Giulianova. Patrizia Casaccia (Presidente Comitato Annunziata): numerosi partecipanti all’assemblea del quartiere Annunziata, ieri sera, 13 ottobre presso la sala del Centro Socio Culturale in via dei pioppi.

14 ottobre 2014 18:590 commentiViews: 73

ASSEMBLEA 13 OTTOBRE 2014

 

Erano presenti: il Sindaco F. Mastromauro, gli assessori F. Ruffini, N. Di Giacinto, K.Verdecchia e il presidente di Giulianova patrimonio Di Giambattista.

Tra gli astanti alcuni consiglieri di maggioranza e minoranza.

Al primo punto all’O.d.G. la proposta di cambio dell’articolo n. 1 del regolamento del verde pubblico che vieta la potatura degli alberi sani. Solo quelli secchi o che impediscono la visuale di segnali stradali possono essere tagliati o potati. Vicino la scuola materna dell’Annunziata esiste un bellissimo parco di pini (sani) ma con la chioma così pesante da far inclinare gli alberi fino a farli cadere. Per impedire uno scempio continuo bisogna potare i rami.

L’assessore Ruffini ha portato ad esempio una situazione creatasi all’interno di un parco di Giulianova paese dove si è potuto procedere alla potatura, senza il rispetto dell’arti 1, in quanto le piante erano pericolose. Questo sta a dimostrare che le situazioni vanno analizzate secondo le varie problematiche e, quindi, agire di conseguenza. Si è anche stabilito di rivedere il regolamento con l’ausilio di esperti.

Il problema principale è quello dato dalle radici dei pini che si trovano sui marciapiedi e che a volte entrano fino dentro i recinti delle case insinuandosi nei condotti dell’acqua.

Il Sindaco ha dichiarato che questo tipo di problema è su tutta Giulianova e che per mettere ripario a ciò si dovrebbe spendere oltre un milione di euro. Come primo intervento, per un costo di  € 100.000,00 si è scelta via Treviso che appare la più impraticabile vista anche la vicinanza con il palazzetto dello sport.

Altri interventi si faranno nel corso degli anni ma non a breve periodo e questo non per incuria ma per mancanza di fondi.

Il secondo punto all’o.d.g., illustrazione di Tari e Tasi,  è stato trattato molto velocemente ma esaustivamente.Alle domande più precise riguardanti esempi di contribuenti che hanno nel nucleo familiare una persona con disabilità (L. 104) o di unico abitante, l’assessore ha riconosciuto la fondatezza di tale rilievi e che se ne terrà conto in futuro anche se già da gennaio 2015 si tornerà alla vecchia IMU.

Alcuni partecipanti all’assemblea hanno voluto mettere a conoscenza il Sindaco di gravi attriti sociali che esistono in alcune palazzine dell’Ater. Una difficile convivenza , incuria nel trattare la cosa pubblica e mancanza di pagamenti delle spese condominiali, occupazioni improprie.

Il Sindaco dichiara che in caso di mancato pagamento si può ricorrere allo strumento dello sfratto. Ha chiesto al comandante della polizia Municipale, presente in assemblea, di mettere in atto tutte le pratiche necessarie per l’accertamento di quanto espresso in assemblea.

Si è anche proposto di presentare in Consiglio regionale una variazione alla legge 96 del 1996 che indica la procedura per la compilazione delle graduatorie degli alloggi popolari.

La prossima assemblea si terrà i primi di dicembre per aggiornamenti sugli argomenti esposti e per nuove proposte.

Patrizia Casaccia

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi