L’Aquila. Il cinema come strumento di analisi sociale

19 Ottobre 2014 19:040 commentiViews: 6

 

 

 

L’amministrazione provinciale dell’Aquila e la Biblioteca “S. Tommasi” in sinergia con l’ Istituto Cinematografico “La Lanterna Magica”, propongono una serie di approfondimenti indirizzati alla comprensione di alcune complesse tematiche sociali.

 

Un programma denso di appuntamenti che si articolerà con il coinvolgimento di molti istituti scolastici  del comprensorio provinciale. Il calendario prevede proiezioni cinematografiche che verranno integrate dal contributo culturale di giornalisti ed importanti figure del mondo della medicina psichiatrica. Diversi i temi affrontati come il bullismo, la devianza giovanile e l’integrazione dei minori stranieri.

 

Un tentativo di analisi sociale e di contestualizzazione moderna che vede il mondo del cinema protagonista. La forza delle immagini fungerà dunque da utile lente di ingrandimento per poter avere un quadro il più possibile nitido dei meccanismi presenti all’interno degli istituti scolastici e della vita di numerosi adolescenti.

 

Il patrimonio filmico della Cineteca dell’Aquila sarà inoltre fruito e dunque messo a disposizione delle giovani generazioni. Oltre alla proposta di lungometraggi relativamente recenti, “La Lanterna Magica” intende utilizzare il prezioso materiale conservato negli archivi aquilani con la proiezione del film Gli anni in tasca di François Truffaut (Francia, 1976). Attingere dai grandi cineasti del passato è un’operazione di carattere culturale ma ha certamente un’utile finalità didattico-educativa.

 

L’intero progetto promosso dalla Provincia dell’Aquila ha l’obiettivo di affrontare un tema di stretta attualità e di grande impatto sociale: Il tema dell’infanzia e le sue problematiche inerenti il mondo dell’adolescenza e si inserisce nell’ambito della Giornata nazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza (20 novembre). Il 20 Novembre 1989 l’Assemblea Generale dell’O.N.U. ha approvato la Convenzione sui Diritti dei Minori (Ratificata anche dall’Italia nel 1991).

 

Ingresso libero.

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi