Roseto degli Abruzzi. Alessandro Recchiuti: sulla Cittadella dei Ragazzi “Scelta Civica Roseto” mente sapendo di mentire!

4 Ottobre 2014 16:020 commentiViews: 42

 

 

 

 

Francamente non so come sia possibile, ma “Scelta Civica Roseto” ed il suo consigliere comunale, Flaviano De Vincentiis, riescono sempre a lasciarmi basito con le proprie dichiarazioni assurde e prive di qualsiasi fondamento.

 

Si pretende ora di far ricadere sul sottoscritto e sull’Amministrazione Pavone la responsabilità della chiusura della Cittadella dei Ragazzi a Roseto degli Abruzzi con una mossa di rara bassezza politica che, in quanto tale, non corrisponde al vero. Il mio assessorato, di concerto con l’amministrazione comunale, è sempre stato pronto   a rinnovare, come sempre con totale appoggio e condivisione, la convenzione per la Cittadella dei Ragazzi come dimostra la fitta corrispondenza intercorsa tra il sottoscritto ed i vertici dell’A.F.G.P. (Associazione Formazione Giovanni Piamarta). Corrispondenza che è agli atti e da tutti visionabile.

 

Infatti è giusto informare la stampa e la cittadinanza che la decisione di chiudere è arrivata direttamente dai vertici dell’Associazione che, con una lettera giunta al Comune ed al mio assessorato, protocollata in data 15 luglio 2014, comunicavano la loro “non disponibilità, a partire dal 1/9/2014 alla erogazione continuativa fino al 31/12/2014 dei servizi previsti dal Piano di Zona dell’Ambito territoriale n. 8 – Costa SUD 2”. Nella stessa missiva veniva anche richiesta la liquidazione degli ultimi corrispettivi maturati, ulteriore e tangibile segnale della volontà di non proseguire con il servizio.

 

Nei giorni successivi, l’A.F.G.P. ci ha fatto pervenire la disponibilità, mediante altra società che fa capo all’Associazione, a riprendere in un certo qual modo l’attività della Cittadella, ma con un servizio  diverso da quello erogato finora e con dei costi nettamente più alti. Questa proposta non può essere considerata “in continuità” con quella precedente e quindi, per essere accettata, deve comunque passare dall’approvazione della Conferenza dei Sindaci, da una specifica gara e seguire quindi tutto un iter previsto dalla legge. Parlare quindi di una volontà di tornare sui propri passi e di una nostra non volontà di proseguire con il progetto, è assolutamente falso e strumentale, visto che questo si è concluso con una chiara ed inequivocabile lettera di rinuncia!

 

Rispedisco quindi  al mittente, a nome personale e di tutta l’Amministrazione, le gratuite e meschine accuse per la chiusura della Cittadella dei Ragazzi a Roseto degli Abruzzi, in quanto semplici recepitori, pur se profondamente amareggiati, di una decisione assunta autonomamente dall’ A.F.G.P.!!

 

Affermare di poca trasparenza, di “tiri mancini”, di fondi tolti al futuro dei ragazzi, è l’unica scorrettezza che posso constatare ed ha un responsabile pubblico ben chiaro: “Scelta Civica Roseto”, gruppo politico che diffonde informazioni false e pretenziose, che hanno come unico fine quello del proprio tornaconto politico, anche sulla dignità dei rosetani. A dimostrazione di ciò ci sono gli attacchi al sottoscritto ed all’ex assessore regionale alle politiche sociali Paolo Gatti, da sempre bersaglio preferito di qualche membro di “Scelta Civica Roseto” che ha enormi interessi personali e professionali nella vicenda del Centro Guerrieri e che “pilota”, in maniera anarchica, determinate uscite su determinati argomenti, trincerandosi dietro la nomea di gruppo.

 

Mi permetto di porre una domanda all’ingenuo Consigliere De Vincentiis, vittima e tramite inconsapevole che cade puntualmente in mezzo: “chi mente alle famiglie ed ai bambini?”. Di certo non noi, che lavoriamo in maniera trasparente ed abbiamo le carte per dimostrare quello che diciamo. Affermo con certezza e senza tema di smentita che i bugiardi sono loro e credo, prima da uomo e padre, e poi da politico e amministratore, che si dovrebbero vergognare delle parole usate e della gretta strumentalizzazione messa in atto in questa vicenda per meschini fini politici e per gli interessi personali di un loro membro che, avendo lavorato fino a poco tempo fa dentro alla struttura dell’A.F.G.P. sa bene come stanno realmente le cose.

 

Avv. Alessandro Recchiuti

Ass. Politiche Sociali Comune di Roseto degli Abruzzi

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.<br/>Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi