Teramo. Mostra fotografica “FOTOGRAFIE” 25 OTTOBRE – 8 NOVEMBRE 2014 Salotto artistico culturale Pharos

23 Ottobre 2014 19:080 commentiViews: 59

INAUGURAZIONE – sabato 25 ottobre ore 18,00

Si inaugura sabato 25 ottobre alle ore 18 a Teramo nel Salotto artistico culturale Pharos di Giulietta Cerulli in Corso Cerulli 27 a Teramo la mostra collettiva FOTOGRAFIE.

Interverranno alla presentazione il fotografo Giovanni Bucci, e Romolo Bosi, pittore.

 

Quattro porzioni di spazio accolgono i lavori di quattro fotografi teramani, Bordi di mare di Vincenzo Ammazzalorso, Corpi Pensanti di Armando Di Antonio, Racconto di Attilio Gavini e Magneti di Fabio Salvato, un percorso originale e suggestivo che ha come protagonista il bianco e nero, i suoi contrasti, la sua poetica essenziale.

 

Il mare e i cieli burrascosi di Vincenzo Ammazzalorso, forieri di tempesta, sono per l’autore la sua porta per la serenità, in un contrasto visivo e semantico che vive nelle immagini scattate tra l’Abruzzo e il Molise che disegnano vite interiori e geometrie del pensiero; lo sguardo che si posa sulle immagini di Armando Di Antonio entra in un mondo altro, un mondo fatto di vite sospese, di ombre e di demoni, compie un viaggio nel buio di chi vive “ristretto” in uno spazio fisico ed emotivo, dove solo qualche spiraglio di luce e leggerezza è possibile; Attilio Gavini usa la luce come uno strumento di precisione, facendo emergere nuovi corpi e lucide visioni da immagini quotidiane, grazie all’uso sapiente della luce apre la porta a nuove dimensioni, raccontando la storia che ogni foto nasconde; Fabio Salvato sceglie l’istallazione per raccontarci emozioni, ricordi, amori, racchiude in un “angolo cottura” affetti e citazioni colte, creando continui cortocircuiti tra la realtà e la sua riproduzione, un collage in cui ogni elemento ci affaccia su più livelli di significato.

 

Il Salotto Pharos di Giulietta Cerulli è uno spazio per mostre permanenti, un luogo dedicato all’arte a alla cultura che accoglie le opere di artisti teramani e non, una piccola, ma dinamica, struttura al servizio della città per la conoscenza e la diffusione dell’arte contemporanea.

 

———————————————————————————————————————

MOSTRA “FOTOGRAFIE
INAUGURAZIONE – sabato 25 ottobre 2014
DATE ESPOSIZIONE – 25 Ottobre  – 8 novembre 2014
SEDE ESPOSIZIONE – Salotto artistico culturale Pharos di Giulietta Cerulli in Corso Cerulli 27 – Teramo
INGRESSO LIBERO  ORARIO 17,30 – 19,30 dal lunedì al sabato

UFFICIO STAMPA Barbara Passerini | barbara.passerini@gmail.com – 3383159889

VINCENZO AMMAZZALORSO

Nasce a Teramo nel 1948, dove vive e lavora. Ha iniziato a fotografare a Firenze nel periodo universitario. Sue foto sono state pubblicate su diverse riviste scientifiche e su periodici di interesse economico culturale. Nel periodo 1977-1985 ha collaborato con la rivista Notizie dell’economia teramana (Ed. CCIAA) curando la realizzazione di diverse copertine e pagine di calendari. Ha esposto in personali e collettive, tra 1996 ed il 2001. e’ autore di sette calendari per l’Istituto Zooprofilattico di Teramo (2001-2008). Ama la ricerca e la sperimentazione. Sue fotografie sono state utilizzate dall’OIE (Office Internazionale des Epizooties, Parigi) per la copertina del volume World Animal Health in 2003. Cura di persona, dalla ripresa alla stampa, le fotografie in bianco e nero. Ha partecipato a numerosi concorsi nazionali ottenendo premi e riconoscimenti dalla critica.

 

ARMANDO DI ANTONIO

Comincia a interessarsi di fotografia negli anni ’70,colpito soprattutto dalle possibilità creative della camera oscura.

Agli inizi degli anni ’80 insieme a Rita Ciprelli,scrittrice e teorico dell’arte,Paolo dell’Elce, Attilio Gavini e Dino Viani fonda il “Gruppo Stimmung” con lo scopo di promuovere un tipo di fotografia  in cui l’elemento da ricercare è un’atmosfera emotiva, lo stimmung appunto.

Nel 1986 inizia a lavorare come fotoreporter per il quotidiano “Il Messaggero”, senza però abbandonare il suo percorso personale.

Nel 1989 conosce per caso, in occasione di una mostra , Mario Giacomelli il fotografo–poeta considerato uno dei Maestri della fotografia contemporanea,con il quale svilupperà un intenso rapporto di amicizia e collaborazione e che influenzerà non poco la sua “visione”. Da questa collaborazione, insieme agli amici del gruppo Stimmung, nel ’92 nasce “ Metafore dell’assenza” catalogo di una mostra itinerante che ha toccato varie città italiane,tra cui Brescia, Penne, L’Aquila, Teramo e che è presente nei maggiori musei europei e al Museum of Modern Art di New York.

 

ATTILIO GAVINI  (Teramo, 1956)

Ha iniziato la sua ricerca fotografica a metà degli anni ottanta, conciliandola con la professione di medico odontoiatra. Da allora non ha mai interrotto questo percorso cercando di rivelare, attraverso lo sguardo e la macchina fotografica, le tracce di poesia che nonostante tutto affiorano continuamente dalla realtà.

Ha esordito nel 1987 con una mostra personale e ha partecipato a molte collettive; la più recente è Stills of Peace (Atri, cripta della cattedrale, 11 luglio-30 settembre 2014), con artisti italiani e pakistani.

Insieme alla critica d’arte Rita Ciprelli e ai fotografi Paolo Dell’Elce e Armando Di Antonio ha contribuito alla nascita del gruppo Stimmung (1991). La felice stagione creativa del gruppo Stimmung è culminata con la pubblicazione di Metafore dell’assenza (1992), progetto editoriale ed espositivo a cui aderì anche Mario Giacomelli. Il libro è stato acquisito da biblioteche e musei internazionali, la mostra ha toccato quattro sedi fra 1992 e 1994.

Suoi portfolio sono stati pubblicati da riviste internazionali e e-book magazine (il recentissimo In India è sul n. 2\2013 di “mood”, rivista letteraria in formato digitale).

Suoi lavori fanno parte della collezione della Bibliothèque Nationale de Paris, della Galleria Il Diaframma Milano, del Museo abruzzese della Fotografia “Giuseppe Moder” Città Sant’Angelo (Pe) e di collezioni private.

FABIO SALVATO (AL SECOLO DI SALVATORE)

è nato in Veneto nel 1959.

Dopo un soggiorno in Toscana, ad Arezzo, vive e lavora a Teramo, esercitando la professione di

Architetto.

Fin da ragazzo ha provato un costante interesse per il disegno,la pittura, la scultura e la fotografia, una passione, coltivata, per lo più in ambito privato.

Nel tempo ha sviluppato una poetica tesa alla ricerca di una “confusione” tra i diversi ambiti

delle arti visive utilizzando la fotografia come fattore di sintesi tra esse e di documentazione

dei propri processi creativi.

Nel 2010 ha vinto il premio internazionale di fotografia “Emozioni nel cratere”.

 

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi