Fondo di solidarietà sociale. Pubblicato il bando per l’assegnazione dei contributi pari complessivamente a 57 mila euro.

27 ottobre 2014 19:200 commentiViews: 12

Saliranno a 90 mila nel prossimo anno. Domande entro e non oltre il 21 novembre prossimo

 

Gli amministratori e la politica debbono dare l’esempio, mettendosi le mani in tasca. E’ facile costituire un fondo di solidarietà con i soldi degli altri”. Con questo passaggio il sindaco Francesco Mastromauro, affiancato dal vicesindaco Nausicaa Cameli e dagli assessori Katia Verdecchia, Nello Di Giacinto, Pierangelo Guidobaldi e Fabio Ruffini, ha illustrato nella conferenza stampa tenutasi oggi, 27 ottobre, le indicazioni presenti nel bando pubblico per l’assegnazione dei contributi, ammontanti complessivamente a 57 mila euro, destinati a famiglie con gravi difficoltà economiche e resi possibili grazie al Fondo di solidarietà sociale voluto  dal primo cittadino ed alimentato con il taglio del 50% delle indennità di sindaco, assessori e presidente del Consiglio comunale.

Il Fondo di solidarietà, annunciato in campagna elettorale ed attuato il 26 giugno scorso deliberando il taglio del 50% delle indennità spettanti al sottoscritto, agli assessori ed al presidente del Consiglio Jurghens Cartone che ha formalizzato la sua adesione, ha dichiarato il sindaco, “non è solo l’espressione della nostra volontà di contenere la spesa pubblica, peraltro già attuata eliminando l’auto blu, i cellulari di servizio e ogni spesa di rappresentanza, ma è il nostro modo di intendere la politica. Una politica attenta ai bisogni ed alle esigenze provenienti soprattutto dalle fasce più deboli della società, rese ancora più vulnerabili dalla gravissima crisi economica in atto. Quest’anno le somme accantonate ammontano a 57.000 euro, che saliranno a 90 mila nel 2015. Lontano da noi pensare che con il Fondo di solidarietà soldi si risolveranno tutti i problemi che ogni giorno angustiano le famiglie di Giulianova. Ma almeno ora esistono questi contributi. E sarebbe davvero auspicabile che seguendo questo esempio, fatto echeggiare in altre località abruzzesi per l’entità della riduzione delle indennità, appunto il 50%, si possa costituire un Fondo regionale facendovi confluire i tagli  alle indennità degli amministratori e consiglieri regionali come pure dei deputati e senatori eletti in Abruzzo”.conf. stampa 27 ottobre 2014 - 1 conf. stampa 27 ottobre 2014 - 2 conf. stampa 27 ottobre 2014 - 3 conf. stampa 27 ottobre 2014 - 4

 

Il sindaco ha quindi illustrati i contenuti del bando, pubblicato sul sito del Comune (www.comune.giulianova.te.it) e le cui domande, scaricabili sempre dal sito, dovranno essere presentate entro e non oltre il prossimo 21 novembre.

I beneficiari del sostegno dovranno avere la residenza a Giulianova, un ISEE valido non superiore a 6 mila euro, e versare in una situazione di disagio economico da almeno 6 mesi dalla data di presentazione della domanda. Inoltre dovrà trattarsi di famiglia numerosa, con 3 o più figli minori, e, con riferimento al richiedente e/o anche ad uno dei componenti del nucleo familiare del richiedente stesso, non dovranno esserci condanne, anche non definitive, per delitti non colposi contro la persona e/o il patrimonio. L’importo massimo del contributo concesso ad ogni richiedente non potrà superare i 300 euro.          

print

Lascia un commento


Controllo anti spam: * Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile.
Continuando a utilizzare questo sito permetti al loro utilizzo. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi