrivere alla mail abruzzocivico.teramo@gmail.com.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi